Art
di Stefano Yamato 28 Novembre 2011

Henri Cartier-Bresson: Google Maps al posto di una Leica

Henri Cartier-Bresson è stato più di un semplice fotografo. E’ un vero profeta per chiunque abbia mai provato ad affrontare la fotografia l’arte che rende immortale il più meraviglioso degli istanti. Nella sua carriera ci ha lasciato alcuni insegnamenti fondamentali che per i fotografi di tutto il mondo sono diventati un credo inamovibile. La sua street photography è un condensato di genio, creatività, istinto, visione ed umanità. “Osservare lì dove gli altri sanno solo vedere” questa è la frase con cui ha descritto la sua ineguagliata cifra stilistica. E per metterla in pratica ha usato sempre un solo modello di macchina fotografica, quella piccola Leica, che è diventata oggetto culto per i fotografi di diverse generazioni. “La mia Leica è letteralmente il prolungamento naturale del mio occhio” diceva Henri Cartier-Bresson, “ il modo in cui la tengo in mano, stretta stretta sulla fronte, il suo segno quando sposto da una parte all’altra il mio sguardo, mi fa sentire come l’arbitro in una partita che si svolge davanti agli occhi e di cui coglierò tutta l’atmosfera al centesimo di secondo”. Con la sua Leica ha scritto le regole che separano il fotografato dal fotografabile. La realtà che si mostra davanti a noi ogni giorno “è un diluvio caotico di elementi, il riconoscimento simultaneo, in una frazione di secondo, dell’importanza dell’evento così come l’organizzazione precisa delle forme, fornisce a quell’evento la sua espressione adeguata…”.
Cartier-Bresson non amava la tecnologia. La Leica era il solo strumento che gli ha consentiva di vivere quel dualismo tra simbiosi ed antagonismo con la realtà. Qui sotto potete ammirare il suo prolungamento visivo, quell’oggetto entrato nella storia della fotografia.
media_h
Le sue foto sono esposte ed appese in tutto il mondo. Incantano milioni di persone. Diventano didascalia per articoli di giornali, finendo spesso per diventarne la parte più importante ed informativa. Qui sotto potete ammirarne alcune:
 
media_h01
  
 
media_h02
Ma cosa accadrebbe se immaginassimo un universo parallelo in cui Henri Cartier-Bresson fosse nato oggi, come nativo digitale, ed amasse usare la tecnologia ed internet per sviluppare il suo istinto creativo?
Proviamo a fantasticare un Cartier-Bresson che invece di scendere fisicamente in strada, usi Google Maps per andare a caccia di immagini.
Anzitutto la sua Lecia sarebbe sostituita dalla futuristica macchina digitale di Google, che scatta immagini multi-dimensionali. Questa:
Media_httpwwwartfagcitycomwordpresscorewpcontentuploads200908camerahead1jpg_ctmjfhiugkapgpg
Molti fotografi storceranno il naso, gridando al sacrilegio. Siamo probabilmente d’accordo, ma siamo altrettanto certi che Henri Cartier-Bresson, in qualunque epoca o universo fosse nato, avrebbe trovato lo strumento giusto per prolungare il suo sguardo e tratteggiare i confini di una fotografia che condensa la poesia della realtà e la trasforma in documento eterno.

In questo universo parallelo, nel quale la strada ed il quotidiano di trasformano in mondo digitale, le foto di Henri Cartier-Bresson “scattate” su Google Maps probabilmente sarebbero così:
Media_httpwwwartfagcitycomwordpresscorewpcontentuploads200908floodedroad232x20500x312jpg_rncsnsrretxzihj
Media_httpwwwartfagcitycomwordpresscorewpcontentuploads200908housefire32x20500x312jpg_ybchjvmyglhdjjf
Media_httpwwwartfagcitycomwordpresscorewpcontentuploads200908sweetvalleyhigh232x20500x312jpg_bqbkrwqbjlzfbsr
Media_httpwwwartfagcitycomwordpresscorewpcontentuploads200908cornerboyz32x20500x357jpg_pybagjvuijabyax
Media_httpwwwartfagcitycomwordpresscorewpcontentuploads200908frenchkiss25x20500x400jpg_gsnhkusjqmqezzh
Media_httpwwwartfagcitycomwordpresscorewpcontentuploads200907beachscene1500x306jpg_fbzatoshudibvlu
Media_httpwwwartfagcitycomwordpresscorewpcontentuploads200908jeffwall32x20500x312jpg_qajxscwynqceaaf
Media_httpwwwartfagcitycomwordpresscorewpcontentuploads200908dutchpolice32x20500x312jpg_dtkkysgafbjlwht
Media_httpwwwartfagcitycomwordpresscorewpcontentuploads200908blockingeyesears32x20500x312jpg_aipmrdxzzdblbga
Media_httpwwwartfagcitycomwordpresscorewpcontentuploads200908sleepingonsteps32x20500x312jpg_zacgsrjbrrukiep
Media_httpwwwartfagcitycomwordpresscorewpcontentuploads200908rainnbow500x312png_drnqmxvpvfircmv
Via artfagcity.com – selezione fotografica di Jon Rafman.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Virginia Mori

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Virginia Mori Nasce a Cattolica nel 1981. Vive e lavora a Pesaro. Si perfeziona in Illustrazione e Animazione all’Istituto Statale d’Arte di Urbino, esperienza formativa che contribuisce a costruire e consolidare il suo immaginario artistico e che le permette di muovere i primi passi nella realizzazione di corti di animazione tradizionale e nell’illustrazione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >