Art
di Raffaele Portofino 14 novembre 2018

A Roma è apparso un gigantesco murales di Jeeg Robot

Il murales di Jeeg Robot a Tor Bella Monaca fatto da Solo è veramente bello

Jeeg Robot torna a Roma, ma stavolta non c’entra Claudio Santamaria coi superpoteri che combatte lo Zingaro Luca Marinelli nel film di Gabriele Mainetti, anche se il film di certo ha ispirato questo gigantesco murales.

È stato fatto dall’artista Solo a Tor Bella Monaca, il quartiere in cui vive il supereroe romano con la maschera di lana di Jeeg.

Il Jeeg ritratto in questa opera è quello vero, creato da Go Nagai per garantirci anni di felicità durante la fanciullezza negli ’80. Al centro dell’opera c’è Miwa, il cui compito è quello di lanciare i componenti a Hiroshi, che sfreccia senza casco con la sua moto e poi si getta da una scarpata, diventa una creatura intermedia, una versione cyborg di se stesso, poi fa una capriola e diventa la testa di Jeeg, in attesa del resto del corpo gentilmente offerto dalla collega.

Un super omaggio per uno degli eroi più più epici e famosi che abbiano mai calcato i palinsesti delle tv regionali negli anni d’oro dell’animazione giapponese, ma anche un modo per non far sentire la gente sola, abbandonata a se stessa.

 

CORRELATI >