Society
di Simone Stefanini 29 Luglio 2016

7 motivi per cui bere birra fa bene alla salute

Colesterolo, demenza, infarto: tutte malattie che possono essere prevenute con la birra

birra blog.repubblica.it

 

Estate, momento del tramonto, in spiaggia. Ti togli definitivamente gli occhiali da sole per goderti tutti i colori del riflesso del sole sul mare. Tutto a posto? Manca niente? Manca una sola cosa: la classicissima birretta nella mano destra. Sì, perché per qualche incrocio astrale, bere birra e l’estate si sposano alla perfezione. E non conta che dopo 5 minuti ti troverai a sudarla dalla prima all’ultima goccia, la birra e l’estate sono la stessa cosa. Ti disseta e non ti stona, se bevuta entro limiti umani.

Anzi: fa pure bene e a confermarlo è Men’s Health, che non sarà il giornale delle scienze, ma in fondo sulle robe salutiste ci punta parecchio. Secondo la rivista, ci sarebbero almeno sette risvolti positivi nel bere birra.

 

Del resto non ci inventiamo niente, lo diceva anche Renzo Arbore in questo assurdo spot anni ’80, volto a far bere birra agli italiani, che ai tempi la reputavano un po’ una cosa da tedeschi.

Mandiamo avanti di una trentina d’anni e arriviamo ai sette motivi per cui bere birra fa bene alla salute. Ovviamente sempre in modo moderato, ma questo l’avevate già capito.

 

 

1) Riduce il colesterolo

5-Seven-Reasons-Why-Beer-Is-Good-For-You designtaxi.com

E andiamoooo! Uno o due bicchieri di birra al giorno aumentano il colesterolo buono nel sangue, che scaccia quello cattivo. E quindi ti consente di indulgere in insaccati e cibi grassi. Ok, lo sappiamo: non dovrebbe essere questo il punto d’arrivo, ma ci siamo capiti.

 

2) Aumenta la densità ossea

3-Seven-Reasons-Why-Beer-Is-Good-For-You designtaxi.com

Le birre scure, con molto luppolo contengono una maggiore quantità di silicio, che aiuta le ossa e il tessuto connettivo, contribuendo a combattere l’osteoporosi. Prima di una partita di calcetto, infatti, è obbligatorio bere birra, così poi siete indistruttibili.

 

3) Previene la demenza senile

4-Seven-Reasons-Why-Beer-Is-Good-For-You designtaxi.com

Se ne bevete 5 litri, dementi ci diventate, sia chiaro. Invece, se fate i bravi, grazie a un composto presente nel luppolo chiamato xanthohumol, siete meno sottoposti a stress ossidativo e potete mantenere il cervello acuto, bello limpido, per combattere la possibile insorgenza della demenza.

 

4) Abbassa il rischio di ammalarsi di diabete tipo due 

2-Seven-Reasons-Why-Beer-Is-Good-For-You-1 designtaxi.com

Uno studio dell’American Diabetes Association è arrivato a un risultato davvero sorprendente: chi beve 3 lattine di birra al giorno ha il 30% in meno di possibilità di ammalarsi di diabete tipo due. Viene voglia di dargli retta, no?

 

5) Previene i calcoli ai reni

6-Seven-Reasons-Why-Beer-Is-Good-For-You designtaxi.com

Si sa: bere birra porta a frequentare molto spesso il bagno e per chi ha problemi di reni è una specie di Sacro Graal, visto che bere birra riduce il rischio di nuovi calcoli del 40%. Ragazzi, la faccenda sta diventando davvero interessante e inizio ad avere una sete di quelle…

 

6) Riduce il rischio di malattie cardiache

1-Seven-Reasons-Why-Beer-Is-Good-For-You designtaxi.com

Pronti? Più di 100 studi scientifici hanno trovato collegamenti tra il bere birra e la riduzione del rischio di malattie cardiache. Praticamente è un invito a vivere la vida loca, alla faccia degli astemi.

 

7) Potrebbe addirittura combattere il cancro

7-Seven-Reasons-Why-Beer-Is-Good-For-You designtaxi.com

Avete presente quel componente dal nome tipo Alien che serve per non farvi perdere la ragione da vecchi? Secondo alcuni studi tedeschi, può bloccare anche il testosterone eccessivo, riducendo così nei maschi la possibilità di cancro alla prostata. Ciao, io vado al bar.

 

FONTE | Design Taxi

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >