Society
di Giulio Pons 10 Febbraio 2014

7 aeroporti dove i piloti non vogliono atterrare

Che tu sia un viaggiatore abituale, per lavoro o per piacere, c’è sempre quel momento all’atterraggio e al decollo, dove senti l’adrenalina. No? Beh… Se ormai c’hai fatto il callo, forse è arrivato il momento di provare una di queste mete, se non altro per tornare a sentire un brivido sulla schiena. Ecco 7 posti dove i piloti preferiscono non dover atterrare (dopo essere atterrati qui, l’applauso è gradito da tutti):

Wellington, Nuova Zelanda

Pista d’atterraggio di circa 2km a ridosso del mare, c’è sempre molto vento.
WIAL RESA 1

Juancho E. Yrausquin Airport, Isola di Saba, Caraibi

Pista cortissima, solo 396 metri che finisce in acqua. Qui ci atterrano solo piccoli aeroplani o elicotteri. Non c’è neanche la torre di controllo. Seba01

Courchevel Airport, Francia

Questo piccolo aeroporto nelle Alpi francesi ha una pista corta e con una pendenza del 18.5 percento. I piloti atterrano in salita per frenare meglio e partono in discesa per prendere velocità più in fretta. Courchevel Airport France

Aeroporto di Lukla, Nepal

Chi vuole andare sull’Everest arriva qui, pista di mezzo chilometro, larga 20 metri, da una parte uno strapiombo di 700 metri e dall’altra una montagna! Come se non bastasse in pendenza! LUA david mcallister updatedpicoflua 70c9app92x

Princess Juliana Airport, St Martin, Caraibi

Vi avevamo già parlato di questo incredibile aeroporto con la pista d’atterraggio a ridosso di una spiaggia. Quando arriva un aereo, se non stai attento, il vento ti sbatte per terra. Ovviamente è un’attrazione turistica, pericolosissima. Qui il pericolo è più per i bagnanti forse…
st maarten jet fly over 23943 990x7421

Madeira Airport, Portogallo

La pista d’atterraggio di questa piccola isola era inizialmente più corto di 2km, e i grossi aerei avevano qualche problema ad usarla, per questo è stata allungata costruendone un pezzo su un ponte sostenuto da oltre 200 pilastri. Nonostante sia testato e progettato per reggere un 747, atterrare su un ponte è sempre un’esperienza che toglie il fiato.
perspec pista ne

Toncontin Airport, Honduras

L’aeroporto della capitale dell’Honduras è pericoloso perché è in mezzo alle montagne e la sua pista è di circa 2km. Gli aerei atterrano e decollano sempre nello stesso verso proprio a causa delle montagne.
013014

Via: [welldonestuff]

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >