Society
di Raffaele Portofino 11 Giugno 2015

9 statue rovinate dalla perversione dei visitatori

Quanta tristezza sotto questo cielo.

Sapete come nascono le leggende urbane, i miti da tramandare per generazioni, no? Il più delle volte, per via di una sciocchezza. Tipo, non so, stai per entrare a dare un esame, tocchi la testa del busto in marmo del Rettore, l’esame va benone e da quel giorno lì, lo farai sempre prima di una prova importante.

Ecco, un po’ diverso è quando ti attacchi alle pudende delle statue (per i meno eruditi: tutte, culi, genitali in genere) rovinandone la superficie, giusto perché qualche genio un giorno disse che toccarle portava bene.

Guardate qui sotto, nove esempi di statue rovinate dalla mano un po’ troppo invadente dei visitatori:

FONTE | distractify.com

In Cina c’è questa statua della Principessa Iron Fan la cui tutta sinistra sembra porti bene e dunque schiere di turisti e residenti fanno a gara per toccargliela, senza nemmeno portarla a cena prima. Che cafoni.

eca3bb6263120dbed004b069ea934b5d 650x

 

La statua di Victor Noir in Francia, viene costantemente baciata in bocca dalle signore, che poi gli mettono fiori nel cappello e già che ci sono, gli ravanano il pacco, perché porta fortuna e fertilità. 

8f1ac9013e018f9b1d066c30c09835ca 650x

 

Anche la menna sinistra della statua della moglie di Yu il Grande in Cina viene costantemente molestata per la buona fortuna. 

b4c81277cc713dc1b713cdf7aaf3b2c3 650x

 

Questa è una statua immensa di Adamo, purtroppo minidotato ma multitoccato dalle signore di tutte le età.

a5057a32bce0ebab10470ca032e1826d 650x

 

Quando sei un pervertito, ti attacchi anche ai capezzoli della donna con quattro gambe, giusto per far vedere al mondo di che pasta sei fatto.

d4c6c2dde4e6042e4a3c6c859b745c04 650x

 

Un moto di eleganza innata, farsi ritrarre sotto i coglioni giganteschi del toro di Wall Street, mentre ne tasti peso e consistenza.

565681faa73386250a4fc80a6cfa2e44 650x

 

Anche questa signora s’attacca all’arte di Praga.

 

1bf963cdbf94339aaf4e381c7fb74fec 650x

 

Le spose toccano il pisellino di questo angioletto a Minsk. Lui si copre il volto dalla vergogna.

74e8ee6cd4638d34934270d9c403d44e 650x

 

E in Italia? Vogliamo essere da meno? Ecco dunque due signori attaccati ai virginali seni di Giulietta, promessa sposa a Romeo ma ahinoi esposta alla pubblica, imperdonabile lussuria.

15_Verona la statua di Giulietta

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >