luci di emergenza

Sicurezza sul lavoro: cos’è l’illuminazione di emergenza e perché è importante

Poter contare su un sistema di illuminazione di emergenza è fondamentale per riuscire a gestire nel migliore dei modi le situazioni più o meno critiche in cui viene a mancare la luce. È per questo motivo che esistono delle norme ben precise sull’argomento, che prevedono l’installazione in determinati luoghi di lampade con determinate caratteristiche. L’obiettivo di tali regole, ovviamente, è quello di garantire la massima sicurezza sul lavoro e l’incolumità di chi occupa gli edifici.

Dal semplice blackout all’interruzione della fornitura di energie elettrica per eventi più pericolosi come incendi o terremoti: sono tanti i motivi per cui la luce può venire a mancare. In situazioni di questo tipo è necessario che vi sia un’illuminazione di emergenza che consente di individuare rapidamente le vie di uscita e fornire agli eventuali soccorritori tutto l’aiuto di cui hanno bisogno per portare avanti il loro lavoro.

 

Le funzioni dell’illuminazione di emergenza

Proprio perché le situazioni possono essere diverse, solitamente l’illuminazione di emergenza viene suddivisa in due componenti. L’illuminazione di riserva è quella che entra in gioco nei casi meno gravi: in pratica la sua funzione è quella di consentire ai lavoratori di proseguire la loro normale attività.

luci di emergenza

 

L’illuminazione di sicurezza, invece, è quella che si attiva nei casi più critici ed ha come obiettivo quello di salvaguardare la sicurezza delle persone.

L’illuminazione di sicurezza persegue il suo obiettivo tramite tre funzioni distinte:

  • Permette di individuare i percorsi e le vie di esodo.
  • Impedisce che si scateni il panico, soprattutto nelle zone ampie ed in quelle attraversate dalle vie di uscita.
  • Illumina in modo adeguato le aree ad alto rischio, ovvero quelle in cui gli operatori devono portare a termine operazioni che sono potenzialmente pericolose.

Le lampade giuste per garantire la massima sicurezza

In base alle caratteristiche dell’edificio ed alla funzione che ricoprono, le lampade che compongono l’impianto di illuminazione di emergenza devono presentare dei requisiti ben precisi. Le lampade disponibili, infatti, possono essere molto diverse tra loro: navigando sul sito di RS Components, punto di riferimento internazionale per la fornitura di industrie ed imprese, se ne possono trovare diverse tipologie.

I modelli di lampade più diffusi sono quelli a pannello, quelli ad incasso, quelli a parete, i doppi faretti e le luci LED per l’indicazione delle uscite. Per individuare le lampade più adatte alle proprie esigenze bastano pochi clic; utilizzando i filtri di ricerca infatti si possono impostare le caratteristiche desiderate: marchio, dimensioni, durata, tipo di luce e di lampada, wattaggio, luminosità, tensione ed altro ancora.

luci di emergenza

Le caratteristiche delle lampade di emergenza ed il loro posizionamento

Il sistema di illuminazione di emergenza deve essere progettato e realizzato a regola d’arte. La parte più importante dell’impianto è rappresentato dalle segnalazioni delle vie di uscita, che devono presentare degli adeguati parametri in termini di visibilità, colore, posizione e dimensioni. Una volta sistemata la segnalazione delle vie di esodo si potrà procedere con la previsione degli elementi addizionali per garantire l’illuminamento minimo previsto dalle norme.

L’impianto nel suo complesso deve comprendere vari elementi, sistemati, oltre che ad ogni uscita di emergenza, nei pressi delle scale (facendo in modo che ogni rampa sia ben illuminata), ad ogni variazione di livello del pavimento, vicino ai cambi di direzione e alle diramazioni dei corridoi, nei pressi della cassetta del pronto soccorso e dell’allarme e dell’attrezzatura antincendi. Inoltre, deve essere ben illuminata anche la zona all’esterno di ciascuna uscita.

Gli apparecchi che compongono l’illuminazione di emergenza si possono distinguere in base al loro funzionamento. La distinzione più comune è quella tra apparecchi permanenti e apparecchi non permanenti. Si parla di illuminazione permanente quando le lampade rimangono sempre accese, mentre quella non permanente è composta da lampade che si accendono solo nel caso in cui si verifichi un guasto o un’interruzione dell’illuminazione ordinaria.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >