La bottiglia di vino wi-fi è il gadget più inutile e necessario per chi ama bere

Si chiama Kuvée e costa pure un bel po’

Internet
di Sandro Giorello facebook 29 marzo 2016 12:06
La bottiglia di vino wi-fi è il gadget più inutile e necessario per chi ama bere

 

Se avete fatto un lunedì di pasquetta come si deve, probabilmente non vorrete sentire parlare di vino a fino a quando i postumi saranno completamente svaniti. Se invece non solo siete dei veri appassionati, ma vi divertite anche a scoprire ogni nuova app dedicata al vino – che si tratti dell’elenco di tutte le cantine del Piemonte o dello scanner in grado di riconoscere qualsiasi tipo di etichetta – allora la bottiglia della Kuvée vi interesserà sicuramente.

L’ha inventata una start up di Boston, è una particolare bottiglia hi-tech che si collega a internet e, grazie a un touchscreen, permette di sapere che tipo di vino c’è al suo interno, chi lo produce, la gradazione alcolica, le foto dei vigneti da cui provengono le uve e moltissime altre informazioni.

Va ricaricata ogni volta con una cartuccia di un particolare materiale che permette al vino di non entrare in contatto con l’ossigeno, o almeno in una maniera decisamente ridotta rispetto ad una bottiglia tradizionale.

 

kuvee Gizmodo - Kuvée Bottle

 

Al momento ci sono 48 tipi di cartucce – sono le bottiglie metalliche della foto sopra – diverse provenienti da 12 case produttrici, tutte dello standard da 750 ml a bottiglia. Se vi state chiedendo quale sia il vero vantaggio di un aggeggio simile: Ed Tekeian, chief technology officer della Kuvée, promette che il vino rimarrà fresco per almeno 30 giorni. La Kuvée Bottle nasce per chi ama il buon vino, anche di una certa qualità, ma non è interessato a scolarsi una costosissima bottiglia nell’arco di una sola cena e preferisce aprirne una e godersela durante l’intera settimana. A noi sorprende che esistano persone del genere, ma in fondo il mondo è bello perché è vario. In più Kuvée permette di cambiare diverse tipologie di vino durante lo stesso pasto senza mai sprecare nulla.

Ma la domanda fondamentale è: funziona? Tekeian ha dichiarato che sono stati svolti molti esperimenti, sia con un team di sommelier, sia attraverso diverse analisi chimiche, e conferma che il gusto del vino rimane fresco per quasi un mese. Alcuni siti che hanno recensito la Kuvée Bottle affermano che tale risultato non sembra così sicuro: il gusto sembra invecchiare come in qualsiasi altro contenitore, ma è anche vero che quei pochi giornalisti che l’hanno provata l’hanno testata per meno di sette giorni.

 

Kuvee-b Venturebeat - Kuvée Bottle

 

I limiti di quest’invenzione sono comunque evidenti: la bottiglia deve essere collegata alla corrente elettrica per essere ricaricata, al momento ci sono pochi vini disponibili, la sensazione al tatto del touchscreen non è così entusiasmante se paragonata al buon vecchio vetro.

E poi un piccolo dettaglio: tutte le cartucce sono ordinabili direttamente dal display presente sulla bottiglia, state attenti perché se siete già brilli potreste spendere una fortuna.

 

bottle Cnet - Kuvée Bottle

 

Nonostante la Kuvée Bottle non sia così economica – 179 dollari  l’una – la campagna crowdfunding si è conclusa con successo e la casa produttrice inizierà a spedire le bottiglie a partire da ottobre.

 

FONTE |  theverge.com

Vi raccomandiamo:

COSA NE PENSI? (Sii gentile)