Society
di Simone Stefanini 26 Ottobre 2016

Al whisky e al bourbon, a New York arriva il gelato alcolico

Oltre al gelato alcolico, ci sono anche gusti assurdi tipo l’immancabile bacon

gelato-alcolico sobadsogood

 

Lo sappiamo che da quando avete imparato a ubriacarvi mangiando schifezze, la vostra vita è cambiata per sempre. Gelatine al rum, orsetti gommosi alla vodka e tutti gli altri alimenti ad alto tasso alcolico. Uno però continuava a mancare: il gelato. I dessert che vi presentiamo, infatti, sono stati creati come fossero dei cocktail.

La gelateria newyorchese Tipsy Scoop ha inventato gusti come Red Velvet Martini oppure Chocolate Whiskey, per farvi ubriacare di dolcezza. Non sappiamo al momento se dopo una serata particolarmente ghiotta di gelati vi possa venire ritirata la patente, né se questi gusti siano in qualche modo vietati ai minori di 21 anni (età in cui negli Stati Uniti è permesso bere alcol per legge), tuttavia un paio di cucchiaiate di questi ottimi dessert e la serata acquista già un altro sapore.

 

Una foto pubblicata da Daddy’s Dairy © 🍦 (@daddysdairy) in data:

 

Pensate che vergogna iniziare a camminare a zig zag per strada dopo aver mangiato il Mango Margarita Sorbet, il Vanilla Bean Bourbon o il Buttered Hot Rum.

 

Una foto pubblicata da Daddy’s Dairy © 🍦 (@daddysdairy) in data:

L’idea non è certo delle più nuove, negli anni ’80 ricordiamo perfettamente la mitica coppetta Sammontana variegata al whisky, che quelli più giovani di noi li faceva tornare a casa con gli occhi rossi, ma quelli erano altri tempi, con la pubblicità delle sigarette nelle pause di un film e le donne nude in tv.

Una foto pubblicata da Mini Melanie (@minimelanienyc) in data:

Nonostante gli americani abbiano buon gusto quando si parla di riempire i panini con un milione di calorie, ne hanno meno quando vanno a riempire i gelati con lo sciroppo di acero, il Bourbon e la pancetta. Una roba, così a naso, alquanto disgustosa.

 

Una foto pubblicata da Daddy’s Dairy © 🍦 (@daddysdairy) in data:

Altri gusti invece sembrano decisamente deliziosi. Guardate un po’ qui.

Una foto pubblicata da Vanessa (@nessanotes) in data:

Una foto pubblicata da Tipsy Scoop (@tipsyscoop) in data:

Una foto pubblicata da Tipsy Scoop (@tipsyscoop) in data:

Una foto pubblicata da Tipsy Scoop (@tipsyscoop) in data:

Un video pubblicato da Tipsy Scoop (@tipsyscoop) in data:

Una foto pubblicata da Tipsy Scoop (@tipsyscoop) in data:

Una foto pubblicata da Tipsy Scoop (@tipsyscoop) in data:

Una foto pubblicata da Tipsy Scoop (@tipsyscoop) in data:

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >