Facebook oscura la pagina dei Sentinelli di Milano e lascia liberi i suoi aguzzini

È stata oscurata la pagina dei Sentinelli di Milano, mentre i profili degli hater violenti sono ancora attivi

Il bene e il male nell’epoca di Facebook: i Sentinelli di Milano è un gruppo per i diritti della comunità LGBTQ, che lotta quotidianamente contro l’ignoranza, il bullismo e i soprusi che quotidianamente affliggono gli omosessuali in Italia, ma anche contro il razzismo e il generico fascismo.   Ieri la loro pagina Facebook che conta 104.000 follower è stata oscurata da Facebook, probabilmente in seguito a una segnalazione di massa della condivisione foto dei migranti che annegano nel Mediterraneo. Una segnalazione politica, assolutamente reazionaria alla quale Facebook risponde con il peggiore dei provvedimenti, lasciando liberi di agire i molti aguzzini che giornalmente minacciano di morte i creatori della pagina stessa.

Ricapitolando: una pagina LGBTQ mostra solidarietà nei confronti dei migranti con un post, il post viene segnalato in massa dagli hater, Facebook chiude la pagina e gli hater vincono. Quando parliamo di hater, non pensiate a quelli innocui che fanno colore, parliamo di veri e propri criminali che scrivono cose aberranti, come riportato da Luca Paladini, fondatore dei Sentinelli e obiettivo di stalker e cyberbulli sempre più violenti. Come lui stesso scrive, in 5 mesi ha ricevuto personalmente 412 messaggi di morte anonimi e 379 profili fake. Messaggi della caratura di quello che vi mostriamo qui sotto.

 

 

I Sentinelli di Milano sono nati quasi per scherzo, per contrastate le Sentinelle in piedi, il gruppo che si batte contro i diritti degli omosessuali. In poco tempo la pagina ha ricevuto adesioni e stima da parte del mondo civile e Luca Paladini si è trovato a dover segnalare pagine fake come “Luca Paladini pederasta ha l’Aids”, appoggiato fortunatamente da personalità di spicco come  Laura Boldrini, anch’essa presa di mira da hater criminali, che da tempo sta tentando di comunicare con Facebook per arginare la violenza sul social.

 

 

Quello che sta accadendo è surreale, anche un bambino si accorgerebbe della differenza tra un messaggio sociale e una minaccia di morte, eppure la politica di Facebook riguardo le segnalazioni continua a essere assurda: pare infatti che di fronte a segnalazioni di massa, organizzate e perpetrate al fine di offendere, Facebook non possa far altro che oscurare la vittima, lasciando liberi i suoi aguzzini.

Purtroppo, contattare Facebook per una controversia è praticamente impossibile e sembra non ci sia modo di risolvere un errore. La domanda nasce spontanea: perché di fronte al proliferare di pagine che inneggiano a Mussolini o al fascismo, viene oscurata una pagina sui diritti LGBTQ? Chi prende le decisioni in merito alla censura su Facebook, robot o esseri umani? Attendiamo risposte da chi di dovere, intanto ci dichiariamo completamente solidali coi Sentinelli di Milano. Se volete appoggiare la loro protesta, scrivete alla email qui sotto.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >