Art
di Simone Stefanini 16 Gennaio 2020

La bellezza decadente dei dagherrotipi deteriorati dell’Ottocento

La prima forma di fotografia è ancora oggi molto affascinante non solo per fini sociologici: le immagini modificate dal tempo diventano decadenti

Sapete tutti cos’è il dagherrotipo? Vediamo qualche mano alzata, ma forse è meglio spiegare a chi non era nato nel 1800: è stato il primo procedimento fotografico che sviluppava immagini non riproducibili, messo a punto dal francese  Louis Jacques Mandé Daguerre, da cui trae anche il nome. Questo è il procedimento, per gentile concessione di Wikipedia:

“Il dagherrotipo si ottiene utilizzando una lastra di rame su cui è stato applicato elettroliticamente uno strato d’argento, quest’ultimo sensibilizzato alla luce con vapori di iodio. La lastra deve, quindi, essere esposta entro un’ora e per un periodo variabile tra i 10 e i 15 minuti. Lo sviluppo avviene mediante vapori di mercurio a circa 60 °C, che rendono biancastre le zone precedentemente esposte alla luce. Il fissaggio conclusivo si ottiene con una soluzione di tiosolfato di sodio, che elimina gli ultimi residui di ioduro d’argento.”

Quella che vedete qua sotto è una selezione di immagini della Library of Congress  di pubblico dominio. Questi ritratti sono stati realizzati col modello in posa, spesso con un morsetto che teneva la testa, per mantenerla ferma nei minuti necessari. Come potete vedere, i dagherrotipi sono soggetti a modifiche che col tempo li rendono decadenti: sono sensibili a graffi, polvere, capelli, il vetro si può rovinare, creando nuove opere ancora più affascinanti.

Le immagini che vedete qui sotto provengono dallo studio di Mathew Brady, noto per i suoi ritratti di celebrità e per la sua documentazione della Guerra Civile, che gli valse il titolo di Padre del fotogiornalismo.

 

Ritratto del Presidente Americano James Buchanan (fra il 1844 e il 1860)  Ritratto del Presidente Americano James Buchanan (fra il 1844 e il 1860)

 

Ritratto di Joshua R. Giddins, del Congresso Americano (fra il 1844 e il 1860)  Ritratto di Joshua R. Giddins, del Congresso Americano (fra il 1844 e il 1860)

 

Ritratto di anonima (fra il 1844 e il 1860)  Ritratto di anonima (fra il 1844 e il 1860)

 

Ritratto di trentenne anonima (fra il 1844 e il 1860)  Ritratto di trentenne anonima (fra il 1844 e il 1860)

 

Ritratto di Emma Gillingham Bostwick (fra il 1851 e il 1860)  Ritratto di Emma Gillingham Bostwick (fra il 1851 e il 1860)

 

Ritratto di anonimo (fra il 1844 e il 1860)  Ritratto di anonimo (fra il 1844 e il 1860)

 

Ritratto di James J. Mapes (fra il 1844 e il 1860)  Ritratto di James J. Mapes (fra il 1844 e il 1860)

 

Ritratto di un signore di 40 anni con suo figlio di 14 (fra il 1850 e il 1860)  Ritratto di un signore di 40 anni con suo figlio di 14 (fra il 1850 e il 1860)

 

Ritratto di un quarantenne e di sua figlia, in tenuta orientale (fra il 1850 e il 1860)  Ritratto di un quarantenne e di sua figlia, in tenuta orientale (fra il 1850 e il 1860)

 

Ritratto di una attrice di teatro non identificata  (fra il 1844 e il 1860)  Ritratto di una attrice di teatro non identificata  (fra il 1844 e il 1860)

 

Ritratto di anonima (fra il 1850 e il 1860)  Ritratto di anonima (fra il 1850 e il 1860)

 

Ritratto di William C. Bouck (fra il 1844 e il 1859)  Ritratto di William C. Bouck (fra il 1844 e il 1859)

 

Ritratto di anonimo (fra il 1844 e il 1860)  Ritratto di anonimo (fra il 1844 e il 1860)

 

Ritratto di Mary Woodborn Greenley (fra il 1844 e il 1860)  Ritratto di Mary Woodborn Greenley (fra il 1844 e il 1860)

 

Ritratto di persona non identificata (fra il 1844 e il 1860)  Ritratto di persona non identificata (fra il 1844 e il 1860)

 

FONTE | publicdomainreview.org

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
55,59 €

Macchina fotografica a pellicola 35 mm

Macchina fotografica a pellicola 35 mm, modello vintage. Piccola e leggera, divertiti a immortalare ogni momento in versione analogica. Caratteristiche: Built-in flash Pellicola della macchina fotografica (35mm) Disponibile in Verde, Rosa, Viola, Nero, Blu, Oro, Argento Fonte di energia: 1 x batteria alcalina AAA (non inclusa)   Prodotto spedito dalla Cina. Tempi di consegna: 20/30
36,90 €

Orologio da tavolo vintage

Dal design minimal, l'orologio da tavolo con flip-page è perfetto per la tua scrivania, donando un tocco vintage al tuo studio o alla tua casa. CARATTERISTICHE: Dimensioni: 195mm x 170 millimetri Non include batterie Prodotto spedito dalla Cina, Stati Uniti o Repubblica Ceca. Tempi di consegna: 20/30 gg.
19,90 €

Milano Music Map

Un poster con una speciale mappa di Milano fatta con i nomi delle band e dei musicisti che abitano le rispettive zone. Un oggetto di arredo per tutti i milanesi appassionati di musica!  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >