Per mantenere la famiglia, questa donna egiziana si è finta uomo per 43 anni

Vedova e con una figlia, non ha potuto fare altro che vestirsi da uomo per guadagnarsi da vivere

Society
di Marco Villa facebook 19 marzo 2015 12:48
Per mantenere la famiglia, questa donna egiziana si è finta uomo per 43 anni

cbfcdf5e-c528-4c13-a2f9-a01f26acd24a_16x9_600x338

Sisa Abu Daooh è una donna egiziana di 64 anni e per gli ultimi 43 si è travestita da uomo. Dietro questa decisione non ci sono questioni di identità sessuale, ma un bisogno concreto e quotidiano: mantenere la propria figlia.

Suo marito morì mentre lei era incinta e alla nascita della bambina si trovò senza alcuna fonte di reddito, in una situazione culturale e sociale in cui il lavoro femminile non era visto di buon occhio, giusto per usare un eufemismo.

L’unica soluzione, quindi, fu quella di farsi passare per un uomo e ottenere così qualsiasi tipo di lavoro che le permettesse di portare a casa il necessario per vivere: ha lavorato in fabbriche di mattoni e come lustrascarpe e ha continuato anche quando sua figlia è diventata grande e si è sposata. Dopo il matrimonio, infatti, il genero si è ammalato e non è più riuscito a lavorare e a mantenere la moglie e il figlio nato da poco.

Ad oggi, Sisa Abu Daooh non ha ancora smesso di lavorare e continua a guadagnarsi da vivere pulendo scarpe. Dopo 43 anni, però, ha ricevuto il premio di “madre ideale”, assegnato dal governo della regione di Luxor, per gli sforzi compiuti per mantenere figlia e nipote.

Una consolazione simbolica, nella speranza che questo riconoscimento le permetta di abbandonare i vestiti maschili.

FONTE | english.alarabiya.net

COSA NE PENSI? (Sii gentile)