Society
di Marco Villa 13 Novembre 2013

I dieci giochi per bambini più brutti e meno divertenti di sempre

19c7eaeecd27676fea2eb87889949e40

Chiedetelo pure a un po’ di persone, ma tutte vi risponderanno che i giocattoli migliori erano quelli della loro epoca. Conta poco che fossero giochi di legno o elettronici, il ritornello che si sente ripetere è che “ai miei tempi ci si divertiva di più”. Impossibile, quindi, mettersi d’accordo sui giochi migliori. Su quelli peggiori, invece, potrebbe essere più facile, perché vi sfidiamo a trovarne di più brutti di questi dieci. E dopo averli visti, avrete anche voi la sensazione che arrivino direttamente dal manuale per crescere degli ottimi serial killer.

1. La bambola da depilare: non basta combattere la peluria dalla pubertà in avanti, le povere bimbe devono preoccuparsi dei peli anche quando giocano con le bambole.

bambola da depilare peli

 

2. Un po’ come per la bambola di prima: perché dover aspettare la pubertà per iniziare a essere tamarri? Ecco la Harley giocattolo per biker che hanno ancora paura del buio

harley giocattolo

 

3. Vabbè dai, non c’è bisogno di spiegare perché questa pistola ad acqua di Batman sia un epic fail clamoroso, vero?

pistola batman

4. Le freccette sono un gioco pericoloso? Ma no, che problema c’è se dei bambini si lanciano delle robe appuntite. Anzi, facciamo così: creiamo delle freccette ancora più grandi e ancora più appuntite. Genio.

67873ec91bd49f964a6e3cfc3fdd9408

 

5. Insegnate per tempo ai vostri bambini a partecipare a giochi mortali con la roulette russa in versione palloncino.

702cb2c67342adc5c9182cf15e59a652

6. Intendiamoci: per alcuni genitori il sasso da accudire come se fosse un animale sarebbe il gioco perfetto. Costa poco, non sporca, tiene i bambini occupati. Li tiene occupati, però, finché non si accorgono dell’enorme raggiro che hanno subito. E a quel punto avrete dei bambini inferociti armati di sassi. Regolatevi.

1be92b0b814cec4bd84fa0c2572c8afa

 

7. Chi non vorrebbe giocare con i pupazzetti del circo dei freak? Ecco la donna barbuta, per popolare gli incubi notturni della vostra progenie.

d84b0fb421b398278ae8b79048a04d07

 

8. The Swing Wing, ovvero una specie di cappelletto metallico che ti metti in testa e che ha attaccato un filo con una palla. Tu fai roteare la testa e la pallina inizia a volare. In sostanza il risultato è un bambino che va avanti a muovere la testa come un ossesso per far volare una palla. Il passo successivo è l’uccisione dei genitori, probabilmente.

9. Il Paddleball, ovvero una paletta di legno con una piccola palla attaccata attraverso un filo. Cambia lo strumento, ma il risultato finale è lo stesso del gioco precedente.

paddle-ball

 

10. La bicicletta della morte. Sì, lo sappiamo, il fotomontaggio è evidentissimo, ma non abbiamo resistito.

19c7eaeecd27676fea2eb87889949e40

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >