Society
di Simone Stefanini 20 Marzo 2017

Meravigliose figurine per le mie ricerche, l’istruzione prima di Wikipedia

Negli anni ’80, questi albi erano il modo più veloce per completare una ricerca e per far impazzire la maestra di gioia

 

Negli anni ’80, chi frequentava le elementari o le medie, sovente si trovava a dover svolgere delle ricerche a casa, di qualunque materia e si doveva arrangiare un po’ con quello che trovava in giro. Esatto amici, spesso tendiamo a dimenticarci che Wikipedia non è sempre stata a portata di smartphone e che le informazioni per svolgere adeguatamente un compito le avremmo dovute trovare, oltre che nei libri di testo, nei volumi ingialliti delle pesanti enciclopedie che i nostri familiari si tramandavano per generazioni, oppure in quelli più illustrati, come I Quindici, Conoscere o Il Grande Libro.

Talvolta era un problema far coincidere le nozioni dell’una o l’altra fonte. Per far sì che le nostre ricerche di qualsivoglia materia, dalla preistoria agli animali, fino al corpo umano e alla geografia, avessero una veste grafica interessante e una nozionistica rilevante, dovevamo affidarci ai ritagli, ma nessuno avrebbe voluto torturare i preziosi tomi, seviziandoli con sforbiciate.

 

 kijiji

 

Veniva allora in nostro aiuto l’editore Salvadeo di Torino con i volumetti intitolati Meravigliose figurine per le mie RICERCHE, nel modo più didascalico e funzionale possibile. Il progetto grafico era perfetto per essere identificato anche nelle più oscure cartolibrerie, grazie all’arancione tendente al mattone su cui campeggiava bianco su rosso il logo, sotto il quale, sul bollino nero, si trovava il tema del volume. In copertina, quattro foto del mondo fantastico che sarebbe aspettato agli studenti naif del tempo e al suo interno, una sessantina di immagini da ritagliare, con tanto di didascalia sul retro, per potersi giocare il trucco dell’immagine apri chiudi sulla ricerca e far impazzire di gioia la maestra.

 

 

Le immagini, foto o illustrazioni che fossero, erano il modo più interattivo per implementare una ricerca e i volumi ben presto divennero oggetto di collezione, grazie ai quali i ragazzi del tempo imparavano piuttosto facilmente un bel po’ di nozioni.

In quarta di copertina, i volumetti presentavano l’indice delle immagini e gli albi pubblicati in precedenza, per i completisti che non volessero utilizzarli solo per le ricerche ma per farne bella mostra con gli amici.

Ricordiamo con piacere quelli dedicati alle maschere e ai costumi tradizionali, all’educazione stradale, ai fenomeni atmosferici, ai fossili, alle regioni d’Italia in cui cercavamo foto dei nostri paesi di provenienza e agli uomini illustri, col sottotitolo avvincente artisti, scienziati, esploratori e navigatori, di cui vedete l’indice qui sotto.

 

 

Se siete colti da retromania fulminante e volete assolutamente posedere uno di questi albi educativi dell’era pre internet, si trovano usati un po’ dappertutto su Ebay, a prezzi inferiori ai 5 € cadauno. Non garantiamo però che tramite il loro acquisto ritorniate giovani, quella è un’altra storia.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >