Cattelan invita il medico Roberto Burioni a EPCC e i NoVax insorgono

Il fronte anti vaccini si è schierato compatto contro l’ospitata di Roberto Burioni a E poi c’è Cattelan, per l’ennesima indignazione social di cui non sentivamo il bisogno

Cattelan invita il medico Roberto Burioni a EPCC e i NoVax insorgono

Quello che vedete qui sopra è il video che hanno girato  Alessandro Cattelan e il professor Roberto Burioni per il late night show E poi c’è Cattelan, che va in onda dal lunedì al venerdì su SkyUno.

Se lo seguite, conoscerete certo la sua natura: spettacolo di mezz’ora con monologo iniziale e poi uno o due ospiti intervistati non convenzionalmente e coinvolti in giochi pazzi. La falsariga è quella del fu Late Night Show di David Letterman o di quelli di Jimmy Fallon, Jimmy Kimmel, James Corden e via e via.

Roberto Burioni è un medico e accademico, ricercatore nel campo dei vaccini diventato famoso per la sua attività divulgatrice sui social media e la sua lotta contro la disinformazione, svolta spesso blastando (termine preso in prestito dal comportamento social di Mentana) gli utenti che vogliono discutere con lui alla pari. I suoi interventi sono molto seguiti e questa notorietà gli ha fatto vincere anche il premio di Personaggio Rivelazione di Internet del 2017 ai Macchianera Awards.

 

 

Per farla breve, oltre ad essere un medico è un nome forte sul web e sicuramente un personaggio tutto da scoprire, quindi l’ospitata nel late show più figo d’Italia ci sta tutta. In più, a una buona metà d’Italia sta simpatico proprio per la sua fermezza nel condannare la piaga di quelli che si sentono scienziati (politologi, ingegneri, statisti, allenatori etc.) solo perché hanno una connessione internet.

C’è un’altra Italia però che non ci sta, quella dei NoVax, degli anti-vaccinisti. Per puro paradosso, ci fosse un vaccino anti Burioni, loro lo prenderebbero subito. Di lui odiano tutto: espressioni, modi, contenuti, arrivano a contestargli persino l’abbigliamento e la pettinatura.

Potete immaginare la shitstorm che è arrivata ad Alessandro Cattelan sui social per essersi permesso di ospitare il medico pro vax. Qui sotto potete vedere dei fulgidi esempi:

 

Tuti i commenti via Facebook

Noi stiamo con il primo commentatore, il campione che ha preso i popcorn per assistere al dibattito, perché ci sono alcuni commenti da Pulitzer.

Si parte dalla delusione tipica di quando il tuo migliore amico limona con la tua ragazza del “Mi fidavo di te, credevo tu fossi differente e invece…” alla richiesta pressante del contraddittorio, come se fosse una tribuna politica sotto elezioni. A chi minaccia di non seguire mai più #EPCC dopo l’affronto fanno eco quelli che parlano (ovviamente) di complotto.

 

 grab da Facebook

 

Il nome più gettonato da apporre al commento per fare la figura degli studiati è quello di Luc Montagnier, il premio Nobel che scoprì l’HIV e che in vecchiaia si è schierato con gli anti vaccinisti americani, arrivando a dire che i vaccini fanno diventare autistici. Notizia questa più volte smentita dalla ricerca e anche dalla Corte di Cassazione. A questo proposito, pure il sito pernoiautistici ha rigettato la “sponsorizzazione” dei NoVax.

 

 grab da Facebook

 

Cronaca dell’ennesima ondata d’indignazione social nata più dal sentito dire che da reali basi scientifiche, ad opera di persone che spesso fanno copia-incolla di pensieri altrui, neanche tanto metabolizzati, giusto per dare contro a professionisti di settore. talvolta sciacallando su tragiche notizie di cronaca che non hanno bisogno di ulteriore odio, a fronte di una “Laurea su Facebook” che dovrebbe essere un diritto inalienabile perculare.

 

 grab da Facebook

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)