Libri
di Giulio Pons 17 Aprile 2018

Il pesce che scese dall’albero, storia felice di un dislessico

Francesco Riva scopre di essere dislessico, ma questo non lo ferma nello studio e neanche nel lavoro, ecco la sua esperienza.

Se non sapete cosa sia la dislessia vuol dire che va tutto bene e che non ci avete mai avuto a che fare. La dislessia è un disturbo dell’apprendimento, cioè è una situazione del cervello che modifica i meccanismi che vengono utilizzati durante le fasi dell’apprendimento, quando per esempio si legge, si studia, si fanno i conti.

Per capirci: quando un dislessico legge capita che le lettere si muovano, la d diventi una b, alcune sillabe cambino, alcune parole si fondano… insomma è per lui più difficile leggere. Nell’immagine qui sotto vedete un esempio di come può apparire un testo agli occhi di una persona con DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento, il nome tecnico della dislessia), provate a leggere il testo nella colonna di destra e poi confrontatelo con quello della colonna di sinistra:

 

Esempio di simulazione di come vede un dislessico, gli scherzi della vista Seleggo - Esempio di simulazione di come vede un dislessico, gli scherzi della vista

 

Questo modo di essere (che ha un’incidenza intorno al 4% degli studenti delle scuole primarie italiane) può spiegare diversi casi di ragazzini etichettati spesso come svogliati o stupidi. Ma in realtà questo disturbo è solo una caratteristica del sistema neurologico di alcune persone e non altera l’intelligenza della persona e le sue capacità. Per questo lo stato italiano nel 2010 ha fatto una legge (legge 170) che riconosce questa situazione e dà il diritto a chi ne è colpito di utilizzare degli strumenti compensativi nello studio e in classe, come la calcolatrice e i formulari.

Francesco Riva, l’autore del libro che dà il titolo a questo articolo, è un ragazzo che a scuola va così così e che ad un certo punto con una diagnosi medica scopre di essere dislessico. La consapevolezza di avere un cervello diverso da quello dei suoi compagni e il sostegno della suo famiglia lo fa rinascere. Il libro “Il pesce che scese dall’albero” è un monologo raccontato in prima persona, è una testimonianza positiva di chi ha affrontato e superato un problema e vuole aiutare gli altri a fare altrettanto. Il dislessico non è incapace di imparare, ma deve farlo diversamente: deve usare mappe mentali, deve visualizzare, deve ascoltare, ma può serenamente competere e stare al passo coi compagni di classe.

Inoltre il dislessico sopperisce alla mancanza di alcune capacità sviluppandone altre, in particolare acquisisce un modo diverso di vedere le cose, un approccio alternativo a quello delle persone “normali”, che spesso si rivela utile in ambito creativo.

Il libro sulla storia di Francesco Riva www.amazon.it Il libro sulla storia di Francesco Riva

E’ anche per questo che diversi attori, musicisti e personaggi pubblici sono conclamati dislessici e spesso diversi uomini di scienza del passato sono considerati, a posteriori, probabili dislessici (perché la definizione di dislessia è recente). Tra questi c’è perfino Einstein e sua è la citazione a cui è riferito il titolo del libro: “Se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi, lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido“.

Il libro è assolutamente consigliato per chi scopre di avere un figlio dislessico e vuole sostenerlo, ma può essere regalato a qualunque genitore per far conoscere meglio il mondo della dislessia e aiutarlo a parlare con i propri figli che magari guardano storto un compagno di scuola solo perché può usare la calcolatrice in classe.

Compra | su Amazon

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,99 €

L'universo spiegato ai miei nipoti

Le risposte di un nonno astrofisico alle domande della nipotina raccolte in questo piccolo libretto. Hubert Reeves è un grande divulgatore e questo è un libro perfetto per cominciare a scoprire i misteri dell’Universo con i propri figli e nipoti.
85,00 €

Codex Seraphinianus

Volete provare quello che prova un bambino quando sfoglia un libro? Cioè, come ci si sente a guardare un libro e non capire proprio niente? Nel tentativo di farci provare qualcosa di simile, Luigi Serafini negli anni '70 scrisse e disegnò una specie di enciclopedia assurda, che illustra e racconta un mondo fantastico e decisamente impossibile, descritto per filo e per segno con un linguaggio inventato, caratteri incomprensibili che sembrano a prima vista un alfabeto cifrato, ma che in realtà son proprio segni a caso (come più tardi ha chiarito lo stesso autore). Un bel librone assurdo.
15,30 €

Fumetto Paper girls vol.1

Il fumetto Paper Girls, il primo volume di 144 pagine è uscito il 25 agosto 2016 per BAO Publishing e si candida a essere il perfetto incontro tra Ghostbusters e Stranger Things. Paper Girls è infatti una serie scritta e disegnata da Brian K. Vaughan e Cliff Chiang, che va a collocarsi tra i Goonies, Stand By Me e la Guerra dei mondi, ma con una particolarità non da poco: stavolta le esploratrici in sella alle BMX sono tutte ragazze. Un Sacro Graal per tutti i retromaniaci amanti del vintage, che si candida a diventare un nuovo cult.
31,30 €

In her kitchen

Noi tutti amiamo le nonne. Con il loro profumo di borotalco e naftalina, il grembiule sempre indosso come se fosse un’uniforme, lo sguardo eternamente dolce e affettuoso. Questo libro fotografico di Gabriele Galimberti ne racconta le cucine, i luoghi per definizione, delle nonne.
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
124,76 €

More than human

Gli animali sono più umani di noi? Forse. E’ questo il lavoro del fotografo londinese Tim Flach, che raccoglie in un volume tutti i suoi migliori scatti di animali che sembrano più umani degli esseri umani. Un librone pieno di grosse, bellissime e dettagliatissime foto che vi lasceranno senza parole.
19,90 €

Chineasy, il libro per imparare il cinese

Vuoi imparare il cinese? Ci sono 200 simboli fondamentali con i quali si può capire all’incirca il 40% del cinese scritto, dai menu al ristorante, ai cartelli stradali, spot televisivi e scritte sui giornali. Per spiegare e memorizzare questi simboli c’è questo bel libro: Chineasy.
25,00 €

Il libro di ricette italiane illustrato da Olimpia Zagnoli

Questo libro contiene 140 ricette di piatti italiani, scritte in francese e arricchite di tante belle illustrazioni di Olimpia Zagnoli. Con molto amore. Olimpia Zagnoli è un’illustratrice italiana diventata famosa negli Stati Uniti, dove ha avuto l’onore di illustrare le prestigiose pagine del New York Times e del New Yorker. Ha girato video musicali e firmato copertine di libri, ha lavorato per Taschen e non sembra volersi fermare più.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >