Accordo Instagram & Hipstamatic: l’app photo social perfetta è fatta

Geek
di Stefano Disastro facebook 21 marzo 2012 15:23
Accordo Instagram & Hipstamatic: l’app photo social perfetta è fatta

Per la serie, “i sogni proibiti diventano realtà”
o anche “parole d’ordine: fluidità, semplificazione, condivisione”

La scorsa settimana Instagram ha raggiunto i 27 milioni di utenti, diventando non solo uno dei più popolari servizi di photo-sharing sul mercato, ma uno dei social network mondiali a crescita più rapida (i suoi utenti sono triplicati negli ultimi sei mesi) e tutto questo essendo un social network essenzialmente “chiuso”: è disponibile solo per iPhone (e chissà cosa succederà quando la versione Android, promessa da mesi, sarà pronta…) e soprattutto gli utenti possono inserire le proprio foto solo su e tramite Instagram (a differenza di Facebook, Twitter, Google +, e Flickr, che consentono l’importazione da praticamente ovunque).

Insomma da 1 annetto buono è Istagram-Mania ma evidentemente non basta, tutto è pronto per cambiare ed evolversi ulteriormente.

Da oggi Hipstamatic, altra app ‘storica’ di foto dal gusto retro, annuncia una partnership con Instagram che permetterà di scattare foto con Hipstamatic e caricarle direttamente in Instagram con un solo click.
E’ la prima volta che Instagram apre questa piattaforma API a terzi.

“Quando abbiamo iniziato era tutto su Facebook e Flickr e Twitter. Mentre ora stiamo vedendo un cambiamento enorme nella nostra base di utenti verso Instagram”, dice il co-fondatore e CEO di Hipstamatic Lucas Buick. “Non siamo mai stati un’azienda di social-networking, ma abbiamo chiaramente tutto l’interesse e la volontà di sfruttare le reti sociali. Quindi questa sarà la prima applicazione al di fuori di Instagram che consente di utilizzare la loro rete. Questo è davvero cool per noi “.

Da oggi infatti (o comunque nei prossimi giorni), quando gli utenti scatteranno una foto con Hipstamatic, avranno la possibilità di uplodare la foto in Instagram, proprio come si può fare un check-in di Foursquare su Twitter. Gli hipsta-utenti potranno taggare le foto con il particolare obiettivo, pellicola e flash utilizzata, e aggiungere commenti – il tutto direttamente da Hipstamatic. Su Instagram la foto apparirà con dicitura: ‘Fatta con Hipstamatic’.

“E’ davvero tutto qui, molto semplice: la gente posta già parecchie foto fatte in Hipstamatic su Instagram, e vogliamo solo permettere che questo sia più facile”, afferma il CEO e co-fondatore di Instagram, Kevin Systrom.”E’ un ulteriore passo nella direzione che stiamo prendendo. Il nostro obiettivo è fare in modo che le foto Instagram siano davvero quello che sta succedendo ora nella tua vita, e vogliamo ‘aiutare’ ancora più foto a essere/finire su Instagram indipendentemente da dove e con cosa sono state scattate“.

Insomma. Cooperazione e Semplificazione.

Per Instagram, la partnership fornisce la rete di accesso a creatori di contenuti di alta qualità, una comunità fotografica di 4 milioni di utenti che caricano 48 milioni di foto al mese. (Hipstamatic vanta fotogiornalisti come Damon Winter del New York Times, che ha utilizzato Hipstamatic per un servizio, vincendo un premio internazionale).

Da parte di Instagram, come già detto, la partnership aiuta a posizionarsi e rafforzarsi ancora di più come piattaforma di social networking – una piattaforma che potrebbe aggiungere altri servizi in futuro (altre app legate alla fotocamera dell’iphone, tipo Camera+). “Mi piacerebbe immaginare che se questo esperimento decolla, in futuro si possa aprire e autorizzare altri client API” dice Systrom.

Gli sviluppatori di Instagram e Hipstamatic hanno lavorato poche settimane sul progetto, una sinergia perfetta che dimostra come aziende simili possono lavorare per completarsi a vicenda, piuttosto che in concorrenza.

Le 2 start-up d’altronde hanno molto in comune: entrambe sono state selezionate/premiate da Apple, Hipstamatic come l’applicazione iPhone dell’anno nel 2010, e Instagram vincitrice del titolo nel 2011. Entrambi i servizi offrono una vasta gamma di filtri e sono disponibile solo su iPhone. Entrambe le società hanno solo circa una dozzina di dipendenti e soprattutto entrambe sono a un passo dalla $volta $eria.

Instagram si dice sia sul punto di ricevere $ 40 milioni di finanziamento al pari di una valutazione di 500 milioni dollari; Hipstamatic al contrario non ha mai ricevuto un centesimo di finanziamenti ma è stata redditizia sin dalla sua seconda settimana di vita (l’anno scorso Hipstamatic ha generato circa $ 10 milioni di entrate).

Tutto è bene quel che continua bene.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)