Viaggi
di Matteo Scotini 31 Gennaio 2018

In Cina c’è una piccola Parigi fac-simile che mette un po’ d’inquietudine

Cina-piccola-Parigi-Fac-simile 0 Francois Prost.com - foto di François Prost, 2017

 

In Cina e più precisamente nella città di Hangzhou, è possibile visitare il quartiere residenziale di Tianducheng (inauguarato nel 2006) dove sorgono imitazioni di vari monumenti che appartengono alla capitale francese. Una piccola Parigi fac-simile, proprio come a Las Vegas dunque, la differenza? Semplice: i monumenti sparsi per Tianducheng sono veramente difficili da distinguere da quelli originali.

I social cinesi sono ormai invasi da immagini che comparano i monumenti della capitale europea della romanticheria con le loro versioni orientali. Le testate giornalistiche locali e internazionali hanno notato la cosa e il quartiere di Hangzou si è guadagnato il soprannome di “piccola Parigi“. La sfida lanciata dagli utenti è molto chiara: riconoscere i monumenti originali.

 

Cina-piccola- Parigi-Fac-simile Francois Prost.com - Foto tratta da “Paris Syndrome” di François Prost, 2017

 

Le cosiddette “città replica” non sono una novità in Cina, e non è insolito che vengano letteralmente prese d’assalto da coppie di turisti che scattano le tipiche foto pre-matrimoniali. La “piccola Parigi” però sembra aver catturato anche l’attenzione della gente del posto. Weibo (il principale social network cinese) è pieno di thread che commentano la questione: non manca una certa dose di autoironia che ricalca lo stereotipo delle imitazioni cinesi destinate al mercato parallelo occidentale.

La “piccola Parigi” ha catturato anche l’attenzione di alcuni artisti occidentali: nel 2016 il quartiere ha fatto da sfondo per il videoclip del brano “Gosh” di Jamie XX firmato da Romain Gavras.
Il risultato è un’ ambientazione a metà tra Parigi e Gotham City: la meta preferita per la luna di miele europea il giorno dopo un disastro atomico. L’anno seguente il fotografo e graphic designer francese François Prost ha dedicato a questa città nella città un’intera serie fotografica dal titolo “Paris Syndrome” che ricalca in parte quello che sta accedendo sul social network cinese in queste settimane. Anche in questo caso la tentazione di riconoscere il falso è irresistibile.

 

Cina- piccola-Parigi-fac-simile 2 francoisprost.com - Foto tratta da “Paris Syndrome” di François Prost, 2017

 

Nonostante il clamore internazionale che il quartiere Tianducheng ha riscosso negli ultimi due anni, chi c’è stato (e con loro lo stesso Prost) descrive la zona come un quartiere residenziale semidisabitato destinato al’inurbamento della classe media cinese, che non sembra curarsi particolarmente dei monumenti da cui è circondata. Nell’ultimo anno questa città fantasma ha però visto un’impennata nel numero dei residenti che nel 2017 sono arrivati a circa 30000.
Se state programmando un viaggio in Cina e temete vi possa mancare, almeno un pochino, la vecchia Europa vi consigliamo di passare da Hangzhou e chiedere indicazioni per il quartiere di Tianducheng.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >