Ambiente
di Sandro Giorello 28 Aprile 2016

La spazzatura di un anno in un barattolo? Si può fare, vivendo Zero Waste

Zero Waste significa ridurre al minimo la produzione di rifiuti: questa ragazza ci è riuscita

zw theguardian.com - Kathryn Kellogg

 

Pensate a quanta spazzatura producete una in una settimana e vergognatevi almeno un po’: questa ragazza californiana è riuscita a contenere tutti i rifiuti generati in un anno in un piccolo barattolo da due litri.

È il grande risultato di Kathryn Kellogg, una blogger venticinquenne di Vallejo – una cittadina nei pressi di San Francisco – che da tempo ha sposato la filosofia Zero Waste. Per chi non la conoscesse, si tratta di una scelta di vita che impone l’obiettivo di ridurre drasticamente il numero di rifiuti prodotti, riciclando il più possibile ogni materiale comprato, i resti del cibo, i contenitori per gli alimenti e molto altro ancora.

 

zw2 theguardian.com - Questo barattolo contiene i rifiuti prodotti in un anno

 

Kathryn ogni giorno racconta sul suo blog, Goingzerowaste.com, tutte le nuove idee e i modi per raggiungere tale scopo. Ci spiega come pulire i mobili di casa con l’aceto utilizzando degli spruzzatori in alluminino che dureranno per sempre o come andare dal fruttivendolo e comprare le fragole senza aver bisogno di portare a casa il solito cestino di plastica  (lei le mette direttamente in un barattolo di vetro).

Usa borse per la spesa create riciclando la buccia dei legumi, non compra mai vestiti venduti all’interno di confezioni, si lava i denti con uno spazzolino di bambù e al posto del dentifricio – il cui tubetto non è riciclabile – usa una particolare pasta fatta in casa a base di bicarbonato di sodio.

 

How+to+make+dentist+approved+toothpowder+with+www.goingzerowaste goingzerowaste - Come fare il dentifricio in casa

 

L’intento sembrerebbe del tutto lodevole, ma Kathryn ogni giorno riceve mail da hater di ogni tipo: estremisti vegani o altri utenti che la accusano di essere incoerente con la filosofia che ha scelto.

Il messaggio ‘rifiuti zero’ può sembrare un ultimatum” – commenta la blogger – “Il mio ragazzo mi aveva anche consigliato di cambiare nome al sito ma ormai l’ho scelto, non saprei come chiamarlo altrimenti”.

Ovviamente è impossibile essere completamente Zero Waste, i molti blog dedicati a questo particolare stile di vita lo mettono sempre bene in chiaro. L’importante è far passare il messaggio che sia possibile: “L’importante è far sapere che esistono donne che ce la fanno in maniera più che sostenibile” – ha dichiarato Ariana Schwarz del blog parigino Paris-to-Go – “La prima volta che mi sono resa conto che, in fondo, non era così difficile non ho più cambiato”. La blogger è partita con una semplice prova di un mese, poi di tre e, alla fine, di un anno. Ora anche lei riesce a contenere tutti i suoi rifiuti in un barattolo, è circa il doppio di quello della Kellogg ma poco importa.

 

zw5 theguardian.com - Come si fa la spesa dal fruttivendolo rispettando la filosofia Zero Waste?

 

La speranza è che questa filosofia diventi sempre più diffusa, come afferma Edward Humes, autore del libro Garbology: Our Dirty Love Affair with Trash dedicato al lavoro di Bea Johnson, una delle principali pioniere del movimento Zero Waste. “Magari i vostri vicini vi guarderanno con sospetto” – commenta Humes – “I primi che hanno iniziato ad usare i pannelli solari sui propri tetti erano visti nella stessa maniera. Credo che la Zero Waste man mano si diffonderà. Tra dieci anni sarà decisamente più popolare”.

 

FONTE |  theguardian.com

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
28,90 €

Al di là delle parole. Che cosa provano e pensano gli animali

Abituati ad anni ed anni a guardare documentari prima su Superquark e poi sui vari canali satellitari o su Netflix, quando si inizia a leggere Al di là delle parole di Carl Safina, libro appena uscito per Adelphi, si è convinti di sapere tutto sul mondo degli animali. E invece no, leggendo il libro si capisce come non sappiamo proprio niente.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
9,23 €

Lampada luna 3D

Lascia entrare la luna nella tua camera. Questa bellissima lampada ti accompagnerà durante tutta la notte con una luce lunare. Fiorando la sua superficie, inoltre, sarà possibile modificare il suo colore. CARATTERISTICHE: Materiale: PLA Sorgente di luce: LED Tempo di ricarica: 2-4 ore Tempo di funzionamento: 8-10 ore Alimentazione: USB DC:5V /1A   Prodotto spedito dalla Cina. Tempi di consegna: 20/30 gg.    
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >