Society
di Simone Stefanini 16 Ottobre 2014

Bello bello in modo assurdo: intervista ad un modello

La vita di un modello non è esattamente come l’avete sempre immaginata

Conosco Davide Di Sciascio, professione modello, da qualche anno. Per meriti extrafashion: semplicemente canta in una band che mi piace. È la persona che invidio di più al mondo: l’ho visto di notte ubriaco, di mattina appena sveglio, vestito elegante o con quattro stracci e questo ragazzone sta sempre una favola. Niente scalfisce ciò che la natura ha creato con così tanta generosità.

Sul serio, se arrivasse un alieno e ci vedesse in giro insieme, troverebbe davvero surreale catalogare entrambi appartenenti alla stessa specie. Da qui la curiosità (e l’invidia, che mi divora), sul dorato e controverso mondo della delle sfilate, della professione di modello. Un botta e risposta semi serio che non mancherà di riservare sorpresone.

16

Essere figo è un dono naturale?
Sicuramente, ma (soprattutto per i ragazzi) contano tanto mille altre cose: essere interessanti, saper usare l’ironia, l’essere un po’ paraculi, il cervello insomma. La natura da sola può ben poco, se poi apri la bocca e rovini tutto. Facciamo che essere figo è natura + quel Quid.

Bella risposta paracula. Se sei figo però ti si aprono le porte del successo più facilmente?
Dipende, per quello conta tanto anche il culo…

Detta così suona male. Sfatami questi luoghi comuni: i modelli sono tutti gay?
Non tutti, solo quelli “con le porte del successo aperte”, vedi domanda precedente e vedi alla voce volpe/uva.

I modelli si fanno tutti di cocaina?
Ma va’, la cocaina è anni ’90; adesso c’è la crisi, si fanno tutti dei gran cannoni.

18

I modelli hanno tutti un’ espressione magnum* da esibire?
Tuttissimi, alcune sono a dir poco esilaranti! Le mie preferite sono quelle dei modellini anoressico-fashionisti quando viene loro chiesto di sorridere: hai presente Chucky la bambola assassina? Creepy!

I modelli guadagnano un casino?
Ecco, magari! Questo è un po’ un mito; negli anni ’80 c’erano tanti soldi, oggi no. Contando che si tratta di un impiego saltuario, che dal cachet di un lavoro devi togliere la percentuale dell’agenzia e (un botto) di tasse, un modello in media in un anno guadagna come un cameriere. Poi per carità, se sei David Gandy** è diverso.

I modelli sono tutti belli?
No! Basta guardare le sfilate. Una a caso, Saint Laurent: fai scorrere le foto a qualsiasi ragazza e divertiti a vedere le reazioni; un po’ come la nonnina davanti al video di “Two girls, one cup”***

I modelli non mangiano?
Ecco appunto, secondo me quelli no.

13

Il luogo comune sui modelli che ti fa più incazzare?
L’etichettare a priori il modello come scemo. Ho conosciuto un sacco di rincoglioniti tra i modelli, ma ne ho conosciuti di più in altri campi. I modelli passano la vita in viaggio, accumulando in una manciata di anni esperienze che tante persone non accumulerebbero nemmeno in due vite, parlano un casino di lingue e, strano a dirsi, nei tempi morti leggono tanto.

Quante ore al giorno lavora un modello?
Dipende: mediamente si passa la maggior parte delle giornate in giro a fare casting, il che significa avere una lista di appuntamenti, correre su e giù per la città per cercare di farli tutti, trovarsi spessissimo a fare delle gran file ascoltando discorsi idioti nell’attesa che arrivi il tuo momento e lo stylist di turno ti dica che sei troppo basso, troppo “europeo”, troppo commerciale o…troppo, troppo biondo! (cit.)

Come funziona l’agenzia coi modelli?
Di base ci sono due tipi di agenzie: quelle serie e quelle farlocche. Riconosci subito queste ultime perché ti chiedono un sacco di soldi per book + improbabili corsi di portamento e posa fotografica(!), ma soprattutto perché ti coprono di promesse. Se c’è una cosa che ho capito su questo lavoro è che nessuno può prometterti un cavolo, perché è tutto assolutamente imprevedibile. Conosco ragazze stupende che lavorano pochissimo, mentre basta sfogliare un qualsiasi magazine per vedere quanti cessi beccano dei contratti pazzeschi. Ci sono ragazzi che hanno faticato a sbarcare il lunario per anni, poi dal nulla hanno iniziato a lavorare tantissimo. Di base un’agenzia può sbattersi per te, ma non può farti promesse, semplicemente perché non dipende tutto da loro. Un’agenzia seria ti anticipa i primi test fotografici, ti organizza appuntamenti con dei buoni clienti ed al massimo ti dà qualche dritta sul look, il resto sta a te.

20

Si scopa più facile da modello o da musicista?****
Facciamo che da musicista magari ti divertiti a fare quattro chiacchiere anche dopo la scopata. Non è che le “modellare” siano proprio famose per la varietà dei loro argomenti.

A che età si smette di essere modello? Perchè non ho ancora quarant’anni e…
Dipende dal DNA e dalla pazienza: più invecchi e meno reggi la stronzaggine e la mancanza di sensibilità di certi addetti ai lavori.

Errori da non commettere?
Rifiutarsi di viaggiare. All’inizio fa un po’ paura mollare tutto, partire ed essere lontano da tutti per mesi, però è la parte più bella di questo lavoro.

Hai posato nudo?
Yep.

Anch’io. Gne gne. La tengo nel portafogli come antifurto.

NOTE:

* Magnum: l’espressione che usa Derek Zoolander nell’omonimo film  di Ben Stiller del 2001.
** David Gandy: l’ho dovuto googolare anch’io: è un supermodello britannico talmente bello che la mia fede nell’ostinazione al farmi rifiutare delle ragazze ha ceduto per un istante.
*** “Two girls, one cup”: se non sai cosa sia, resta nell’ignoranza che è meglio.
**** Domanda trabocchetto. Per esperienza personale, se non sei figo non scopi nemmeno da musicista.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >