Society
di Simone Stefanini 4 Gennaio 2016

Aperto in Germania il primo tratto di un’autostrada solo per ciclisti

Sarà lunga 100 chilometri e collegherà dieci città tedesche

ciclisti demilked

 

Le feste sono quasi finite e tra poco dovremo tutti rispettare i buoni propositi per l’anno appena iniziato. Chi decide di smettere di fumare, chi cerca un lavoro migliore, ognuno ha i propri obiettivi. L’unico comune denominatore, trasversale e transgenerazionale è la dieta. Dopo il 6 gennaio infatti ci sarà il boom delle palestre e delle corsette e come tutti gli anni solo pochi arriveranno al traguardo con assoluta dedizione.

Meglio rispolverare la bici e lasciare l’auto in garage, quindi. Meno inquinamento, più salute. Sì, però come la mettiamo col traffico della città?

In Germania sembra abbiano risolto il problema alla radice, togliendo i ciclisti dalle strade adibite alle auto e creando per loro un’autostrada dedicata.

 

bicycle-autobahn-super-highway-germany-2 demilked

 

L’autostrada per ciclisti sarà lunga ben 100 chilometri e unirà 10 città tra cui Duisburg, Bochum e Hamm, oltre a 4 Università. Proprio in questi giorni è stato inaugurato il primo tratto di 5 km. La ciclostrada sarà costruita accanto a una vecchia ferrovia ormai in disuso, in modo da usare al meglio le infrastrutture esistenti.

 

bicycle-autobahn-super-highway-germany-4 demilked

 

La ciclostrada tedesca sarà simile a una comune autostrada. I ciclisti potranno usufruire della corsia di sorpasso, dei sottopassaggi e delle isole di traffico. Tutto senza più l’assillo e la preoccupazione di dover condividere il proprio percorso con gli automobilisti.

 

bicycle-autobahn-super-highway-germany-2-1 demilked

 

Una soluzione che farà felici tutti gli interessati. In primis i ciclisti comuni che potranno così fare le loro pedalate in sicurezza, quelli pro che avranno una strada lunghissima da percorrere senza dover schivare le auto e gli automobilisti stessi, che smetteranno di imprecare a ogni gruppo di ciclisti sulle strade, che inevitabilmente crea code e conseguente sangue amaro.

 

germanybikelane1 mymodernmet

 

Nonostante i fondi per completare un’opera del genere siano ardui da trovare (per completarla servono 180 milioni di euro) e nonostante molti comuni siano in difficoltà per provvedere alle spese di mantenimento della ciclostrada, che includono l’illuminazione, la pulizia e l’eventuale rimozione della neve e del ghiaccio, questo progetto è assolutamente da condividere, in special modo in un tempo come questo in cui i governi europei hanno dovuto ricorrere a misure d’emergenza per contrastare l’aumento dello smog.

Recuperare le risorse per progetti del genere dovrebbe quindi essere una priorità assoluta in Europa.

 

bicycle-autobahn-super-highway-germany-3 demilked

 

bicycle-autobahn-super-highway-germany-1 demilked

 

shutterstock_247590175 mymodernmet

 

shutterstock_228223279 mymodernmet

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2019"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2019”. Bag bianca cotone con illustrazione nera di Andrea De Luca.  
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >