Society
di Simone Stefanini 23 Aprile 2015

Amici di Expo, siamo sicuri vada tutto bene?

Lo scambio Toscana Emilia Romagna è solo l’ultimo dei clamorosi errori senza il colpevole, durante i lavori per l’Expo 2015

Salve, sono sempre io, quello che qualche mese fa, su queste frequenze, candidamente ammetteva che dell’Expo 2015 non c’aveva capito niente. Bene, sono passati un po’ di mesi e siamo arrivati praticamente alle ultime due settimane di preparativi: venerdì primo maggio finalmente questa immensa macchina organizzativa rivelerà la sua vera potenza aprendo i battenti ed accogliendo le migliaia di persone che si riverseranno nei padiglioni per gustare le specialità gastronomiche, assistere ai dibattiti e agli spettacoli o semplicemente per fare presenza.

Ma in tutti questi mesi, non è che le cose siano andate precisamente lisce. Dai rendering degli ambienti espositivi, fatti talmente male da generare centinaia di meme, ai vari fallimenti comunicativi in inglese maccheronico tipo questo:

n-EXPO2015-large570

Per non parlare della maggior parte dei cantieri in ritardo, come descritto in questo articolo di marzo uscito su Wired:

Schermata 2015-04-23 alle 15.17.56

Ma la ciliegina sulla torta è l’immagine che in questi giorni fa il giro delle bacheche Facebook di tutta Italia, questa:

203017203-f68c8591-4dd6-45fa-98d8-4bc5e1fc7d95

Un cartello recante la scritta TOSCANA – I Borghi più belli d’Italia abbellito da un’immagine raffigurante la nostra bella penisola suddivisa per regioni, con evidenziata l’Emilia Romagna e la didascalia che insiste: Toscana. Sul serio, amici di Expo, siete sicuri che vada tutto bene? Ho letto che è l’errore di un grafico di Eataly, che evidentemente deve aver ripetuto la seconda elementare fino all’età della patente, ma insomma, temo lo sappiano anche i muri che la Toscana si affaccia sul Tirreno. Anche noi che scriviamo, spesso commettiamo degli errori perché magari siamo talmente eccitati nel dare una notizia che ci scordiamo di controllare a modo la fonte. Non dovrebbe capitare ma capita, anche alle testate più blasonate. Quindi, personalmente, voglio vivere in un mondo in cui queste immagini sono scherzi ben organizzati ad uso e consumo di noi che ci caschiamo. Sembra però che il direttore del club “I Borghi più belli d’Italia” abbia confermato la veridicità della foto, attribuendo la colpa al grafico asino e chiaramente scrollandosi di dosso ogni responsabilità. No, Umberto Forte, presidente dei Borghi, così non va. Nella filiera che va dal grafico che fa la cazzata al suo superiore che ne avalla l’opera, agli operai che impacchettano l’opera, agli altri addetti che spacchettano l’opera e la installano, ai capi cantiere, ai suoi dipendenti, ai capi del personale, fino ad arrivare a lei e a coloro che le hanno affittato lo spazio espositivo, nessuno si è reso conto che quella era l’Emilia Romagna? Cos’è, un film di Groucho Marx? Oppure stiamo parlando dell’evento che in linea del tutto teorica deve far circolare il buon nome dell’Italia nel mondo, dovrebbe far ripartire l’import-export, dovrebbe dare occupazione e far girare l’economia? Guarda il caso, quando c’è da parlare di un fallimento, l’errore è sempre dello stagista, del giovane, del grafico a tempo determinato. È mai possibile che nessuno dei superiori si debba assumere la minima colpa, semplicemente ammettendo: “Cazzata mia, scusate.” Mica che debbano volare le teste o i posti di lavoro, capita di sbagliare, ma qui sembra la fiera del fail, più che l’Expo della vita. Un po’ più d’impegno, qualche ripasso in geografia e in inglese e ci siamo, forza.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >