Senza categoria
di Dailybest 13 Luglio 2021

I meme più divertenti degli Europei italiani

Dopo i festeggiamente sfrenati di domenica sera, tutto quel che ci rimarrà, sono ottime basi da meme con Immobile, Chiellini e Barella

L’europeo è finito. Fino ad oggi avevamo trattato il tema con articoli critici, ai limiti del politico, del resto, queste grandi manifestazioni comportano tutta una serie di argomenti che travalicano il labile confine del campo da calcio. La vittoria della nazionale, dopo un anno di pandemia, ha assunto un valore catartico che sarebbe molto interessante analizzare. Ma ora è tempo di leggerezza, per celebrare la vittoria degli azzurri , vi proponiamo una selezione dei meme più divertenti che hanno contraddistinto la campagna trionfale delle compagine capitanata da Mancini. Perché, oltre alla coppa, quello che rimarrà nel cuore di tutti noi saranno “o tirragir”, la simulazione d’Immobile, i gesti da italiano con l’arbitro e “Bernardeschi che tenta la giocata”.

Er Clab  Er Clab

In fondo avevamo già festeggiato ben prima della finale.

 

Pitchforkz  Pitchforkz

Pitchforkz è una pagina cui umorismo verte sull’incontro tra musica e calcio. Come in questo caso in cui la copertina di Riot! dei Paramore, in realtà, rappresenta i tifosi italiani che cantano. E anche per quest’anno, con i diritti SIAE, Jack White è a posto.

 

The Simpball www.instagram.com The Simpball

Vero e proprio punto di riferimento della satira calcistica, The Simpball rielabora le scene più iconiche dei Simpson rinnovandone i personaggi. Dopo un campionato giocato a livelli bassissimi, le ammissioni di Bernardeschi nel post partita contro San Marino hanno suscitato l’ilarità di tutto lo Stivale. “Bernardeschi che tenta la giocata” diventa un tormentone nazionale degno del miglior “Mai dire gol”. Dobbiamo però ammettere che il buon Federico ha segnato entrambi i rigori contribuendo alla vittoria finale.

The Simpball  The Simpball

Il tiro a giro non è altro che un “gol alla Del Piero” meno elegante ed efficace, e forse proprio per questo non merita il nome del suo interprete, anzi, l’uso dialettale del termine assume un’inclinazione palesemente ironica. Insomma, l’argomento per cui Insigne è sempre stato sbeffeggiato, l’ostinazione barocca che lo induce a cercare sempre la stessa giocata, è diventata il nostro cavallo di battaglia. Ogni volta che l’attaccante napoletano si avvicinava al limite dell’area, da Trieste in giù, risuonava un solo grido: O TIRRAGIR.

 

Socialisti Gaudenti  Socialisti Gaudenti

Un altro vero e proprio momento cult azzurro è stata la simulazione di Immobile contro il Beglio. Alan Shearer ha definito l’attaccante della Lazio patetico. Io penso volesse solamente offrirci una buona base meme.

 

Socialisti Gaudenti  Socialisti Gaudenti

Fantastico perchè si può estrapolare il buon Ciro e inserirlo nei contesti più disparati, come nel caso precedente, oppure utilizzaro per esprimere qualsiasi concetto. Ciro Immobile is the new Drake.

 

OE24  OE24

Medesimo destino per l’immagine che condensa al meglio i 120 minuti della finale. Russi, polacchi, inglesi,  francesi e persino arabi, basta scrivere il nome del capitano della nostra nazionale su instagram per rendersi conto quanto, quella tra Chiellini e Saka, al momento, sia forse la base meme più diffusa a livello globale.

 

Il Mugugno Genovese  Il Mugugno Genovese

Come avete potuto capire dall’immagine precedente, anche i tedeschi hanno fatto un raccolta dei meme più divertenti di re Giorgio, così diffusi che ormai è anche difficile sancirne la provenienza. Fra i tanti io ho scelto quella de Il mugugno genovese. Lo sapevate che l’inghilterra deve ancora dei soldi alla Repubblica di Genova, sono i diritti d’autore sulla bandiera.

 

Meme dell’autore  Meme dell’autore

Un altro momento curioso è stato l’atteggiamento ostentatamente positivo del difesore juventino con Jordi Alba, capitano della Spagna, prima della lotteria dei rigori. Sostituite il terzino iberico a Saka nei panni dell’omino bianco. Da ora in poi per me Chiellini avrà sempre le sembianze del mostro rosa che si aggrappa.

 

Hipster Democratici  Hipster Democratici

I fatti del campo possono essere utilizzati come parobole per ironizzare sulle più scottanti vicende d’attualità. Vedasi Bonucci leggasi Imen Jane.

 

I primi a sfottere gli inglesi utilizzando il loro stesso inno dopo la sconfitta con l’Italia sono stati gli scozzesi. Un plauso al social media manager di Poste Italiane che ha colto la balla al balzo.

 

Ma è su Twitter che la comunità online ha dato il suo meglio. I calciatori italiani, che parlino o meno l’inglese, non riescono a non gesticolare, il loro contrappunto non si esprime solo a parole, le proteste con gli arbitri fornivano gli esempi più eclatanti. Il tipico gesto della “mano all’italiana” sfoggiato da Barella nel match contro l’Austria è diventato un vero e proprio meme mondiale. #dimmicheseiitalianosenzadirmicheseiitaliano.

 

Marco D. Simone  Marco D. Simone

Per finire, il mio preferito.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >