Libri
di Camilla Campart 23 ottobre 2018

Ozmo 1998-2018, un libro che racconta tutta la storia dello street artist italiano

Ozmo 1998-2018 è il libro dedicato al percorso artistico dello street artist Ozmo.

Vi ricordate la nostra intervista alla leggenda della street art italiana Gionata Ozmo Gesi? Oggi vogliamo parlarvi di un libro che ne racconta l’intero percorso, fra dinamismo e innovazione: Ozmo 1998-2018 è stato lanciato su Crowdbooks, dove è possibile il preordine in tre differenti versioni (base, limitata, da collezione). Questa piattaforma permette di finanziare la produzione di libri di qualità attraverso campagne di crowdfunding.

Il lavoro di Ozmo fa da specchio alla street art in quanto espressione di un’arte che non si accontenta di esser compresa e apprezzata da un’unico punto di vista. Creatività e inventiva si intrecciano con temi socio-politici forti all’interno di un mix identitario.

Foto di Cecily bang it.wikipedia.org Foto di Cecily bang

Ognuno dei diversi autori del libro Ozmo 1998-2018 ha lasciato un’impronta ben chiara, approfondendo argomenti quali illegalità, personificazione, immagini, rimandi simbolici, sistema e legame pop-élite.

Pietro Rivasi introduce i primi passi del lavoro di Ozmo, con il passaggio da street artist illegale a precursore e guida per tutta l’arte di strada in Italia. Alessandro Benassi calca la mano sulla metafora religiosa, nascosta e sugli archetipi dell’azione artistica di Omzo. Alessandro Giammei si concentra su conflitti e incongruenze del sistema, Cyrille Gouyette reinterpreta la relazione fra l’opera dell’artista e l’arte di strada stessa mediante l’uso di immagini profondamente evocative. Infine Pierluigi Sacco apre il dibattito fra murales e arte tradizionale.

Foto di tux0racer www.flickr.com Foto di tux0racer

Con l’art direction di Achille Filipponi, realizzato grazie al contributo delle gallerie Pack e Artrust, il libro, 242 pagine e 24×32 cm di cura per il dettaglio estetico fin dalla copertina, gioca sulla doppia pagina, cosa che più ricorda l’opera dal vivo. Ma c’è altro, il libro è arricchito da spicchi di intimità: ciò che più sta a cuore all’artista è la concretezza del legame fra operaluogo all’interno del quale è stata creata, reperibile dalle foto collezionate durante i suoi continui viaggi per il mondo.

 

Ozmo, 1998-2018. Graffiti, street art, paintings. Evolution of an artist

Compra | Amazon

CORRELATI >