Society
di Simone Stefanini 3 Marzo 2020

Ah, che ridere il video francese sulla pizza italiana al coronavirus

Non c’è nessuna idea brillante dietro il video francese del pizzaiolo italiano che infetta la pizza, solo malcelato razzismo

Questo video è stato trasmesso sulla pay tv francese Canal+, nel programma satirico Groland Le Zapoï ed è decisamente poco fraintendibile: c’è la macchietta del tipico pizzaiolo italiano di mezza età coi baffi che scatarra uno slime verdastro tra i funghi e i peperoni di una pizza pronta per andare in forno. Punch Line: Pizza Corona, la nuova pizza italiana che farà il giro del mondo. Che ridere, che fantasia, che spiccato senso dello humor. No.

Dovremmo analizzare la questione a due livelli: quello più progressista in cui facciamo il mea culpa per tutte le volte che abbiamo preso in giro gente di nazionalità o cultura diversa dalla nostra, potremmo scrivere il pippardone su come si sta male quando siamo noi l’oggetto del razzismo da parte di tutto il mondo e lanciarci in una difesa della satira anche quando ci colpisce direttamente, ma oggi diciamo pure che non ce ne frega un cazzo.

In testa abbiamo le immagini di Fabio Grosso che esulta nel 2006 e forti di questa energia rinnovabile solo col pensiero, ci teniamo a esprimere il nostro forte dissenso nei confronti di questo video, che mischia gli stereotipi più abusati dell’italiano medio che fa la pizza e alza il tiro usando tutta la supponente cattiveria di cui i francesi dispongono. In questa satira a salve, l’italiano diventa l’untore del mondo, l’individuo umile e sudicio che non rispetta neanche le minime regole igieniche di base e che, a vedere la consistenza di quel muco verdastro, mangia le carogne di zebù.

Il razzismo più becero parte proprio da questo tipo di esternazioni e come ci sentiamo di difendere i cinesi e gli italiani di origine asiatica attaccati da altri italiani caucasici perfettamente imbecilli, siamo pronti  a difendere l’italiano medio da questo video offensivo mascherato da arguta satira. Per prima cosa perché non fa ridere, ci fosse una minima idea brillante dietro se ne potrebbe pure parlare, ma così è solo merda. Seconda cosa perché il coronavirus fa vittime nel nostro paese e sta mettendo in ginocchio l’economia, come ben sappiamo.

Terza ed ultima motivazione inattaccabile: sporchi, brutti e cattivi, ma quel 9 luglio del 2006 quanto brucia ancora?

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >