Warka tower
La Warka Tower in Etiopia
Ambiente
di Giulia Montani 26 Novembre 2019

Warka Water, l’albero della pioggia che disseta l’Etiopia

Warka Water, l’albero di bambù che sfrutta il fenomeno della condensazione per dissetare i villaggi in Etiopia. Un’invenzione tutta italiana.

Pensando alla mancanza d’acqua nelle zone più aride del pianeta, nel 2012 uno studio italiano, l’Architecture and Vision di Viterbo, ha cercato di trovare una soluzione che è diventata realtà nel 2015 in Etiopia attraverso il Warka Water, organizzazione no profit che cerca soluzioni innovative ai problemi permanenti dell’umanità.

Si chiama Warka Tower, dal nome dell’albero di fico gigante simbolo di fecondità e del luogo di aggregazione per le comunità etiopi, ed è l’albero che produce acqua intrappolando le gocce di rugiada e raccogliendo la pioggia, arrivando così a fornire circa dai 40 agli 80 lt di acqua potabile al giorno.

L’architetto titolare del progetto, Arturo Vittori, insieme ad Andreas Volger e alla sua squadra, ha creato da zero qualcosa di incredibile, utilizzando per di più, materiali naturali e facilmente reperibili come il bambù e la bioplastica.

Warka Tower Warka Water - Warka Tower in Etiopia

Warka Tower sfrutta (grazie ai materiali che lo compongono) fenomeni naturali come la gravità, la condensazione e l’evaporazione e si basa sull’escursione termica tra giorno e notte, fenomeno molto accentuato in Africa.
Ovviamente la capacità di raccolta dell’acqua dipende strettamente dalle condizioni meteorologiche. Questo, insieme alla quantità di acqua prodotta, non sufficiente a dissetare un intero villaggio, hanno portato alla sua realizzazione solo in piccole comunità in cui l’albero riesce però ad alleviare almeno in parte i disagi maggiori: l’assenza totale di acqua crea problemi estremamente gravi a livello di salute, aiutando la diffusione di malattie che conducono alla morte.

Aspetti da considerare ed estremamente favorevoli alla sua attuazione sono poi il basso costo e la facilità di assemblaggio oltre che la possibilità di lasciare il progettato in mano agli abitanti del villaggio grazie alla facilità di gestione una volta costruito.
Il progetto è stato sviluppato grazie al sostegno del Centro italiano di Cultura di Addis Abeba e dalla EIABC (Ethiopian institute od Architecture, building Construction and City Development).

Funzionamento Warka Warka Water - Funzionamento Warka

L’idea dell’albero della pioggia, nasce dall’osservazione della natura a cui gli architetti si sono ispirati: piante e insetti in grado di raccogliere e conservare l’acqua dall’aria per sopravvivere.

L’utilità e l’ingegnosità della struttura è qualcosa di straordinario che ha portato il Warka Tower a vincere svariati premi tra cui il Premio Nazionale Energy Globe e Il premio per il design nel 2019.

Warka Tower base Poet architecture Flickr - Base di Warka Tower

Come si può leggere dal sito del Warka Water, dal 2012, sono stati costruiti 12 diversi prototipi in scala reale dell’albero così da testare materiali e ambienti diversi.
Oltre alla Warka Tower, Warka Water ha sviluppato anche altri interessanti progetti legati sempre alla risoluzione di problemi sociali attraverso l’acqua come il Warka Garden, connesso alla torre e che può essere usato per la realizzazione di orti commestibili, o le Warka House, pensate per risolvere i problemi di igiene nelle case.
Warka Sanitation e Warka Solar sono poi altri progetti che vogliono andare a migliorare la vivibilità del luogo mantenendo però gli usi e le tradizioni tipiche dei posti in cui vengono costruiti.

Prototipi Warka Water - Prototipi Warka

Per quanto l’acqua venga considerata una risorsa rinnovabile, a oggi si sa che anch’essa è soggetta all’esauribilità e ciò la rende un bene ancora più prezioso. Molti sono i modi per non sprecarla e ognuno di noi ne è responsabile, ma riuscire a trovare dei sistemi che permettono di “crearla”, può di sicuro essere un’innovazione assoluta soprattutto per quei posti in cui anche solo una goccia è disponibile solo a chilometri di distanza.

Warka Tower Poet architecture Flickr - Prototipo Warka Tower

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione  completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
28,90 €

Al di là delle parole. Che cosa provano e pensano gli animali

Abituati ad anni ed anni a guardare documentari prima su Superquark e poi sui vari canali satellitari o su Netflix, quando si inizia a leggere Al di là delle parole di Carl Safina, libro appena uscito per Adelphi, si è convinti di sapere tutto sul mondo degli animali. E invece no, leggendo il libro si capisce come non sappiamo proprio niente.
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >