Society
di Simone Stefanini 23 Aprile 2015

Amici di Expo, siamo sicuri vada tutto bene?

Lo scambio Toscana Emilia Romagna è solo l’ultimo dei clamorosi errori senza il colpevole, durante i lavori per l’Expo 2015

Salve, sono sempre io, quello che qualche mese fa, su queste frequenze, candidamente ammetteva che dell’Expo 2015 non c’aveva capito niente. Bene, sono passati un po’ di mesi e siamo arrivati praticamente alle ultime due settimane di preparativi: venerdì primo maggio finalmente questa immensa macchina organizzativa rivelerà la sua vera potenza aprendo i battenti ed accogliendo le migliaia di persone che si riverseranno nei padiglioni per gustare le specialità gastronomiche, assistere ai dibattiti e agli spettacoli o semplicemente per fare presenza.

Ma in tutti questi mesi, non è che le cose siano andate precisamente lisce. Dai rendering degli ambienti espositivi, fatti talmente male da generare centinaia di meme, ai vari fallimenti comunicativi in inglese maccheronico tipo questo:

n-EXPO2015-large570

Per non parlare della maggior parte dei cantieri in ritardo, come descritto in questo articolo di marzo uscito su Wired:

Schermata 2015-04-23 alle 15.17.56

Ma la ciliegina sulla torta è l’immagine che in questi giorni fa il giro delle bacheche Facebook di tutta Italia, questa:

203017203-f68c8591-4dd6-45fa-98d8-4bc5e1fc7d95

Un cartello recante la scritta TOSCANA – I Borghi più belli d’Italia abbellito da un’immagine raffigurante la nostra bella penisola suddivisa per regioni, con evidenziata l’Emilia Romagna e la didascalia che insiste: Toscana. Sul serio, amici di Expo, siete sicuri che vada tutto bene? Ho letto che è l’errore di un grafico di Eataly, che evidentemente deve aver ripetuto la seconda elementare fino all’età della patente, ma insomma, temo lo sappiano anche i muri che la Toscana si affaccia sul Tirreno. Anche noi che scriviamo, spesso commettiamo degli errori perché magari siamo talmente eccitati nel dare una notizia che ci scordiamo di controllare a modo la fonte. Non dovrebbe capitare ma capita, anche alle testate più blasonate. Quindi, personalmente, voglio vivere in un mondo in cui queste immagini sono scherzi ben organizzati ad uso e consumo di noi che ci caschiamo. Sembra però che il direttore del club “I Borghi più belli d’Italia” abbia confermato la veridicità della foto, attribuendo la colpa al grafico asino e chiaramente scrollandosi di dosso ogni responsabilità. No, Umberto Forte, presidente dei Borghi, così non va. Nella filiera che va dal grafico che fa la cazzata al suo superiore che ne avalla l’opera, agli operai che impacchettano l’opera, agli altri addetti che spacchettano l’opera e la installano, ai capi cantiere, ai suoi dipendenti, ai capi del personale, fino ad arrivare a lei e a coloro che le hanno affittato lo spazio espositivo, nessuno si è reso conto che quella era l’Emilia Romagna? Cos’è, un film di Groucho Marx? Oppure stiamo parlando dell’evento che in linea del tutto teorica deve far circolare il buon nome dell’Italia nel mondo, dovrebbe far ripartire l’import-export, dovrebbe dare occupazione e far girare l’economia? Guarda il caso, quando c’è da parlare di un fallimento, l’errore è sempre dello stagista, del giovane, del grafico a tempo determinato. È mai possibile che nessuno dei superiori si debba assumere la minima colpa, semplicemente ammettendo: “Cazzata mia, scusate.” Mica che debbano volare le teste o i posti di lavoro, capita di sbagliare, ma qui sembra la fiera del fail, più che l’Expo della vita. Un po’ più d’impegno, qualche ripasso in geografia e in inglese e ci siamo, forza.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >