La mostra CHILDREN a Bologna
La mostra CHILDREN a Bologna
Art
di Giulia Montani 25 Novembre 2019

McCurry, Erwitt e Mitidieri in un’unica mostra, per i diritti dei bambini

CHILDREN: per la prima volta, gli scatti di tre grandi fotografi (McCurry, Erwitt e Mitidieri) sono esposti in un’unica mostra per i diritti dei bambini.

A Bologna, fino al 6 gennaio all’Auditorium Enzo Biagi della biblioteca Salaborsa, è possibile visitare la mostra fotografica CHILDREN, che celebra i diritti dei bambini.

Realizzata in occasione della giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, CHILDREN è la mostra che per la prima volta riunisce tre grandi fotografi: McCurry, Erwitt e Mitidieri.

Bylakuppe, India, 2001 ©Steve McCurry  Bylakuppe, India, 2001 ©Steve McCurry

Attraverso le loro foto, i 3 artisti mirano a mostrare l’importanza dei diritti dei bambini, troppo spesso negati e aggravati da situazioni di povertà, sfruttamento o di guerra.
Il gioco, lo studio e la salute, sono diritti imprescindibili di ogni bambino che ovunque dovrebbero essere protetti.
La Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, si celebra ogni anno il 20 novembre, data in cui è stata inaugurata la mostra.

Erwitt  USA, Colorado, 1955 © Elliott Erwitt

A 30 anni dalla Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, l’inaugurazione di CHILDREN, a cura di Monica Fantini e Fabio Lazzari con le fotografie a cura di Biba Giacchetti, si propone di presentare la volontà dei 3 autori di testimoniare l’importanza del tema attraverso gli scatti fatti ai bambini incontrati negli angoli più remoti del mondo e soprattutto dove i loro diritti primari di libertà, giustizia, pace e uguaglianza, non sono rispettati.
Tocca agli adulti il compito di preservare questi diritti per garantire un futuro migliore a tutti.

I fotografi della mostra CHILDREN

L’importanza del tema, viene evidenziata dall’unione, per la prima volta, degli scatti di tre grandi fotografi: McCurry, Erwitt e Mitidieri.

Stili diversi vengono accomunati dallo stesso obiettivo: mostrare ciò che i fotografi hanno potuto vedere coi loro occhi e passarci quegli stessi sentimenti provati durante lo scatto, per farci riflettere sul tema della mostra e sull’importanza della lotta per i diritti dei bambini.

Mitidieri  Bombay, 1992 ©Dario Mitidieri – USA, Colorado

Dalle immagini a colori di Steve McCurry, capaci di meravigliare attraverso sguardi espressivi e intensi, a quelle in bianco e nero di Dario Mitidieri, che sconvolge attraverso foto rappresentative di apparente normalità in cui si nascondono storie di battaglie importanti, mostrandoci così la banalità del male descritta da Hannah Arendt.
Con Elliott Erwitt cogliamo invece l’infanzia nel suo scorrere, nel suo farsi futuro e storia al contempo.

Il tema principale che accomuna gli scatti, è quello del gioco e della spensieratezza, legati a una crescita sprovvista di queste caratteristiche, richiamate dalla scenografia di Peter Bottazzi attraverso strutture in legno che richiamano a giostre per bambini.

La mostra CHILDREN a Bologna  La mostra CHILDREN a Bologna

Una mostra incredibile tutta da visitare, per lasciarsi toccare nel profondo e condividere il più possibile l’importanza dell’infanzia dei bambini in tutto il mondo.

La mostra CHILDREN a Bologna  La mostra CHILDREN a Bologna

 

Tutte le informazioni sulla mostra al sito ufficiale di Children Bologna

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >