Facebook e Instagram vogliono censurare l’emoji della melanzana e non solo

Le emoji incriminate sono ritenute troppo fraintendibili. Chi l’avrebbe mai detto?

Niente sesso sui social, peggio ancora se raffigurato con emoji che dovrebbero esprimere ben altro significato. Grandi accusati, la melanzana, la pesca e le gocce d’acqua che spesso vengono utilizzati per descrivere eccitazione sessuale.

Non ci vuole certo un fine semiologo per capire che la melanzana bella eretta viene spesso usata come simbolo fallico, la pesca descrive un fondoschiena o una vagina a seconda dei gusti mentre le tre gocce d’acqua possono rappresentare umidità l’orgasmo femminile o maschile, e così spesso vengono utilizzate.

Mark Zuckerberg non ci sta e visto che Facebook e Instagram sono suoi, ha deciso di censurare gli emoji birichini se usati fuori contesto. Esempio? Se melanzana, pesca e gocce d’acqua dovessero affiancare contenuti sconci, link proibiti, immagini di nudo o conversazioni X rated (ricordandoci in questo modo che siamo sempre spiati), il post verrà rimosso.

Se da una parte condividiamo in pieno la lotta alle molestie sessuali, dall’altra non comprendiamo bene la battaglia senza quartiere alle emoji, quando i comportamenti da punire appaiono ben altri. Ci sono ancora gruppi su Facebook che incitano a violenza e stupro, ancora online nonostante le molte segnalazioni. Forse il giro di vite dovrebbe essere più mirato, senza andare a colpire dei semplici disegnetti.

Cosa ne pensate di questa iniziativa piuttosto stramba?

TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >