Il nuovo logo di HP è davvero bellissimo

Era stato rifiutato cinque anni fa, oggi è sui laptop premium. Perché del design non si butta via niente

Il logo nuovo, e allo stesso tempo un po' vecchio di HP The Verge - Il logo nuovo, e allo stesso tempo un po’ vecchio di HP

 

Flashback: metà dicembre 2011. Il rinnovo di HP a cui sta lavorando il CEO Meg Whitman non passa solo attraverso l’impegno dell’azienda a sviluppare nuovi PC e tablet: l’auspicato rilancio dovrebbe avvenire anche attraverso un nuovo logo, ideato partendo dallo storico marchio del 1941 rivisto in chiave minimalista.

Moving Brands, l’agenzia di branding che dal 2008 lavora sul marchio, firma il progetto. Il processo di sintesi è formalmente interessantissimo: dalle due lettere minuscole che caratterizzano il logotipo si passa a quattro rettangoli, inclinati di 13 gradi, come vediamo nell’immagine qui sotto.

 

FIGURA 01

 

Ma il progetto di identità visiva è ancora più ambizioso, e prevede anche di applicare ai testi, alle strisce colorate sulle confezioni, agli sfondi di smartphone e tablet la stessa inclinazione, immaginando in futuro – in teoria il 2021, in pratica probabilmente mai – di sintetizzare ulteriormente il logo fino a renderlo un singolo rettangolo, una specie di slash sempre inclinato di 13 gradi, un percorso inverso rispetto a quello intrapreso da FIAT tra il 1968 e il 1998, che possiamo vedere qui sotto.

 

FIGURA 02

 

Tutto molto bello. Troppo. Ma il progetto viene bloccato. Perché?

Andiamo avanti veloce, metà aprile 2015. Con un post sul blog ufficiale della società, la Whitman svela il nuovo logo di Hewlett Packard Enterprise, la parte della società che a seguito di una divisione interna si trova ad operare nell’ambito delle forniture di hardware alle imprese, in sostanza la multinazionale si divide in due.

 

nuovo logo hp   Tutto cambia: il logo Hewlett Packard Enterprise.

 

Svolta. Svincolando i due business l’uno dall’altro, diventa possibile avere un’identità visiva rassicurante per il mercato B2B, e necessario identificare una strada differente per quello consumer.

Ora, provate voi a trovare una soluzione migliore di quella proposta poco più di quattro anni prima da Moving Brands. Sicuramente all’HP ci avranno provato (o quantomeno un pensiero ce lo avranno fatto), ma avendo nel cassetto un progetto di rebranding adatto, costato molto in termini economici e di tempo speso, dal momento che si parla di uno studio durato tre anni, è comprensibile che abbiano valutato di tirarlo fuori dal congelatore per metterlo alla prova sul campo.

Del resto il laptop HP premium su cui verrà applicato il “nuovo” logo dovrà fare breccia nei cuori di un pubblico abituato al design e alla qualità della comunicazione di Apple e Samsung, e quindi più che pronto ad apprezzare (almeno in teoria) i 13 gradi HP

 

HP Particle from Moving Brands® on Vimeo.

 

Guardando la vicenda al punto di vista di un amante del buon design, verrebbe da dire che tutto è bene quel che finisce bene. Ma il percorso tortuoso che ha dovuto affrontare questo marchio, gli anni che hanno separato i primi rumors dall’uscita ufficiale, la mancanza di un vero colpo di teatro capace di catalizzare l’attenzione mediatica, e l’assenza di un lavoro di storytelling in grado di raccontare prima l’evoluzione del brand per poi sintetizzarla in un segno grafico potente, ha davvero depotenziato l’operazione.

Come dire: è uscito il “vecchio” nuovo logo di HP. Wow, che noia.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

36,90 €

Orologio da tavolo vintage

Dal design minimal, l'orologio da tavolo con flip-page è perfetto per la tua scrivania, donando un tocco vintage al tuo studio o alla tua casa. CARATTERISTICHE: Dimensioni: 195mm x 170 millimetri Non include batterie Prodotto spedito dalla Cina, Stati Uniti o Repubblica Ceca. Tempi di consegna: 20/30 gg.
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
55,59 €

Macchina fotografica a pellicola 35 mm

Macchina fotografica a pellicola 35 mm, modello vintage. Piccola e leggera, divertiti a immortalare ogni momento in versione analogica. Caratteristiche: Built-in flash Pellicola della macchina fotografica (35mm) Disponibile in Verde, Rosa, Viola, Nero, Blu, Oro, Argento Fonte di energia: 1 x batteria alcalina AAA (non inclusa)   Prodotto spedito dalla Cina. Tempi di consegna: 20/30
70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
19,90 €

Milano Music Map

Un poster con una speciale mappa di Milano fatta con i nomi delle band e dei musicisti che abitano le rispettive zone. Un oggetto di arredo per tutti i milanesi appassionati di musica!  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >