Geek
di Mattia Nesto 6 Luglio 2020

Come diventare Iron Man con la realtà virtuale

Marvel’s Iron Man VR è il nuovo gioco in realtà virtuale per Playstation 4

Alcune volte, spiegare un gioco è veramente molto semplice. Questo è il caso di Marvel’s Iron Man VR, l’esclusiva di Sony Playstation per il suo visore dedicato alla realtà virtuale, che abbiamo provato in lungo e in largo questo fine settimana. Dicevamo sia facile spiegare che cosa sia questo gioco perché non è nient’altro che la concretizzazione dei sogni di molti appassionati di fumetti e dei film del cosiddetto MCU, il Marvel Cinematic Universe: ovvero questo gioco è il simulatore di Iron Man.

Piccola premessa doverosa: abbiamo provato Marvel’s Iron Man Vr utilizzando una PlayStation Pro e i Move Motion Controller, gli iconici “gelati” dedicati alla realtà virtuale e quindi non sappiamo come il gioco si comporti con il più classico dei controller. Tuttavia, al netto di questo set, possiamo dirvi che il gioco si è presentato a noi non soltanto bellissimo e pulitissimo dal punto di vista della grafica (grafica essenziale e cartoonesca fin che si vuole ma funzionale) ma anche iper-responsivo per quanto concerne i comandi. Infatti dopo un breve tutorial si indossa subito una delle Mark, delle armature di Tony Stark e si può volteggiare nel cielo di Malibu, proprio davanti l’iconica villa del multimiliardario, genio e filantropo.

La sensazione è, al tempo stesso, semplice e magnifica. Semplice perché, in fin dei conti, le cose da fare non saranno così tante (e certamente la profondità della storia non è tra i fiori all’occhiello né tra gli obiettivi di Marvel’s Iron Man VR) ma tutte le cose che saremo chiamati a fare sono riproposte in modo giocoso, divertente e super coinvolgente. Sfrecciare posizionando le nostre stesse mani sui fianchi e direzionando poi a destra o a sinistra i propulsori, attaccare con i pugni meccanici o poter sfruttare i raggi che ci escono dai palmi delle mani è qualcosa di meraviglioso. Anche perché, per come è proprio pensato e ideato Iron Man, una trasposizione del genere è realmente “il meglio su piazza”.

 

Ma parlavamo della responsività dei tasti. Ecco noi l’abbiamo trovata eccellente, cosa molto ma molto importante in un gioco come questo. Impugnando infatti i move on e premendo i vari grilletti a nostra disposizione dopo meno di mezz’ora ci siamo subito trovati a nostro agio. Il meccanismo di gioco è semplice ed è giusto che sia così perché un eccessivo bizantinismo nelle combinazione dei tasti di gioco avrebbe provato un eccessivo rallentamento nel gameplay che è invece dinamico e veloce e, soprattutto, con un framerate ferreo.

 

Abbiamo poi trovato carine e ispirate, seppur molto elementari, i momenti in cui non siamo impegnati come Iron Man in combattimento ma impersoniamo Tony Stark, mentre, magari, è all’interno del suo laboratorio intento a perfezionare la propria tuta. Certamente, non possiamo negarlo, per chi è particolarmente sensibile alla chinetosi , meglio conosciuta come motion sickness, ovvero il classico “mal di mare” che prende chi gioca con la realtà virtuale, Marvel’s Iron Man VR non è quello che si potrebbe definire un porto sicuro. Il dinamismo e la celerità con cui si compiono le azioni (premendo, ad esempio, quadrato e cerchio sui move on ci si può girare in un secondo di 45° gradi) fa sì che questo gioco possa provocare, ogni tanto, un poco di nausea, soprattutto se si pensi che, nel frattempo, si sta indossando un pesante caschetto per la realtà virtuale. E visto che siamo in estate un po’ di caldo-extra arriva, molto presto.

Tuttavia al netto di questi “danni collaterali” quando si “entra dentro” l’armatura di Iron Man la sensazione di essere trasportati in un film e di impersonare Tony Stark è qualcosa di veramente molto concreto. Ad oggi siamo al vertice assoluto della realtà virtuale applicata al mondo dei supereroi tanto che, a più riprese, ci è venuto in mente il modo ideale per chiudere questo pezzo. Da “Io sono Iron Man”, l’iconica frase con cui si è aperta e si è chiusa la prima fase del MCU a “Noi siamo Iron Man” il passo è breve grazie a Marvel’s Iron Man VR.

Marvel’s Iron Man VR + PS Move Twin Pack – PlayStation 4

Compra | su amazon

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
24,99 €

Lucchetto ad impronta digitale

Ecco il lucchetto più intelligente che c'è. Per aprirlo non servono chiavi, ma basta la tua impronta digitale. Il lucchetto smart è prodotto dall'azienda cinese Xiaomi, che sforna ogni anno ottimi prodotti di elettronica di consumo. Si apre grazie al semplice tocco delle dita, perché riconosce l'impronta digitale del suo padrone. Ricordi quella volta che sei sceso dall'aereo, hai ritirato la valigia e ti sei accorto che non avevi più la chiave del lucchetto? Non succederà più. Fatto in lega di zinco e acciaio è figo, tutto liscio, senza pile da cambiare perché è ricaricabile con un comune cavetto micro USB. A leggere le specifiche tecniche può stare in standby fino ad un anno ed è anche resistente all'acqua. Infine, può memorizzare fino a 20 impronte digitali, così puoi condividerlo con altre persone o, addirittura provare ad aprirlo con le dita dei piedi. Ecco tutti i dati: Nome prodotto: NOC LOC Fingerprint Padlock Metodo di apertura: impronta digitale Materiali: lega di zinco e acciaio Lettore di impronta: semiconduttore Alimentazione ricarica: cavo Micro-USB Impronte memorizzabili: 20 Indicatore batteria scarica: punto LED Tipo batteria: 110mAh ricaricabile Livello di resistenza all'acqua: IPX7 Durata in standby: 1 anno Aperture con una ricarica: 2500 volte Dimensioni: 36mm x 18mm x 38mm Il pacchetto include 1 lucchetto. Il prodotto viene spedito dalla Cina.
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 VERDE

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W verde, con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >