Society
di Pietro Raimondi 18 Agosto 2016

Campionato Mondiale di Nascondino di Consonno: tutto quello che c’è da sapere

Si tengono il primo weekend di settembre e le iscrizioni sono ancora aperte

mondiali-nascondino

Perché  il nascondino non dovrebbe avere un campionato mondiale? Del resto è probabilmente il gioco più antico del mondo: si attesta la presenza del nascondino nella Magna Grecia del II secolo, nei boschi dell’Europa barbara come gioco rituale e nelle corti del 1600 come unica possibilità di socializzazione per i rampolli dell’aristocrazia, ma le sue origini sono sicuramente più antiche. Lo sanno bene i ragazzi di CTRL Magazine, che nel 2010 hanno deciso di organizzare a Bergamo il primo campionato di nascondino del mondo. Anno dopo anno l’evento è diventato sempre più interessante, fino a interessare persino il Comitato Olimpico di Tokyo 2020.

Quest’anno poi si stanno facendo le cose veramente in grande. Il campionato si terrà infatti tra il 3 e il 4 Settembre a Consonno, un posto in cui chiunque vorrebbe giocare a nascondino. Consonno è infatti uno dei paesi abbandonati più curiosi d’Italia: venne acquistato nel 1962 dal Conte Mario Bagno, che dopo aver abbattuto qualsiasi edificio preesistente e devastato il paesaggio della zona, cominciò a costruire il suo paese dei balocchi facilmente raggiungibile da Milano, la sua “Las Vegas della Brianza”, con un minareto-centro commerciale, una pagoda, un night club e tante altre attrazioni. Il progetto venne stroncato da una frana nel 1976 e quello che ne resta è uno stranissimo paese fantasma, pieno di posti in cui nascondersi.

 

consonno via - Il centro dell’ex paese di Consonno

 

Il programma di  questa edizione è molto fitto: oltre al campionato, in cui si affronteranno ben 64 squadre da 5 membri, ci saranno concerti, food truck e un’area campeggio immersa nella natura. Una sola squadra di cercatori, fissa e imparziale, andrà alla caccia dei partecipanti in 4 gironi, per stabilire le 16 squadre finaliste che il giorno seguente lotteranno per la Foglia di Fico d’Oro, riservata al vincitore.

Sapendo bene che fucina di idee sia CTRL Magazine, abbiamo fatto qualche domanda a Matteo Postini, non solo l’ideatore del Nascondino World Championship, ma probabilmente l’uomo con il più alto numero di idee mai registrato a Bergamo.

 

mondiali-nascondino-2

 

Come vi è venuta l’idea del Campionato Mondiale di Nascondino?
Primavera 2010, un’associazione di contadini che aveva in gestione un orto sociale in centro a Bergamo chiese all’appena nato CTRL Magazine di pensare a un evento che potesse mettere in luce il rischio (nascosto ai più) di un esproprio dei loro terreni; al primo sopralluogo capimmo che quello era il posto perfetto per una gara di nascondino. Spesso le idee migliori sono semplici e non hanno bisogno di un’agenzia di marketing alle spalle.

C’è qualcuno che non avete ancora trovato? Raccontaci l’episodio più strano successo al Nascondino.
Gli unici che stiamo ancora cercando sono gli sponsor… A parte gli scherzi, aneddoti ce ne sono parecchi: ti direi che l’interesse della Commissione Olimpica per Tokyo 2020 è il più eclatante e quello che, come organizzatori, ci ha sorpreso di più. Ma volendoci limitare al gioco, i colpi di genio di chi si nasconde sono numerosi e fantastici. Chi si è nascosto mimetizzandosi fra i fotografi, chi si è finto cestino dell’immondizia. L’anno scorso abbiamo dovuto condensare fasi eliminatorie e finali in un’unica giornata anziché in due come previsto, causa pioggia. Ma una storica squadra si è presentata comunque al campo di gioco il giorno seguente sotto l’acquazzone per giocare la finale. Con loro hanno portato supporters e cartelli di protesta con scritto “La finale è oggi” e non c’è ombra di dubbio che siano stati i vincitori morali della scorsa edizione. Il nascondino è un gioco da duri.

 

nascondino-2015-41

Descrivici un po’ cosa succederà quest’anno. Come si fa ad iscriversi? Val la pena venire anche senza essere partecipanti?
Iscrizioni aperte sul sito ufficiale, all’interno del quale trovate tutte le informazioni.  64 squadre da 5 persone ciascuna, divise in 4 gironi che si sfideranno il sabato. La notte si potrà campeggiare in un pratone vicino all’area di gioco (quindi continuare ad imboscarsi per tenersi in allenamento). La domenica avranno luogo le finali con le migliori 20 squadre della fase gironi.  Spesso il pubblico diventa partecipante l’anno successivo. Sembra una cosa banale guardare una gara di nascondino ma in realtà c’è un tasso di agonismo super elevato e i giocatori di football che ricoprono il ruolo di cercatori rendono il clima ancora più agguerrito. Per il pubblico oltre all’attrattiva data dal gioco e dal contesto a dir poco particolare, stiamo organizzando un “evento nell’evento” dedicato alle necessità primarie: bere e mangiare. L’evento si chiamerà “L’imboscata – Street Food Beer Good”.

 

mondiali-nascondino-3

 

Parlaci di Consonno: come siete arrivati a questa scelta?
Quale location migliore per i Campionati Mondiali di Nascondino di un paese fantasma? Questa è stata la prima considerazione che abbiamo fatto quando siamo stati invitati a valutare la fattibilità dell’evento da parte dell’associazione “Amici di Consonno”. Abbiamo raccolto subito entusiasmo e collaborazione sia da parte loro che dalle istituzioni locali (Comune di Olginate e Comune di Lecco) e da altre associazioni del territorio che già da qualche anno si impegnano a far vivere Consonno. Consonno è un posto meraviglioso. Il paese fantasma è solo l’apice di una collina con ampie distese verdi e un panorama mozzafiato. Sarebbe un posto ideale per molti eventi ma bisogna saper rispettare Consonno e a nostro avviso non deve diventare nuovamente un paese dei balocchi. Con Nascondino World Championship vogliamo far emergere il lato nascosto di Consonno che secondo noi è quello più bello: il verde, il paesaggio e i suoi ex abitanti che usciranno allo scoperto.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 VERDE

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W verde, con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >