bruno munari da cosa nasce cosa
Libri
di Gabriele Ferraresi 17 Novembre 2016

LIBRI FIGHI | Da cosa nasce cosa, di Bruno Munari

Un manuale che dà un metodo per risolvere i problemi: e che fa venire voglia di portare a termine quel che stiamo facendo. Per iniziare subito altro

munari_cosa_nasce_cosa

LIBRI FIGHI scritto così, in capslock, è una rubrica che esce ogni giovedì su Dailybest, ma magari più spesso, chissà. Cosa ci mettiamo in questa rubrica? Lo dice il nome, si spiega da sola.

Non solo nuove uscite però, anche classici o meraviglie sconosciute. Hai un LIBRO FIGO che ti piace tanto, che è importante, che pensi dovremmo leggere tutti e vuoi spiegarci perché? Che bello: sono 2500 caratteri spazi inclusi.

Scrivici a info@dailybest.it, oppure sulla nostra pagina Facebook. 

Nato a Milano il 24 ottobre 1907, cresciuto un po’ in quel di Badia Polesine dove i suoi genitori avevano un albergo, morto il 29 settembre del 1998, Bruno Munari è stato uno dei giganti del design italiano. Designer sì, ma non solo: Munari è stato anche artista, scrittore, ricercatore poliedrico, figura leonardesca, creatore di aforismi come questo: “Quando qualcuno dice: questo lo so fare anch’io, vuol dire che lo sa rifare, altrimenti l’avrebbe già fatto prima”.

Munari viene ricordato spesso per i libri per bambini, piccoli grandi capolavori ancora oggi, anche perché a proposito dei piccoli di essere umano diceva che “C’è sempre qualche vecchia signora che affronta i bambini facendo delle smorfie da far paura e dicendo delle stupidaggini con un linguaggio informale pieno di ciccì e di coccò e di piciupaciù. Di solito i bambini guardano con molta severità queste persone che sono invecchiate invano”.

Oggi però parliamo non di un libro destinato a piccoli: ma utilissimo in altre fasi della vita, da ragazzi o da adulti. Si intitola Da cosa nasce cosa, e Bruno Munari lo pubblicò con Laterza nel 1981, ormai 35 anni fa. È un libro che immagino utilissimo se siete architetti, se siete designer, non ho le competenze per assicurarvelo, non essendo né un architetto né un designer.

Quel che conta è che Da cosa nasce cosa è anche e soprattutto un manuale per risolvere ogni problema non solo nel design, ed è utile per imparare una lezione importantissima, ovvero che la creatività è utile, è bella, serve, ma senza esagerare.

Munari vi fa anche uno schemino, cosa volete di più?

 

dsc_7258_mod  Le fasi del progetto schematizzate da Bruno Munari, in Da cosa nasce cosa: problema, definizione del problema, componenti del problema, raccolta dati, analisi dati, e solo a quel punto creatività.

 

Sembra strano che uno dei grandissimi creativi della storia del design italiano tra le righe ci consigli di mettere un freno alla creatività – o meglio: di usarla al momento giusto, un po’ come ci ricorda Enzo Mari – ma lo fa a buon fine.

Lo fa per insegnarci un metodo per risolvere i problemi, un metodo che spesso non abbiamo, che raramente abbiamo imparato, che qualche volta abbiamo scordato. Sennò non avremmo tutti questi problemi da risolvere.

Munari ovviamente parla la lingua di chi progetta, ma quel linguaggio riesce a renderlo comprensibile e concreto anche a chi nella vita fa tutt’altro.

È un libro pratico Da cosa nasce cosa, e anche solo le prime cinquanta pagine riescono a far nascere qualcosa di straordinario, fanno venire voglia di fare le cose. E soprattutto di portarle a termine: da A a B.

Mica cominciarle e basta, che son buoni tutti.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,20 €

Il mare spiegato ai miei nipoti

Se anche a voi piace il mare e magari siete anche dei tipi scientifici o perlomeno curiosi, allora questo bel libretto può aiutarvi a conoscere meglio l'ecosistema del mare, i suoi segreti e la sua importanza. Scritto da Hubert Reeves e Yves Lancelot è un libro di divulgazione scientifica sul mare, che potete leggere con i vostri figli. Invece delle solite banalità fantasy. :-)
25,00 €

Il libro di ricette italiane illustrato da Olimpia Zagnoli

Questo libro contiene 140 ricette di piatti italiani, scritte in francese e arricchite di tante belle illustrazioni di Olimpia Zagnoli. Con molto amore. Olimpia Zagnoli è un’illustratrice italiana diventata famosa negli Stati Uniti, dove ha avuto l’onore di illustrare le prestigiose pagine del New York Times e del New Yorker. Ha girato video musicali e firmato copertine di libri, ha lavorato per Taschen e non sembra volersi fermare più.  
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
28,90 €

Al di là delle parole. Che cosa provano e pensano gli animali

Abituati ad anni ed anni a guardare documentari prima su Superquark e poi sui vari canali satellitari o su Netflix, quando si inizia a leggere Al di là delle parole di Carl Safina, libro appena uscito per Adelphi, si è convinti di sapere tutto sul mondo degli animali. E invece no, leggendo il libro si capisce come non sappiamo proprio niente.
85,00 €

Codex Seraphinianus

Volete provare quello che prova un bambino quando sfoglia un libro? Cioè, come ci si sente a guardare un libro e non capire proprio niente? Nel tentativo di farci provare qualcosa di simile, Luigi Serafini negli anni '70 scrisse e disegnò una specie di enciclopedia assurda, che illustra e racconta un mondo fantastico e decisamente impossibile, descritto per filo e per segno con un linguaggio inventato, caratteri incomprensibili che sembrano a prima vista un alfabeto cifrato, ma che in realtà son proprio segni a caso (come più tardi ha chiarito lo stesso autore). Un bel librone assurdo.
10,43 €

The Gashlycrumb Tinies

In Inghilterra è un grande classico, firmato dall’illustratore Edward Gorey. Nelle tavole del libricino, troviamo le lettere dell’alfabeto illustrate da bambini morti. Nel senso: ogni lettera è accostata a un bambino con quell’iniziale, morto in circostanze tragiche. Per dire una cosa banale, si potrebbe dire che si tratta di immagini che sembrano uscite dall’immaginario di Tim Burton, ma avrebbe poco senso. Il bello è perdersi per qualche secondo nelle vicende di questi poveri bambini.  
124,76 €

More than human

Gli animali sono più umani di noi? Forse. E’ questo il lavoro del fotografo londinese Tim Flach, che raccoglie in un volume tutti i suoi migliori scatti di animali che sembrano più umani degli esseri umani. Un librone pieno di grosse, bellissime e dettagliatissime foto che vi lasceranno senza parole.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >