Art
di Marco Villa 27 Giugno 2016

Queste illustrazioni spiegano perché su Facebook gli altri prendono più like di te

Perché tutti noi ogni giorno ci mettiamo davanti a una giuria che ci dà un voto con like e commenti

gente-facebook

Un tempo solo chi faceva l’attore o il politico aveva la consapevolezza di essere parte di una recita pubblica. Dal palco di un teatro a quello di un comizio, le differenze non erano tante e c’era sempre una grande certezza: un pubblico pronto ad applaudire o fischiare. Certo, che si trattasse di attori o politici, si parlava comunque di professionisti in grado di reggere -quasi sempre- il giudizio degli altri. Oggi le cose sono cambiate in modo drastico: tutti noi siamo soggetti a giudizio e il risultato non può essere nascosto.

Il luogo non è più il palco, ma Facebook: foto, commenti, like, tutti elementi che indicano il successo o la disgrazia di una persona. Con i social network è diventato evidente che siamo sempre sottoposti al voto di una giuria e che i giurati ovviamente possono essere manipolati in modo tutt’altro che complicato. Da questi assunti è nata l’idea di People on FB, progetto dell’illustratrice italiana Giovanna Giuliano, che abbiamo contattato per una breve intervista.

 

 

Inizierei con una tua breve presentazione: qual è la tua storia?
Come tanti illustratori non sapevo fosse questa la mia strada, si è formata pian piano. Sono sempre stata attratta dai colori e dai pennarelli, era il mio gioco preferito fin da piccola. Ho frequentato l’istituto d’arte a Trieste, mi sono laureata in grafica pubblicitaria all’Accademia di Belle Arti di Venezia e ho iniziato a lavorare come grafico pubblicitario freelance una decina di anni fa. Dalla grafica sono passata pian piano all’illustrazione fino a dedicarmici completamente da gennaio di quest’anno. Non potevo fare scelta migliore. Non tornerò mai più indietro.

05f7de36761353.5731f5aadc16a

In queste illustrazioni poni l’attenzione sul fatto che la nostra vita online è costantemente sottoposta al voto di una giuria, formata dai nostri amici sui social network: la vedi come una cosa snervante o stimolante?
Secondo me i social bisogna prenderli per il verso giusto. Io trovo che siano un buon mezzo per restare in contatto con tantissimi colleghi e avere un’opinione sul proprio lavoro da amici ma soprattutto da altri illustratori. Preferisco i commenti ai semplici like, ma non la vivo in maniera snervante. Non sono sicuramente dati su cui basare il proprio lavoro e tantomeno la propria vita. A volte la quantità di “like” o di cuoricini può condizionare un po’ le scelte di un’artista. Però credo che importante sia disegnare quello che vuoi raccontare tu, non quello che le persone vogliono sentirsi dire.

Nelle illustrazioni hai collegato comportamenti e immagini con reazioni in termini di commenti, like e interazioni, come a dire che c’è uno schema fisso che segue poche variabili piuttosto prevedibili. Qual è secondo te la combo peggiore, quella che è sfacciatissima, ma riscuote sempre like a profusione?
Ci sono persone che si basano molto sulla quantità di like raggiunta e alle volte ne fanno quasi una questione di vita o di morte. Ognuno usa i social come meglio crede e si fa “coinvolgere” dal successo riscosso. Se vuoi avere un sacco di like comunque postare selfie e gattini è sempre una garanzia.

92f84836761353.5731f5aadbbc2

 

Di nuovo, questa facilità può condizionare un’artista? Mi spiego: non solo per un singolo, ma anche per un artista può essere facile individuare quegli elementi che possono garantire una diffusione esponenziale di una propria opera.
Mah, ci sono talmente tante variabili da calcolare che non credo nessuno abbia la ricetta segreta per raggiungere “tutto e tutti”. Dopo un po’ di tempo a pascolare su Facebook, su Tumblr etc etc però si riescono ad individuare alcuni elementi che effettivamente possono far diffondere il tuo lavoro in maniera più ampia. Postare agli orari giusti, evitare i post della domenica e nei giorni di festa in generale (se a Natale sei su Facebook non va bene!), postare lavori dove tante persone si identificano o trovano collegamenti con la loro storia e poi, sui social o in qualsiasi altro luogo, produrre lavori di qualità che raccontino una storia, possibilmente la propria storia.

Se dovessi indicare tre nomi di artisti che ti hanno spinto a fare questo lavoro, chi diresti?
Artisti che con le loro illustrazioni mi hanno spinto a fare questo lavoro sono tantissimi, a vagonate direi! Tra chi ha fatto nascere in me l’amore profondo per l’illustrazione ne cito alcuni: la mia professoressa d’illustrazione all’accademia di Venezia e grande illustratrice Marilena Nardi, poi Lorenzo Mattotti, Malika Favre, Jean Jullien ed Emiliano Ponzi.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

17,32 €

Kit tie dye

Kit tie dye, utilizzabile con tessuti come il cotone e rayon. Perfetti per personalizzare qualsiasi capo, dalle tshirt, ai jeans, fino a borse e sciarpe. Caratteristiche: 12/10/8/18 coloranti 8 colori: rosso, arancione, giallo, verde, blu scuro, viola, marrone, nero  10 colori: rosso, arancione, giallo, verde, acido orange, blu navy, blu scuro, viola, marrone, nero  12 colori: viola profondo rosso, rosso, arancione, giallo, verde, arancione acido, blu navy, blu scuro, viola, viola, marrone, nero  18 colori versione: fucsia, rosso, arancione, giallo, acid orange, verde, blu scuro, blu chiaro, viola, blu, viola scuro, marrone, nero, corallo rosso, rosso vino, verde oliva, rosa, verde acqua, blu chiarissimo 40 bande di gomma 8 guanti usa e getta 1 tovaglia 1  manuale Prodotto spedito dalla Cina.Tempi di consegna: 20/30  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Virginia Mori

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Virginia Mori Nasce a Cattolica nel 1981. Vive e lavora a Pesaro. Si perfeziona in Illustrazione e Animazione all’Istituto Statale d’Arte di Urbino, esperienza formativa che contribuisce a costruire e consolidare il suo immaginario artistico e che le permette di muovere i primi passi nella realizzazione di corti di animazione tradizionale e nell’illustrazione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >