Libri
di Mattia Nesto 10 Novembre 2020

Il femminile nella fiaba: una lettura sorprendente

Il libro di Marie-Louise von Franz, pubblicato da Bollati Boringhieri, riesce a dare risposte autentiche a molte domande che la nostra epoca si pone

Bisogna ammettere una cosa: certi libri ti fanno proprio cambiare il modo di guardare le cose e il mondo e questo libro, Il femminile nella fiaba di Marie-Louise von Franz, pubblicato da Bollati Boringhieri, è proprio uno di quelli. Già perché nonostante magari possa apparire come ostico, il libro in questione non solo ha un’anima spiccatamente pop ma anzi è proprio da consigliare a ogni tipologia di lettrice e lettore. Il motivo è presto detto. L’allieva di Carl Gustav Jung infatti opera una meticolosa attività di ricerca e disvelamento dei significati più profondi di fiabe che tutti conoscono. Partendo da Biancaneve o da Rosaspina aka La Bella Addormenta, la studiosa dimostra come racconti che tutti quanti abbiamo fruito da più piccoli, magari tradotti nella versione Disney, nascondano, neppure troppo segretamente, motivi e segnali della condizione femminile nel corso dei secoli.

 

Prendiamo ad esempio la prima fiaba analizzata, ovvero Rosapina aka La bella addormentata. Marie-Louise von Franz ci dice che il sonno di “oltre cent’anni” della principessa simboleggia in realtà il periodo di pubertà della donna: “Ciò significa che una certa parte della femminilità è consentito dalla civiltà solo se non oltrepassa il livello infantile di sottomissione. All’elemento femminile si permette di vivere durante l’infanzia, mentre lo si bandisce quando arriva a un’età in cui dev’essere preso sul serio nel mondo adulto”.  Ecco allora che dietro a una, solo apparentemente, fiaba per bambine e bambini si nasconde un vero e proprio paradigma sociale che, ahinoi, ha resistito e, in larga parte, resiste da secoli.

 

 

Proseguendo nella lettura del volume di von Franz si fa un vero e proprio viaggio attraverso archetipi fiabeschi che trovano una precisa corrispondenza nell’ordinamento sociale e che permettono di delineare una vera e propria psicologia del femminile (non a prova di smentite ma certamente ricca di spunti interessanti).

A un certo punto, nel paragrafo dedicato al racconto La fanciulla senza mani, l’autrice sottolinea: “L’esperienza mi ha mostrato che per le donne è molto doloroso, ma altrettanto importante, prendere coscienza della loro solitudine e affrontarla. La terra vergine è quella parte della psiche non toccata dalle attività collettive, e soggionarvi significa ritirarsi non solamente dalle vedute e dalle opinioni dell’Animuns (la società e i precetti sociali latamente intesi, ndr) ma da ogni impulso a obbedire ciecamente a quanto la vita sembra esigere. Vivere nella foresta, dunque, corrisponde psicologicamente a immergersi nella più profonda interiorità del proprio essere per farne la scoperta, liberi da ogni convenzione”.

Ecco quindi che la lettura de Il femminile nella fiaba non solo è fortemente consigliata ma anche imprescindibile per affrontare in modo coerente e informato sui fatti un dibattito che trova nel contemporaneo la sua ragione d’essere. Se davvero ci vogliamo dire progressisti e fautori di pieni diritti (e in Dailybest ci piace pensarla così) ripensare a fiabe come Rosaspina o Biancaneve utilizzando i meccanismi psicologici di Marie-Louise von Franz è davvero un esercizio utile, oltre che socialmente importante.

Il femminile nella fiaba – Marie-Louise von Franz

Compra | su amazon

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,47 €

Sticky monsters

John Kenn Mortensen è un artista danese con l’ossessione per i mostri dell’infanzia. In questo splendido, tenero e terrificante galleria disegna bestie pelose, demoni terribili e simpatici, incubi a prova di bambino su dei Post-it!
49,77 €

Before they pass away

Il libro del fotogrfo inglese Jimmy Nelson raccoglie le immagini delle popolazioni che stanno scomparendo dal pianeta. Non sono solo alcune specie di animali che si stanno estinguendo, ma anche diverse popolazioni di uomini e donne che vivono ai margini del mondo o in luoghi remoti, al limite della storia e dell'esistenza, con tradizioni, usanze e costumi bellissimi. Foto emozionanti, da pelle d'oca.
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
9,50 €

Zen del Juggling

Autore: Dave Finnigan Editore: Nuovi Equilibri Un vecchio libro, del 1999, ma è un classico per gli amanti della giocoleria, è in fondo un libro per tutti, perché la vita è come un esercizio difficile di giocoleria.
21,16 €

Un anno al vetriolo. Los Angeles Police Department, 1953

Ottantacinque foto della polizia di L.A. del 1953 diventano racconti scritti da uno dei più grandi scrittori americani viventi, un po' duro e crudo, per fare un viaggio all'inferno nella città degli angeli.
31,30 €

In her kitchen

Noi tutti amiamo le nonne. Con il loro profumo di borotalco e naftalina, il grembiule sempre indosso come se fosse un’uniforme, lo sguardo eternamente dolce e affettuoso. Questo libro fotografico di Gabriele Galimberti ne racconta le cucine, i luoghi per definizione, delle nonne.
14,45 €

L'inverno d'Italia: Il fumetto di Davide Toffolo sui campi di concentramento italiani

Grazie a Coconino Press è uscita la nuova edizione di L’inverno d’Italia, il fumetto sulla vergognosa pagina della storia italiana: i campi d’internamento italiani in cui finirono migliaia di cittadini sloveni. Una storia poco conosciuta raccontata qui con le illustrazioni del bravissimo Davide Toffolo.
124,76 €

More than human

Gli animali sono più umani di noi? Forse. E’ questo il lavoro del fotografo londinese Tim Flach, che raccoglie in un volume tutti i suoi migliori scatti di animali che sembrano più umani degli esseri umani. Un librone pieno di grosse, bellissime e dettagliatissime foto che vi lasceranno senza parole.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >