Society
di Simone Stefanini 20 Aprile 2016

Retro drunk: foto di ubriachi vintage che prendevano sbronze peggiori delle tue

Breve storia fotografica dell’hangover

ahwfvjhva huffington post - Roberto e Taddeo dopo due bottiglie di Amarone, ci pensano forte.

 

Hai presente l’hangover? Certo che ce l’hai. Presente, dico, non che ce l’hai in questo momento. In realtà potresti anche averlo, ma ormai la tua abitudine a svegliarti presto e ad andare a lavorare è talmente forte che non ci fai nemmeno più caso. Un risveglio impegnativo, doccia, ti lavi i denti 4 volte e via di slancio con delle occhiaie che nemmeno la Magnani nella scena madre di Roma Città Aperta.

Un tempo invece le cose non stavano proprio così. I regaz degli anni della guerra bevevano proprio come te, anche peggio, poi però rialzarsi era un dramma. La cosa peggiore è che ora come allora, c’era sempre qualche bastardo pronto a fotografarli in stato comatoso e poi a pubblicare le foto nei blog dell’epoca, che si chiamavano giornali. E niente, una volta finito lì, hai voglia a dire che era una serataccia, un momento un po’ così. Ci passavi male per tutta la vita, fra gli sguardi severi delle comari del paesino.

Fortunatamente quei documenti così importanti sono sopravvissuti e ancora oggi, grazie al sito Dangerous Minds, possiamo rimirare i giovani dell’epoca alle prese con eccezionali sbornie che porteranno inesorabilmente alla fine delle loro carriere/matrimoni/esperienze sociali in genere.

 

hangover1sfsdfsdfsdfsdf Dangerous Minds

Questa Instagram dell’epoca ci mostra Lorna, Magda e Giuseppina mentre giocano a Twister durante l’addio al celibato di Tony. I palloncini che vedete sono quelli dell’alcoltest, che stanno vibrando nell’aere sospesi dagli effluvi di etanolo e metanolo, prodotti dagli aliti delle giovani. Dalla foto si intuisce anche chi sia il proprietario dell’appartamento: Ringo, che si produce in un facepalm da antologia.

 

hangover3sdfsdfsdfdsf dangerousminds.net

Renzo, Franco e Giancarlo non vogliono noie, sono stati tutta la sera fuori dal bar dal quale sono stati espulsi per molestie ai danni del juke box e ora si trovano in strada, malconci e seduti in pozze d’urina, mentre provano degli esperimenti posturali notevoli. Prego si noti la ricorrenza del facepalm, che significa vergogna per se stessi e per Franco che tenta nonostante tutto di fare robe con Renzo.

 

hangover4sdfsdfsdfsdf dangerousminds.net

Lorella non è stanca né abbattuta, ha solo bevuto tutto il bar nell’attesa di Cabiria di Pastrone. Sarebbe dovuta arrivare la sua amica Jole ma purtroppo ha deciso di stare a casa a leggere un feuilleton e la serata è saltata, lasciando la poverina sola e alla mercé degli Instagrammer.

 

Vintage-hangoversdfsdfsdfsdfsdf dangerousminds.net

Renato manifesta segni di bipolarismo, perché dopo l’ennesima bevuta di quelle mastodontiche, ha di nuovo fatto a pezzi una prostituta, con la quale aveva precedentemente giaciuto con passione. Purtroppo questa foto è stata scattata dalla giornalista di Studio Aperto, accorsa per prima sul luogo del crimine per intervistare i vicini, che definiscono Renato una persona che salutava sempre.

 

Hangover-jksdjfsdfsdfsdfsdf dangerousminds.net

Nando e Teresa erano andati al ristorante Er Canaro per festeggiare l’anniversario del loro matrimonio, poi vuoi le 6 bottiglie di bianco in due, vuoi le cozze avariate da anni, i due sono crollati sul tavolo come due sacchi di patate, non prima di finire la serata con un chilom di afgano, che Nando tiene ancora stretto tra le dita, due minuti prima che Er Canaro li rimuova con le sue opinabili buone maniere.

 

hangover5sdfsdfsdfsdf dangerousminds.net

Mario e Manrico sono soliti prendersi una pausa sigaretta lunga da lavoro, che sfruttano anche per bere 10 litri di birra a testa, direttamente dal calice che è stato forgiato da Odino. Sono come Thor, gli unici due al mondo a poter reggere quel calice. Supereroi.

 

garagehnagover2sdfsdfsdf dangerousminds.net

Yuki, Aiki e Rocky al loro primo Interrail nelle Marche, hanno assaggiato i vini locali e da palati fini come sono, hanno rimesso per ore, fino a recarsi a casa di Armando e appallottolarsi sui suoi futon, che sono dei tipici letti tradizionali della provincia di Ancona.

 

awkward-fasdfsdfsdfsdfsdfsdf dangerousminds.net

Ma guarda! In questa foto il dottor Cacioli ha privato della vita la signora Elisabella mediante l’esagerazione di sonniferi, per poi finalmente concedersi al suo passatempo preferito: bere e fumare ammerda e poi farsi i selfie tenendo in equilibrio sulle spoglie mortali della donna pacchetti di sigarette e lattine di birra, così da far pensare a un suicidio durante i rilievi della scientifica.

 

Hangover-fsdfsdfsdfsdf dangerousminds.net

Il venerdì arriva anche per gli stagisti del Vaticano, che finalmente possono indulgere nel peccato. Purtroppo per loro però, non essendo abituati a tale mole di sensazioni forti, dopo i primi due shottini si ritrovano ammucchiati per terra come i figuranti di un’orgia. Il giorno dopo, quando si risveglieranno, lo dovranno impiegare a fare gare di rosario a squadre, per chiedere perdono di tutti i peccati commessi durante l’oblio.

 

Hangoversdfsdfsdfsdfsdf dangerousminds.net

Il personale dell’Hotel Splendor mentre chiede gentilmente ai simpatici festaioli della movida notturna di poter abbandonare il locale al suono del soave canto “C’avete rotto er ca” che non stiamo ora a farvi sentire. Nella foto successiva, i due camerieri Ennio e Marzio, prendono a sediate i quattro viveur sfigurandoli in un secondo momento di cazzotti, sempre per il discorso qualità e cortesia.

 

FONTE | Dangerous Minds

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >