Society
di Gabriele Ferraresi 24 Giugno 2016

Brexit: cosa succede adesso? Conseguenze e commenti da Londra e dall’Italia

Abbiamo raccolto tre commenti tra l’Italia e il Regno Unito per scoprire cosa cambia con l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea

13532804_1042244569185462_4037769759149037525_n

 

La Brexit è la notizia del giorno, quella che molti giornali avevano pronosticato male, come ricordato dal nostro Simone Stefanini: la Gran Bretagna ha scelto, con una consultazione referendaria, di lasciare l’Unione Europea. L’opzione “leave” ha prevalso sul “remain”, il risultato finale è stato 51,9% contro 48,1%.

È un momento storico, che vogliamo raccontarvi attraverso tre punti di vista differenti, su tre scenari differenti. Cassie Werber, giornalista londinese si trova nel Regno Unito, e sta raccontando l’impensabile Brexit per Quartz. Commenta a Dailybest che “Per i ragazzi nel Regno Unito la Brexit è una porta che si chiude, e un segno che l’odio sta vincendo” racconta che a Londra, dove vive “Siamo scioccati, almeno qui nella City. La gente ha paura, in molti non si aspettavano questo risultato. I londinesi erano decisamente a favore del “remain” siamo tutti sconvolti” e prosegue “Nel breve periodo penso che regnerà l’incertezza, e sono preoccupata. Ci sarà un enorme lavoro dal punto di vista burocratico e la sensazione è che nessuno abbia idea da dove cominciare“.

Mentre nei prossimi anni, le previsioni sono cupe “Nel lungo termine la paura porterà all’isolamento, e per i mercati… lo stiamo vedendo già oggi. È solo l’inizio“. Chi ci guadagna dalla Brexit? Secondo Cassie Werber “Solo i leader che hanno sostenuto il “leave”, malgrado non abbiano chiaro nemmeno loro che cosa fare ora“. Per esempio Boris Johnson, ex sindaco di Londra, e il leader del partito populista e xenofobo UKIP Nigel Farage.

 

tumblr_o5v7v8UXdL1qzndnyo1_500

 

A proposito di mercato: per un commento sulle fluttuazioni di queste ore abbiamo contattato Rosario D’Auria, esperto di finanza e mercati, che ci ha raccontato cosa ha significato il sorprendente esito del referendum britannico per le borse “Le conseguenze più immediate? Chi deteneva investimenti in sterline ha perso il 10% in 2, 3 minuti. Perché il cambio euro – Sterlina è diminuito del 10% non appena si è avuta la certezza della vittoria del “leave”. Un evento di questo tipo crea agitazione sul mercato: e questo significa che non puoi dire subito quale sarà l’effetto, se sarà “sale tutto” oppure “scende tutto”… è come quando il ninja puff! Butta la bomba di fumo, e sparisce nel nulla. I mercati cominciano a muoversi in maniera totalmente irrazionale“.

Ma anche i mercati sono fatti di persone e operatori che agiscono in qualche caso irrazionalmente, in qualche caso, molto meno. E accumulano montagne di soldi, proprio in questi momenti. “Da un lato ci sono i piccoli investitori, che spesso agiscono in maniera completamente sconclusionata senza rendersi conto delle conseguenze, dall’altro ci sono i grandi operatori: e sono loro che buttano il fumogeno in questi momenti, non aspettano altro… “.

 

tumblr_n7i0ouwfxH1t02miho1_500

 

D’Auria porta l’esempio di quanto accaduto in mattinata “Quello che è successo stamattina nella prima ora? Tutti hanno detto “Ah Brexit? Crisi, fallisce tutto, vendo!” risultato? Montepaschi che perde il 28% in apertura, e una banca non può perdere 1/4 del proprio valore, non ha senso. Però fatto questo dieci minuti dopo Montepaschi va a -17%: quindi c’è qualcuno che in mezz’ora si è fatto non il 10%, ma comunque un sacco di soldi. Qualcuno ha potuto acquistare Montepaschi a 39 centesimi, e venderle a 45 in dieci minuti, tutti i grossi hanno comprato, UBS, Credit Suisse, Blackrock…“. Ed ecco spiegate le imprevedibili fluttuazioni dei mercati di queste ore: nel panico c’è sempre qualcuno che riesce a guadagnarci.

Ma quali saranno i tempi per vedere dei cambiamenti tangibili nel rapporto tra Regno Unito ed Europa? Lo abbiamo chiesto a Carlo Garbarino, Professore ordinario di Diritto Tributario Europeo, Internazionale e Comparato presso l’Università Bocconi di Milano. “Tecnicamente nelle prossime settimane e nei prossimi mesi cambia poco, è necessario che vengano completate le procedure formali per questa eventuale uscita, ed è tutto da verificare. Una volta che queste procedure saranno completate però cambierà molto” commenta il Professor Garbarino a Dailybest “Rispetto alla svalutazione della sterlina, potrà essere in ipotesi recuperata da una proporzionale rivalutazione, ma le posso dire per gli aspetti regolamentari che “domattina” non cambierà nulla: solo quando sarà formalizzata l’uscita assisteremo a questo paradosso, per cui, per esempio, non è che il Regno Unito imporrà ai cittadini europei di mostrare il passaporto, continueranno a valere le regole più o meno di Schengen. Ovviamente il Regno Unito non porrà barriere a chi viene a studiare o lavorare: ma volendo potrà porne, è tutta lì la questione. Si entrerà in una situazione in cui tutti avranno interesse a mantenere lo status quo, dopo averlo negato con un referendum. Ma – conclude –  non saranno così stupidi da mettere barriere per la mobilità del lavoro“.

In sintesi: non è nell’interesse di nessuno, per ora, isolare il Regno Unito: tantomeno nell’interesse del Regno Unito stesso, malgrado l’esito di oggi. Ma, chiosa Garbarino “Tutto diventerà un po’ più complicato e incerto“, e di questo, al momento, non c’è da dubitare.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >