Society
di Marcello Farno 26 Maggio 2016

Esistono uomini che adorano travestirsi e vivere come cani

Indossano maschere e collari, giocano con ossi di gomma, mangiano dalla ciotola, abbaiano, scodinzolano e fanno pipì sui pali della luce. Channel 4 racconta le loro storie

documentario uomini che vivono come cani The Guardian - Tra dei protagonisti del documentario di Channel 4 – Foto: Richard Ansett / Channel 4

 

Perché limitarsi ad avere un cane, quando si può essere un cane? Comportarsi come il migliore amico dell’uomo e replicare in tutto e per tutto il suo modo di vivere, sfera sessuale compresa? Perché non assumere, per quanto possibile, gli atteggiamenti e le sembianze di animali domestici? Secret Life of the Human Pups è il titolo del documentario andato in onda ieri sera su Channel 4 che racconta proprio questa storia. Uno sguardo ravvicinato e intenso al mondo del puppy play, movimento nato al di fuori della comunità BDSM ed esploso negli ultimi 15 anni.

Chi sono? Secondo Channel 4 sarebbero 10mila nella sola Inghilterra, e l’identikit dice maschi, gay e amanti del latex. Cosa fanno?

Indossano maschere e collari, giocano con ossi di gomma, mangiano dalla ciotola, abbaiano, scodinzolano e fanno pipì sui pali della luce: imitano insomma in tutto e per tutto il comportamento di un cane.

 

 

Uno dei protagonisti del documentario è Tom aka Spot. Di giorno lavora come ingegnere in un teatro, di sera indossa la sua tuta e la maschera da dalmata e si trasforma in un cucciolo pronto a ricevere e a dedicare attenzioni al suo padrone. “È molto più di un semplice gioco” – racconta a The Guardian – “Lo faccio con molta naturalezza“. Spot è stato tra l’altro tra i partecipanti della Mr Puppy Europe Competition di Anversa, una particolare competizione di bellezza riservata agli amanti di questa pratica non proprio consueta.

Nel documentario Tom spiega come la scoperta di questa passione sia avvenuta in maniera graduale. Gli piaceva dormire con un collare, aveva un feticcio per l’abbigliamento aderente, finché ha trovato un costume da dalmata e ha deciso di abbracciare questo mondo. La cosa ha avuto le sue ripercussioni: Tom ha rotto con la sua ex compagna e ha iniziato ad avere una relazione con un uomo, Colin, che ha assunto da subito nei suoi confronti il ruolo di padrone.

 

documentario uomini che vivono come cani The Guardian - Spot, uno dei protagonisti del documentario di Channel 4 insieme alla sua ex fidanzata – Foto: Richard Ansett / Channel 4

 

Ho iniziato a chiacchierare con Colin online e lui si è gentilmente offerto di prendersi cura di me. È una cosa un po’ triste da dire, ma non credo che lui sia innamorato. Ma ho comunque una persona che mi sta accanto e sono felice di questo“. David lavora invece in università e ritiene che questo gioco rappresenti, soprattutto per lui, una fuga dal mondo iper-razionale del quotidiano: “Per me occupa uno spazio emotivo molto istintivo. All’interno di ogni cucciolo c’è una persona, non bisogna dimenticarlo“. David racconta come diventare un pup player lo abbia anche allontanato da certi atteggiamenti sconfortanti della scena gay: “Mi diverto molto a vestire questi panni, per me è un gioco, e provo un sacco di piacere a stuzzicare le persone, a farle ridere quando sono in giro“.

Se qualcuno viene vicino al mio padrone ringhio come un piccolo bull terrier” – aggiunge – “rappresento in pieno l’archetipo del cane fedele al proprio compagno“. Poi, naturalmente, c’è il sesso. Che però non è sempre l’elemento portante, come precisa un altro protagonista del video, Kaz: “La gente pensa che il nostro scopo è avere esclusivamente rapporti sessuali. Mi hanno anche fatto delle domande terribili, come se mi piacesse fare del sesso con i cani. Con i membri del mio club passiamo un sacco di tempo insieme a casa vestiti da cani. Siamo in nove e il mio compagno è il nostro padrone. C’è un grande senso di famiglia e di appartenenza, siamo lì per prenderci cura l’uno dell’altro“.

Tutto quello che vogliamo è che la comunità puppy inizi ad essere accettata nella stessa maniera di quella gay, etero, bisex o trans” – sottolinea in chiusura di documentario Tom – “Non causiamo sicuramente dolori o problemi. Siamo proprio uguali qualsiasi altra persona sulla strada“.

 

FONTE | The Guardian

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >