Natura
di Sandro Giorello 13 Gennaio 2016

Questa mappa raccoglie più di un milione di gatti fotografati in tutto il mondo

“So dove vive il tuo gatto”: un sito californiano usa i gattini per farci riflettere sull’idea di privacy in rete

gattini-mappa-foto-2 iknowwhereyourcatlives - I gatti di Napoli, Italia

 

Che i gattini siano i sovrani dell’internet è ormai un fatto noto e, nonostante gli anni che passano, non perdono colpi. A confermarlo è il sito iknowwhereyourcatlives.com: è una mappa su cui sono state posizionate circa un milione di foto di felini scattate dai loro legittimi proprietari.

Il sito interagisce con le API delle più popolari piattaforme che ospitano foto come Flickr, Twitpic, Instagram ed altri e, grazie alla geolocalizzazione delle immagini, le distribuisce direttamente sulla mappa. Cliccando su “See a new cat!” il sito vi mostra il quartiere di una città del mondo scelta a caso e i vari gatti che fotografati in quella specifica zona.

 

gattini-mappa-foto-gattini iknowwhereyourcatlives - I gatti di Finisterre, Francia

 

L’ha creato il californiano Owen Mundy utilizzando un super computer della Florida State University capace di gestire enormi quantità di dati. Secondo quanto riporta lo stesso sito, iknowwhereyourcatlives.com è un esperimento che vuole rimarcare quanto i gatti siano amati sul web ma, soprattutto, avviare una riflessione sull’idea di privacy in rete: i protagonisti, di fatto, non sono i gatti ma i loro padroni.

 

foto-gattini-mappa-gatti  I gatti di Higienópolis, Brasile

 

In più ci fornisce anche una classifica delle nazioni del mondo dove sono state raccolte più foto. Per molti paesi potrete vedere come si distribuisce la popolazione felina regione per regione: in Italia vince Lombardia, seguita dal Lazio e dalla Toscana. È segnalata anche la classifica delle dieci città del mondo con più gatti “schedati”: al primo posto c’è New York, seguita da San Paolo e Singapore; Roma si posiziona al numero nove. Se volete approfondire, troverete una lunga serie di dati rappresentati da diverse infografiche molto interessanti.

top-città iknowwhereyourcatlives.com - La classifica delle città

 

italia-gatti iknowwhereyourcatlives - La popolazione felina in Italia

 

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >