Libri
di Mattia Nesto 30 Marzo 2021

Non potete non leggere Il mostruoso femminile (specie se siete maschi)

Il libro di Jude Ellison Sady Doyle pubblicato da Tlon è un pamphlet scritto con gusto pop e cognizione di causa. 

Venerdì 26 marzo su la Repubblica, Francesco Piccolo,  uno degli scrittori più letti e conosciuti del nostro Paese, scrive un articolo molto interessante dal titolo “Caro maschio accetta il giusto processo”. Il pezzo, che apre il paginone della cultura, sostanzialmente ribadisce un concetto-chiave: tantissimi uomini oggi sostengono i processi che le donne fanno nei confronti del maschilismo e del patriarcato, ma in pochissime occasioni sentono di doversi presentare al banco degli imputati. Questa riflessione mi è tornata in mente quando ho terminato di leggere Il mostruoso femminile, lo splendido saggio di Jude Ellison Sady Doyle  pubblicato da Tlon.

Si tratta di un volume dichiaratamente militante, che esprime un chiaro e netto femminismo (senza fare sconti né agli uomini né alle donne) e si pone l’obiettivo d’instaurare le basi per un miglioramento sensibile della nostra società. Il primo merito di Il mostruoso femminile risiede sicuramente nel linguaggio, merito anche della fantastica traduzione di Laura Fantoni. Jude Ellison Sady Doyle, con fare molto anglosassone, si rivolge al pubblico in maniera smaliziata, con un vocabolario ultra-pop che passa, senza soluzione di continuità, dai miti cosmogonici sumerici ai film trash-horror degli anni Novanta. L’autrice a più riprese afferma come il patriarcato -quell’ordine “cosmico” delle cose secondo le quali sono i maschi a dominare e reggere la società- sia dato per scontato anche nel mondo moderno, ma in realtà non è altro che una convenzione, neppure così tanto arcaica, e come tutte le convenzioni può essere smontata pezzo per pezzo ed essere ricostruita in meglio.

Ne Il mostruoso femminile si pone la massima attenzione sia per il pensiero di Aristotele -il filosofo che, tra le varie cose, ebbe a sostenere come “la donna è solo un uomo imperfetto”- sia per le tante serie di true-crime che abbondano in televisione o sui podcast cui pubblico, in molti casi, è schiacciatamene femminile. Il fatto che le storie, di finzione o romanzate, basate su omicidi più o meno truculenti o eventi di cronaca nera siano”consumati” in larga misura da donne, per Jude Ellison Sady Doyle, presenta una motivazione lampante: nascere donna, almeno nella nostra società “moderna”, vuol dire vivere in una eterna condizione di pericolo. Ovvio quindi che, nella più classica forma di catarsi, per una donna questo genere di intrattenimento rappresentare una specie di “guida” sul come non comportarsi in una data situazione. Anche in caso di eroina vittoriosa si assiste a una forma di micro-patriarcato, ogni “final-girl” che riesce a cavarsela nelle opere di fiction è di solito talmente eccezionale (o incredibilmente fortunata) da far provare difficilmente empatia nelle spettatrici.

Ma, oltre alla forma perfetta, e alla capacità di evocare un immaginario alla portata di tutti, Il mostruoso femminile ha un altro grande merito, ed è quello di non porsi contro i maschi, ma a favore di una società migliore. Il libro è letteralmente ricolmo di dati super aggiornati attraverso i quali si può constatare come nella nostra società iper-avanzata  vi siano larghi strati della popolazione che sistematicamente o non hanno diritti o hanno una possibilità di manovra molto limitata, dalle minoranze etniche passando per le persone gender-fluid, sino ad arrivare alle donne afro-americane negli U.S.A. o alle madri single del centroamerica.

Insomma, l’autrice ci spiega come una corretta educazione al rispetto, non tra sessi ma proprio tra tutti gli essere umani, parta anche dalla televisione, dai libri, dalle serie di Netflix, dai social e da tutto quell’impero di media capace d’influenzare l’opinione pubblica. Dopo anni di bombardamento in cui “la blonde-girl”, in un film horror che si rispetti, doveva sempre “morire male”, forse adesso le cose potranno cambiare. L’esorcismo, un’antichissima pratica cristiana che pareva essere dimenticata nel corso dei secoli, è tornata di moda proprio grazie all’omonimo film (e guarda caso, su tre casi, due presentano pazienti donne). Meglio non sottovalutare mai e la portata e l’importanza della pop-culture nelle nostre vite.

Compra | su Amazon

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

31,30 €

In her kitchen

Noi tutti amiamo le nonne. Con il loro profumo di borotalco e naftalina, il grembiule sempre indosso come se fosse un’uniforme, lo sguardo eternamente dolce e affettuoso. Questo libro fotografico di Gabriele Galimberti ne racconta le cucine, i luoghi per definizione, delle nonne.
50,00 €

Il libro di cucina di Salvador Dalì

Nel 1973 il grande artista surrealista Salvador Dalì pubblicò un libro di cucina, intitolato Les Diners de Gala, il cui titolo è un abile gioco di parole che riguarda sia le cene di gala, sia quelle che lui e sua moglie Gala organizzavano per gli ospiti. E' un libro per un tipo di cucina opulenta. Al suo interno, 136 ricette divise in 12 capitoli, incluso quello sui cibi afrodisiaci.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
15,30 €

Fumetto Paper girls vol.1

Il fumetto Paper Girls, il primo volume di 144 pagine è uscito il 25 agosto 2016 per BAO Publishing e si candida a essere il perfetto incontro tra Ghostbusters e Stranger Things. Paper Girls è infatti una serie scritta e disegnata da Brian K. Vaughan e Cliff Chiang, che va a collocarsi tra i Goonies, Stand By Me e la Guerra dei mondi, ma con una particolarità non da poco: stavolta le esploratrici in sella alle BMX sono tutte ragazze. Un Sacro Graal per tutti i retromaniaci amanti del vintage, che si candida a diventare un nuovo cult.
11,57 €

Sad Animal Facts

Il mondo visto dal punto di vista degli animali è ricco di sfortunate verità, humor delizioso e malinconico. Un libretto con 150 disegni fatti a mano di animali, ciascuno accostato ad un fatto scientifico che lo riguarda e al suo pensiero a proposito. Si chiama Sad Animal Facts e l'autrice è l'americana Brooke Barker.  
28,90 €

Al di là delle parole. Che cosa provano e pensano gli animali

Abituati ad anni ed anni a guardare documentari prima su Superquark e poi sui vari canali satellitari o su Netflix, quando si inizia a leggere Al di là delle parole di Carl Safina, libro appena uscito per Adelphi, si è convinti di sapere tutto sul mondo degli animali. E invece no, leggendo il libro si capisce come non sappiamo proprio niente.
49,77 €

Before they pass away

Il libro del fotogrfo inglese Jimmy Nelson raccoglie le immagini delle popolazioni che stanno scomparendo dal pianeta. Non sono solo alcune specie di animali che si stanno estinguendo, ma anche diverse popolazioni di uomini e donne che vivono ai margini del mondo o in luoghi remoti, al limite della storia e dell'esistenza, con tradizioni, usanze e costumi bellissimi. Foto emozionanti, da pelle d'oca.
23,80 €

Là fuori. Guida alla scoperta della natura

Là fuori è una guida alla scoperta della natura, pensata e scritta per bambini e ragazzini. Un libro che risponde alle domande che nascono osservando la natura, anche in città, nei parchi, nelle aiuole, nei giardini. Alberi e fiori, nuvole e stelle, rocce e sabbia, uccelli, rettili e mammiferi... Là fuori è un libro che invita i bambini all'osservazione della natura, a notare i dettagli e insegna a stupirsi. Vi sono anche diverse attività per suscitare interesse e innescare meccanismi di gioco che sono anche percorsi formativi per i bambini.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >