I 15 motivi per cui ci siamo già rotti le palle del 2016

Sono morti David Bowie e Prince, il 1° maggio cadrà di domenica, l’estate sarà caldissima, andremo in pensione a 75 anni: basta, basta, basta!

Puffo Brontolone sa bene cosa odiare Pinterest - Puffo Brontolone sa bene cosa odiare

 

Parliamoci chiaro, amici: saranno pure tutte superstizioni legate al bisesto funesto, robe che a noi persone civili non ci toccano nemmeno un po’, eppure questo 2016, nei suoi primi 4 mesi, ha fatto veramente schifo. Tra i morti famosi, il maltempo, il climate change, la situazione politica e le varie ed eventuali, non ce ne sta andando bene una e non vediamo l’ora che il 2016 finisca, così da passare subito a un anno regolare.

Che poi, per noi italiani, l’anno successivo con il 17 non sembra essere così fausto nelle previsioni, ma per ora, arrivarci sani e salvi ci appare come un sogno. Di seguito, una serie di sfortunati eventi che ha avuto luogo nei primi mesi di quest’anno.

 

15) Il Primo Maggio viene di domenica

nooooooo_elf reactiongifs

Cosa pretendete da un anno in cui la Festa dei Lavoratori arriva di domenica? Niente. Per non parlare del fatto che nel weekend lungo del 25 aprile ha piovuto tutto il tempo. Mai una gioia.

 

14) È morto Prince

prince-songs-written-other-artists

Anno maledetto per i musicisti famosi, non si fa in tempo a dire che è morto il nostro preferito, che subito ne muore un altro ed è la corsa all’aneddoto di commozione verosimile. L’ultimo della lista è Prince, il folletto di Minneapolis scomparso il 21 aprile per circostanze non ancora chiarite. Cosa resterà di questi anni ’80?

 

13) Sono aumentate le sigarette

tumblr_mmml24NZBU1snwe8io1_500 tumblr.com

Uno dice: vabbè, ci fumo sopra. E invece niente, perché dal 20 aprile le più note marche di sigarette sono aumentate di 20 centesimi, e se compravate i pacchetti da 10, tra breve non saranno più in commercio. Così imparate.

 

12) La solita Juve

giphy

Quest’anno doveva essere il campionato più combattuto di sempre, con in testa il Napoli, la Roma, l’Inter o addirittura la Fiorentina. Poi si è svegliata la solita Juve e ha iniziato a mietere vittime in tutti gli stadi d’Italia, aiutata come al solito da qualche errore arbitrale di troppo e addio corsa allo scudetto per le altre squadre.

 

11) La foto di Salvini con Donald Trump

13043542_10153732771933155_4799613638734402705_n facebook.com

Una roba da impazzire all’istante: il leader leghista Matteo Salvini in posa da Fonzie con il candidato Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Chi si somiglia si piglia, dicevano gli anziani. Intanto i suoi elettori inneggiano a Putin. L’importante è spararla grossa.

 

10) Il Rischiatutto fa il 30% di share e il primo vincitore dà la risposta sbagliata

1461484351_rischiatutto_orofino wired.it

Il quizzone reso famoso da Mike Bongiorno negli anni ’70 è tornato in auge grazie a Fabio Fazio e quasi mezza Italia l’ha visto, giusto per ricordarci che è un paese che ama le novità. Per non farsi mancare nulla, il campione Stefano Orofino ha vinto 132mila euro dando una risposta sbagliata. Tanto state tranquilli, in Italia pure i gettoni d’oro della Rai sono una truffa.

 

9) È morto David Bowie

0DavidBowie2_zps795c7a52 forcesofgeek

Quando, il 10 gennaio, il mondo si è fermato per la morte di David Bowie, abbiamo capito tutti che sarebbe stato, senza tanti giri di parole, un anno di merda. A tutt’oggi, non sembra ci siano segnali di smentita.

 

8) Hai aspettato una vita la reunion dei Guns’n’Roses e Axl al primo concerto s’è rotto un piede

axlthrone2 alternativenation.net

La reunion sembrava impossibile, per almeno 25 anni. Axl Rose e Slash non si parlavano, anzi, si auguravano la morte via tweet. Poi la pace, il tour che migliaia di fan in tutto il mondo attendono dall’adolescenza e alla prima data Axl si rompe un piede ed è costretto a cantare tutto il tour a sedere sul trono dei Foo Fighters. Che destino beffardo.

 

7) Bertinotti è diventato ciellino

he102_INI01FL1_57229-002-k4sD-U43100930077578FRG-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443 corriere.it

Vi ricordate Rifondazione Comunista, il partito di Fausto Bertinotti, talmente estremo da mandare a casa il Governo Prodi e di fatto favorire il ritorno di Berlusconi? Il suo ex leader, dopo anni di silenzio, se ne esce con una sparata storica, in cui afferma che il movimento operaio è morto e che quelle istanze e quell’entusiasmo, l’ha trovato in Comunione e Liberazione. Poi dici uno non deve bestemmiare.

 

6) L’annuncio della pensione a 75 anni

tumblr_n0z2lsQLCn1qedb29o1_500 tumblr

Il presidente dell’INPS, Tito Boeri, ha rilasciato una dichiarazione che ha allarmato tutti i nati negli anni ’80: dovranno lavorare fino a 75 anni, per avere la pensione. Sicuramente sarà possibile fare il dj o il social manager a 74 anni. Sicuramente prenderemo la pensione. Sicuramente.

 

5) Simona Ventura è uscita dall’Isola dei Famosi ma la trasmissione continua ad andare in onda

tumblr_nn0mxeIExf1tlsda4o1_400 tumblr

Che l’Isola dei Famosi sia un programma osceno, ve l’abbiamo già detto in tutte le salse. Ora la faccenda si complica ulteriormente perché Simona Ventura, la vera protagonista dello show, è tornata in studio e quindi lo spettacolo non ha alcuna ragione di esistere. Eppure continua a inquinare i palinsesti televisivi col suo cattivo gusto, senza un perché.

 

4) Il Milan ha fatto l’Haka

Anno gramo per i tifosi del Milan e del bel calcio in generale: la squadra di Berlusconi non vince neanche per sbaglio e per non farsi mancare nulla, nella sfida col Carpi, per ragioni di sponsor, sono scesi in campo 11 controfigure dei giocatori che hanno inscenato una haka in stile All Blacks che ha imbarazzato tutti, dalle Alpi alla Nuova Zelanda.

 

 

3) Al referendum non c’è andato nessuno

risultati referendum definitivo Elezioni.Interno.it

Il referendum sulle concessioni alle piattaforme di estrazione è stato caratterizzato da enormi errori di comunicazione da una fazione e dall’altra, finendo per far appassionare alla vicenda poco più del 30’% degli italiani e risultando di fatto un inutile spreco di soldi pubblici.

 

2) Questa estate sarà più calda di quella dell’anno scorso

tumblr_n6vgruDpy61tbh1dho1_400 wifflegif.com

Già.

 

1) Jon Snow è sempre morto (per adesso)

jon-snow-dead-1434365334 mov.com

SPOILER: la prima, attesissima puntata della sesta stagione di Game of Thrones ci lascia con un Jon Snow ancora cadavere, facendo rimanere piuttosto male tutti quelli che credevano che un qualche sortilegio lo riportasse in vita. Macché.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >