Ambiente
di Lucrezia Costantino 29 Settembre 2020

Un timer può impedire la prossima emergenza climatica?

Immaginatevi di fare una passeggiata da soli a Manhattan. C’è il sole e l’aria è fresca. E’ finita l’estate e l’autunno è alle porte. Nonostante il periodo storico, siete spensierati. Tutto è nella norma quando ad un certo punto il vostro sguardo guarda verso l’alto e notate che ci sono dei numeri su un grattacielo.

7 years, 98 days, 20:16:00

E’ un timer e i numeri riportati non rappresentano un classico conto alla rovescia ma quella che, si prospetta, sia la prossima emergenza climatica. Si chiama Climate Clock e gli ideatori sono gli artisti Gan Golan e Andrew Boyd. Se prima su quel grattacielo c’era un orologio che segnava l’orario della giornata, adesso viene misurato il tempo che manca alla prossima catastrofe naturale.

“The Earth has a deadline”

Sono queste le parole che hanno preceduto il timer lo scorso 19 settembre in occasione della Climate Week. Il timer sarà visibile fino al 27 settembre, termine della settimana del clima. Sono numeri importanti a cui bisogna dare peso. Gli ideatori tengono molto a questa iniziativa: infatti si è pensato di spostare questo timer da un’altra parte.

Come si può prevedere un’emergenza climatica?

Chiederselo è inevitabile. Dietro ci sono esperti che hanno studiato per anni le sorti dell’ecosistema e sembra proprio che la prossima emergenza climatica sia prevista tra sette anni e 98 giorni. Per l’occasione è stato creato un sito internet, climateclock.world, dove si può controllare in tempo reale il timer che ci porta alla prossima emergenza climatica. Il sito è aggiornato continuamente: nella home page ci sono dei video in cui viene spiegato il perché abbiamo bisogno di un orologio climatico e come possiamo, in qualche modo, nel nostro piccolo, dare una mano. C’è anche un simpatico tutorial su come creare un orologio climatico fai da te e cosa ci ha insegnato e ci insegna il Covid-19 sul cambiamento climatico. Nonostante questa pandemia abbia cambiato le sorti della popolazione in negativo, durante il lockdown l’aria era diversa e questa non era semplicemente una nostra sensazione ma è stato un dato di fatto: basti vedere le acque di Venezia, queste non erano così limpide da tempo.

Si può evitare una catastrofe naturale? Nì. Per far sì che ciò avvenga dobbiamo iniziare a guardare oltre il nostro naso. La situazione climatica non è delle migliori, nonostante molte società aeronautiche e automobilistiche si stiano impegnando nel creare mezzi a emissione zero. Un punto di partenza è stato definito durante l’accordo di Parigi arrivando alla conclusione che per evitare disagi ambientali, il mondo deve impedire che la temperatura globale superi le soglie di 1,5-2°C sopra le medie.

Visti i dati, viste le circostanze, un orologio può impedire disastri ambientali? Sì. Lo scopo è proprio questo: non è terrorismo psicologico e neanche Black Mirror. E’ la realtà. Ora sta a noi rimboccarci le maniche e cercare di evitare che il mondo arrivi ad uno stato peggiore. Non sottovalutiamo la cosa come abbiamo fatto durante gli inizi della pandemia. Vedete dove siamo arrivati.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

28,90 €

Al di là delle parole. Che cosa provano e pensano gli animali

Abituati ad anni ed anni a guardare documentari prima su Superquark e poi sui vari canali satellitari o su Netflix, quando si inizia a leggere Al di là delle parole di Carl Safina, libro appena uscito per Adelphi, si è convinti di sapere tutto sul mondo degli animali. E invece no, leggendo il libro si capisce come non sappiamo proprio niente.
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >