Libri
di Stefano Disastro 4 Giugno 2018

Buio Dentro: 1987-1998, l’età leggendaria del writing underground a Milano

Erano gli anni 90, si diceva. E chi era giovane a quei tempi là se non era un babbo o uno zarro aveva il box o la cameretta piena di bombolette e pennarelli e le dita spesso sporche di vernice. Chi scrive era uno di quelli e all’epoca dipingeva in crew proprio con Corrado Piazza, l’autore di questo ‘Buio dentro. Writing underground a Milano (1987-1998) – mai titolo fu più azzeccato- un libro densissimo di 227 pagine,  edito dall’elite underground milanese, la Shake Edizioni.

Buio dentro. Writing underground a Milano (1987-1998) è un libro radicale e ortodosso, che parla soltanto di pezzi e tag fatti nei tunnel e banchine della metropolitana milanese, che non concede nulla alla “carineria”, nessuna foto a colori nessun glossario da rivista patinata nessuna spiegazione, solo azione, interviste ai veri protagonisti e racconto in presa diretta e testimonianze viscerali di un qualcosa che se non l’hai mai provato in prima persona non potrai mai capirlo per davvero. Ed è giusto e bello così. Poi verrà, sta venendo, è già venuto, il momento in cui tutto “il fenomeno del writing” è/verrà studiato e approfondito nelle università italiane (e libri come questo saranno fondamentali) ma quello che brucia, di queste pagine, sono la vita e l’energia di almeno 3 generazioni di ragazzi che hanno spaccato Milano a cavallo tra gli anni 80-90, in un’epoca pre-internet che a raccontarla e spiegarla ai figli dell’oggi non si può. Milano come New York.

E Corrado, con il suo stile di scrittura asciutto e coinvolto, ti fa sentire l’odore di muffa delle pareti e quello dello spray, il rumore delle bombolette nello zaino e il silenzio irreale di alcuni tunnel interrotto dagli sbuffi degli impianti di areazione o chissà quali altri rumori che sparano le percezioni a mille. Ma più di tutto ti fa sentire il cuore che batte, fortissimo, per l’adrenalina e l’azione e l’amore. L’amore incondizionato per la propria gente e la propria ricerca stilistica (quanti fogli riempiti, quanti pennarelli e matite consumate, quanto tempo speso a studiare e girare con il naso incollato al finestrino della metro per vedere dentro il buio).

 

Il valore di quest’opera sta nell’aver intervistato tutti i protagonisti dell’epoca (e quando dico tutti, intendo proprio tutti), senza nessuna pretesa di auto-celebrazione da parte dell’autore o -peggio- di unico dignitario del ‘sapere’. Io per primo in questa inutile recensione sto ben attento a non fare nomi, ne di writers ne di crew, perchè in questi frangenti è facile scontentare qualcuno o non tributare il giusto omaggio a qualcun altro, anche perchè di certo ognuno ha le sue preferenze simpatie antipatie e amicizie. Bene, in questo Corrado è stato magistrale, ha coinvolto davvero tutti e con un’umiltà e una passione incredibili è riuscito ad aprire il cassetto dei ricordi di tutti i writers dell’epoca e farsi raccontare situazioni, avventure, aneddoti davvero pazzeschi. Un livello di intimità e verità estremi. Pelledoca.

I protagonisti del libro ormai hanno vite completamente diverse, situazioni famigliari e lavorative lontane anni luce da quei tempi là. E però. Come fa notare Corrado nella prefazione la cultura del Writing è l’unica della quale i protagonisti non rinnegano nulla ma anzi rivendicano appartenenza e trascorsi. E questo ne fa capire il grande senso di appartenenza e debito esistenziale.

Questione foto, che quando si parla di writing è un aspetto fondamentale per documentare un fenomeno illegale soggetto a deperimento nel tempo e/o pulizie varie: il libro è in bianco & nero, foto comprese, preso dalla sterminata collezione di Piazza che in questi anni ha scattato con meticolosità certosina più di 5000 fotografie (e ha raccolto dagli archivi di tutti i writer coinvolti degli scatti altrettanto incredibili). Ecco, la cosa che mi fa uscire ancora più di testa è che sul profilo Instagram tutte le foto del libro sono riproposte nella versione originale a colori!

Un libro prezioso, potente e bellissimo. Obbligatorio nelle librerie di chiunque, soprattutto a Milano e dintorni, abbia mai preso in mano una bomboletta e schiacciato il tappino e con gesto il più preciso giusto e veloce possibile abbia scritto il proprio nome sopra un muro o un treno o.

Buio dentro. Writing underground a Milano (1987-1998)

Autore: Corrado Piazza
Editore: ShaKe edizioni
Anno: 2018
Lingua: Italiano
Pagine: 222
Formato: 17×20 cm

Compra | su Amazon

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,30 €

Fumetto Paper girls vol.1

Il fumetto Paper Girls, il primo volume di 144 pagine è uscito il 25 agosto 2016 per BAO Publishing e si candida a essere il perfetto incontro tra Ghostbusters e Stranger Things. Paper Girls è infatti una serie scritta e disegnata da Brian K. Vaughan e Cliff Chiang, che va a collocarsi tra i Goonies, Stand By Me e la Guerra dei mondi, ma con una particolarità non da poco: stavolta le esploratrici in sella alle BMX sono tutte ragazze. Un Sacro Graal per tutti i retromaniaci amanti del vintage, che si candida a diventare un nuovo cult.
14,45 €

L'inverno d'Italia: Il fumetto di Davide Toffolo sui campi di concentramento italiani

Grazie a Coconino Press è uscita la nuova edizione di L’inverno d’Italia, il fumetto sulla vergognosa pagina della storia italiana: i campi d’internamento italiani in cui finirono migliaia di cittadini sloveni. Una storia poco conosciuta raccontata qui con le illustrazioni del bravissimo Davide Toffolo.
50,00 €

Il libro di cucina di Salvador Dalì

Nel 1973 il grande artista surrealista Salvador Dalì pubblicò un libro di cucina, intitolato Les Diners de Gala, il cui titolo è un abile gioco di parole che riguarda sia le cene di gala, sia quelle che lui e sua moglie Gala organizzavano per gli ospiti. E' un libro per un tipo di cucina opulenta. Al suo interno, 136 ricette divise in 12 capitoli, incluso quello sui cibi afrodisiaci.
10,43 €

The Gashlycrumb Tinies

In Inghilterra è un grande classico, firmato dall’illustratore Edward Gorey. Nelle tavole del libricino, troviamo le lettere dell’alfabeto illustrate da bambini morti. Nel senso: ogni lettera è accostata a un bambino con quell’iniziale, morto in circostanze tragiche. Per dire una cosa banale, si potrebbe dire che si tratta di immagini che sembrano uscite dall’immaginario di Tim Burton, ma avrebbe poco senso. Il bello è perdersi per qualche secondo nelle vicende di questi poveri bambini.  
49,77 €

Before they pass away

Il libro del fotogrfo inglese Jimmy Nelson raccoglie le immagini delle popolazioni che stanno scomparendo dal pianeta. Non sono solo alcune specie di animali che si stanno estinguendo, ma anche diverse popolazioni di uomini e donne che vivono ai margini del mondo o in luoghi remoti, al limite della storia e dell'esistenza, con tradizioni, usanze e costumi bellissimi. Foto emozionanti, da pelle d'oca.
10,20 €

Il mare spiegato ai miei nipoti

Se anche a voi piace il mare e magari siete anche dei tipi scientifici o perlomeno curiosi, allora questo bel libretto può aiutarvi a conoscere meglio l'ecosistema del mare, i suoi segreti e la sua importanza. Scritto da Hubert Reeves e Yves Lancelot è un libro di divulgazione scientifica sul mare, che potete leggere con i vostri figli. Invece delle solite banalità fantasy. :-)
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
9,50 €

Zen del Juggling

Autore: Dave Finnigan Editore: Nuovi Equilibri Un vecchio libro, del 1999, ma è un classico per gli amanti della giocoleria, è in fondo un libro per tutti, perché la vita è come un esercizio difficile di giocoleria.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >