Society
di Dailybest 20 Luglio 2016

15 anni dopo parlare di Genova e Carlo Giuliani è ancora tabù

Un post di Zerocalcare dedicato a Carlo Giuliani racconta che il G8 di Genova è ancora un argomento spinoso

piazza-carlo-giuliani ansa.it

 

20 luglio 2001 – 20 luglio 2016: sono passati 15 anni dal G8 del 2001 e dall’uccisione di Carlo Giuliani per mano del carabiniere Mario Placanica, e dell’irruzione delle forze dell’ordine nella caserma di Bolzaneto e nella scuola Diaz. Un giorno impresso nella memoria collettiva diventato simbolo di violenza, sopruso e devastazione e che a 15 anni di distanza non smette di generare polemiche e scontri, seppur solo verbali e online.

È infatti di poche ore fa la notizia di un fatto di cronaca che può sembrare trascurabile, ma che trascurabile non è: la rimozione del post su Facebook di Michele Rech, il fumettista Zerocalcare, riguardo la commemorazione  di Carlo Giuliani.

 

zerocalcare-carlo-giuliani-4 giornalettismo.com - Il post di Zerocalcare, seguito dal suo commento

 

Questa era la locandina dell’evento commemorativo che ha provocato una tempesta di segnalazioni a Facebook, con conseguente rimozione del post da parte del social network. Nel frattempo, sul profilo di Zerocalcare si era scatenata una reazione violentissima, come si può vedere da questi commenti, ritagliati e condivisi dallo stesso fumettista.

 

La serie di commenti sotto il post di Zerocalcare wired.it - La serie di commenti sotto il post di Zerocalcare

 

La prima riflessione sulla vicenda è la strana politica di Facebook in materia di segnalazioni, cioè il fatto che se un post viene segnalato in massa, gli addetti alla sorveglianza lo oscurano di default, per poi eseguire in seguito un controllo approfondito sul post incriminato. Una prassi che dà adito a operazioni di squadrismo digitale in grado di far censurare contenuti di qualsiasi tipo, solo grazie a una massiva azione di segnalazione organizzata, come in questo caso.

Ci rifiutiamo infatti di credere che gli ammiratori del lavoro di Zerocalcare, da sempre schierato e impegnato politicamente (basti pensare all’ultimo libro Kobane Calling, scritto dopo un viaggio in Siria durante la guerra), possano stupirsi della posizione di Zerocalcare nei confronti di quanto accaduto a Genova e dell’uccisione di Carlo Giuliani.

 

Zerocalcare-Ogni-maledetto-lunedi-pag-55_emb8 panorama.it - Zerocalcare e il G8 di Genova, tratto dal fumetto “Ogni maledetto lunedì”

 

Al di là della faccenda Facebook, ciò che appare davvero inquietante è che a distanza di 15 anni Genova, gli scontri del G8 e la morte di Carlo Giuliani sono una faccenda tutt’altro che chiusa. Una questione aperta e dolorosa, che continua a essere mantenuta viva da fatti come il verdetto di pochi giorni fa, in cui gli agenti sospettati di aver agito in modo violento nella retata alla scuola Diaz sono stati sanzionati dal capo della Polizia con un’ammenda di 47 €.

L’ennesimo fatto di una serie infinita, cominciata 15 anni fa con gli scontri e l’uccisione di Carlo Giuliani e continuata poche ore dopo con l’assalto alla Diaz. Ore e giorni durante i quali l’Italia ha smesso di essere un paese civile e i cui strascichi continuano a vedersi ancora oggi con una giustizia in ritardo e spesso imbarazzante nei suoi esiti finali. 

Il risultato è un’opinione pubblica che su questi fatti continua ad attaccarsi e insultarsi nello stesso identico modo da 15 anni. Per quanto ci riguarda, basta davvero poco per capire qual è la parte giusta. Basta guardare i pochi secondi di questo video, in cui un poliziotto, con il cadavere di Carlo Giuliani ancora a terra, cerca di addossare la responsabilità dell’omicidio a un manifestante a caso, affermando che è stato lui ad averlo ucciso con il sasso. 15 anni dopo, bastano 15 secondi per capire il comportamento della Polizia e delle autorità in quei giorni.

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >