Art
di Marco Villa 27 Giugno 2016

Queste illustrazioni spiegano perché su Facebook gli altri prendono più like di te

Perché tutti noi ogni giorno ci mettiamo davanti a una giuria che ci dà un voto con like e commenti

gente-facebook

Un tempo solo chi faceva l’attore o il politico aveva la consapevolezza di essere parte di una recita pubblica. Dal palco di un teatro a quello di un comizio, le differenze non erano tante e c’era sempre una grande certezza: un pubblico pronto ad applaudire o fischiare. Certo, che si trattasse di attori o politici, si parlava comunque di professionisti in grado di reggere -quasi sempre- il giudizio degli altri. Oggi le cose sono cambiate in modo drastico: tutti noi siamo soggetti a giudizio e il risultato non può essere nascosto.

Il luogo non è più il palco, ma Facebook: foto, commenti, like, tutti elementi che indicano il successo o la disgrazia di una persona. Con i social network è diventato evidente che siamo sempre sottoposti al voto di una giuria e che i giurati ovviamente possono essere manipolati in modo tutt’altro che complicato. Da questi assunti è nata l’idea di People on FB, progetto dell’illustratrice italiana Giovanna Giuliano, che abbiamo contattato per una breve intervista.

 

 

Inizierei con una tua breve presentazione: qual è la tua storia?
Come tanti illustratori non sapevo fosse questa la mia strada, si è formata pian piano. Sono sempre stata attratta dai colori e dai pennarelli, era il mio gioco preferito fin da piccola. Ho frequentato l’istituto d’arte a Trieste, mi sono laureata in grafica pubblicitaria all’Accademia di Belle Arti di Venezia e ho iniziato a lavorare come grafico pubblicitario freelance una decina di anni fa. Dalla grafica sono passata pian piano all’illustrazione fino a dedicarmici completamente da gennaio di quest’anno. Non potevo fare scelta migliore. Non tornerò mai più indietro.

05f7de36761353.5731f5aadc16a

In queste illustrazioni poni l’attenzione sul fatto che la nostra vita online è costantemente sottoposta al voto di una giuria, formata dai nostri amici sui social network: la vedi come una cosa snervante o stimolante?
Secondo me i social bisogna prenderli per il verso giusto. Io trovo che siano un buon mezzo per restare in contatto con tantissimi colleghi e avere un’opinione sul proprio lavoro da amici ma soprattutto da altri illustratori. Preferisco i commenti ai semplici like, ma non la vivo in maniera snervante. Non sono sicuramente dati su cui basare il proprio lavoro e tantomeno la propria vita. A volte la quantità di “like” o di cuoricini può condizionare un po’ le scelte di un’artista. Però credo che importante sia disegnare quello che vuoi raccontare tu, non quello che le persone vogliono sentirsi dire.

Nelle illustrazioni hai collegato comportamenti e immagini con reazioni in termini di commenti, like e interazioni, come a dire che c’è uno schema fisso che segue poche variabili piuttosto prevedibili. Qual è secondo te la combo peggiore, quella che è sfacciatissima, ma riscuote sempre like a profusione?
Ci sono persone che si basano molto sulla quantità di like raggiunta e alle volte ne fanno quasi una questione di vita o di morte. Ognuno usa i social come meglio crede e si fa “coinvolgere” dal successo riscosso. Se vuoi avere un sacco di like comunque postare selfie e gattini è sempre una garanzia.

92f84836761353.5731f5aadbbc2

 

Di nuovo, questa facilità può condizionare un’artista? Mi spiego: non solo per un singolo, ma anche per un artista può essere facile individuare quegli elementi che possono garantire una diffusione esponenziale di una propria opera.
Mah, ci sono talmente tante variabili da calcolare che non credo nessuno abbia la ricetta segreta per raggiungere “tutto e tutti”. Dopo un po’ di tempo a pascolare su Facebook, su Tumblr etc etc però si riescono ad individuare alcuni elementi che effettivamente possono far diffondere il tuo lavoro in maniera più ampia. Postare agli orari giusti, evitare i post della domenica e nei giorni di festa in generale (se a Natale sei su Facebook non va bene!), postare lavori dove tante persone si identificano o trovano collegamenti con la loro storia e poi, sui social o in qualsiasi altro luogo, produrre lavori di qualità che raccontino una storia, possibilmente la propria storia.

Se dovessi indicare tre nomi di artisti che ti hanno spinto a fare questo lavoro, chi diresti?
Artisti che con le loro illustrazioni mi hanno spinto a fare questo lavoro sono tantissimi, a vagonate direi! Tra chi ha fatto nascere in me l’amore profondo per l’illustrazione ne cito alcuni: la mia professoressa d’illustrazione all’accademia di Venezia e grande illustratrice Marilena Nardi, poi Lorenzo Mattotti, Malika Favre, Jean Jullien ed Emiliano Ponzi.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
50,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >