La città dei morti: vivere all’interno di un cimitero al Cairo

Viaggi
di Simone Stefanini facebook 26 settembre 2014 09:30
La città dei morti: vivere all’interno di un cimitero al Cairo

Tamara Abdul Hadi è una fotografa nata in Iraq e cresciuta a Montreal che, una volta cresciuta, è tornata in Medio Oriente per raccontare quelle zone con la sua macchina fotografica. La sua serie “City of Dead” narra le vicende della famiglia Abdel Lateef, una delle tante famiglie povere che vivono nel cimitero di Bab el Nasr a Il Cairo, in Egitto. La Città dei Morti è una necropoli musulmana formata dal suddetto cimitero e da altri quattro. Attualmente ospita una popolazione di circa 500mila persone che non possono permettersi alloggi veri, in una città con un sovraffollamento micidiale.

La comunità è chiaramente illegale e la famiglia Abdel Lateef vive nelle camere costruite sopra le tombe, luoghi che secondo la tradizione, ospitano per quaranta giorni il lutto dei parenti dopo la sepoltura. Date le risorse limitate di questa comunità, la vita in questa città nella città è difficile, con molte persone che vivono in stanzoni senza acqua corrente o luce. Nelle immagini di Abdul Hadi, però, la necropoli trabocca di vita e di colori ed emana un forte senso di appartenenza alla famiglia. Queste sono le immagini toccanti e a loro modo piene di speranza.

FONTE | featureshoot.com

Tamara Abdul Hadi 1

Tamara Abdul Hadi 3

Tamara Abdul Hadi 8

Tamara Abdul Hadi 2

Tamara Abdul Hadi 9

Tamara Abdul Hadi 10

Tamara Abdul Hadi 4

Tamara Abdul Hadi 5

Tutte le immagini © Tamara Abdul Hadi

COSA NE PENSI? (Sii gentile)