No, Twitter non sta per fallire

La crisi del social network spiegata con qualche numero e l’opinione di Gianluca Diegoli

Non siamo ancora a questo punto, ma qualche problemino c'è.  Image via - Non siamo a questo punto, ma qualche problemino c’è.

 

Ma cosa sta succedendo a Twitter? Un bel po’ di cose. Non è un buon momento per il social network a 140 caratteri, tra addii importanti nel management, un calo costante del valore in borsa, e anche la nota di colore – il colore dei soldi – su Jack Dorsey, fondatore declassato da miliardario in dollari a semplice milionario. E poi il down durato un paio d’ore – appena qualche settimana fa – la controversa idea dei tweet da 10mila battute, i Twitter ads che non verrebbero mostrati agli influencer attivi sulla piattaforma, e molto altro ancora.

Ma diciamolo subito: la notizia della morte di Twitter è fortemente esagerata. Vediamo di fare ordine e dare un quadro della situazione chiaro, soprattutto sugli ultimi eventi.

Per prima cosa,  come è andata Twitter in borsa dall’inizio, da quando è stata quotata al NYSE?

Quanto vale un'azione di Twitter, oggi Google Finance - Quanto vale un’azione di Twitter, oggi

 

Non proprio benissimo eh. Il misterioso mercato però agisce non per capriccio, ma perché Twitter non offre un progetto chiaro, stabile e credibile ai suoi investitori. Dice bene Dario Marchetti su La Stampa, quando parla del cambio di management tra il CEO Dick Costolo, cui è subentrato il fondatore Jack Dorsey “A Costolo (…) gli investitori avevano addossato la responsabilità di uno stallo generalizzato, una mancanza di identità e strategia che avrebbe portato Twitter al tracollo. Nonostante il cambio al vertice però, le sfide che oggi Dorsey deve affrontare sono sostanzialmente le stesse.“.

E fin qui, siamo in borsa. Dentro Twitter invece come va? Negli ultimi giorni hanno detto addio a Twitter executive ai vertici delle risorse umane – Brian “Skip” Schipper – dei media – Katie Jacobs Stanton – del prodotto – Kevin Weil – e anche Jason Toff, responsabile dello streaming video e di Vine. Come mai? Non tanto perché Twitter non va – o non solo – ma più probabilmente anche perché erano uomini di Costolo, il precedente CEO, in cui Jack Dorsey non riponeva particolare fiducia.

Quindi sono stati con tutta probabilità gentilmente accompagnati alla porta. Dorsey ha spiegato poi così la faccenda

E poi? E poi Twitter cambia, dice che cambierà, non si capisce bene dove voglia andare: c’è l’idea di allungare a 10mila battute la dimensione di un tweet, passando dai 140 caratteri attuali a una lunghezza quasi da longform. Ipotesi che ha lasciato perplessi non pochi, e che pare sia proprio un’idea di Dorsey.

Tornando però ai dati su Twitter, alcuni li riassume Bloomberg in questo grafico

 

No buono. Bloomberg - Quanto guadagna Twitter e quanto crescono gli utenti.

 

Cosa ci dice questo grafico? Che gli utenti crescono meno di quanto arrivino soldi. Ma i soldi arrivano eccome. Con un Q3 2015 chiuso con guadagno per circa 570 milioni di dollari, e una crescita rispetto all’anno precedente del 58%, non sembra il caso di parlare di Twitter al tracollo. Nel mentre gli utenti di Twitter che hanno utilizzato almeno una volta al mese la piattaforma è cresciuta “solo” del 12% rispetto all’anno precedente. Insomma, un dato meno positivo, ma comunque mica da buttare.

Abbiamo chiesto a Gianluca Diegoli, docente IULM, consulente per e-commerce e marketing online nonché dal 2004 mente del blog MiniMarketing, di fare un punto della situazione.

Se dovessi spiegare cosa sta succedendo a Twitter a una persona che non lo usa o non lo conosce, come faresti?
Credo che gli direi che il problema di Twitter è proprio questo: chi lo usa lo apprezza, ma se non lo usi, o lo usi poco, non riesci a trattenerne il valore ed è piuttosto respingente. Inoltre, l’uso di Twitter, anche da parte chi lo trova utile, è comunque molto personale: non è facile spiegare a qualcuno che non lo conosce come potrebbe usarlo, visto che potrebbe farlo in modi totalmente differenti. Insomma, l’accoglienza di Twitter per gli estranei è come imparare a sciare, è spesso troppo faticoso imparare prima di iniziare a divertirsi – in più, nemmeno sai se ti divertirai davvero.

Perché Twitter ci sembra un po’ “incartato”, rispetto per esempio a player come Facebook, che danno l’idea di avere un piano più chiaro di sviluppo?
Twitter al suo meglio paradossalmente non ha mai avuto piani: ha sempre raccolto idee degli utenti, come l’epica dello storytelling dell’uccellino ha sempre raccontato (gli hashtag, la chiocciola, ecc. ecc.). Nel momento in cui ha avuto davvero un piano, dopo l’ingresso in borsa, è entrato in competizione con Facebook in una gara che non può vincere, non sulla base dei numeri né sull’advertising «alla Facebook».

Che idea ti sei fatto delle dimissioni di massa degli ultimi giorni?
Non credo alle coincidenze: probabilmente hanno capito che ci saranno grandi smottamenti organizzativi, ma questo significa che le cose possono cambiare, non che Twitter è condannato.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2019"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2019”. Bag bianca cotone con illustrazione nera di Andrea De Luca.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >