Society
di Simone Stefanini 24 Ottobre 2016

I giovani italiani non hanno futuro e dovrebbero trasferirsi in Romania

I risultati di uno studio parlano chiaro: chi ha meno di 30 anni non dovrebbe vivere in Italia

banksy_italia

 

Romania, Ungheria, Sri Lanka, Barbados o Costa Rica, non sono solo mete per un weekend o una vacanza a (più o meno) basso costo e nemmeno le nuove tendenze in fatto di ristoranti tipici di qualche metropoli. Per fortuna loro e per sfortuna nostra, si tratta di nazioni dove i giovani italiani potrebbero pensare di trasferirsi per vivere meglio.

Non si tratta di facile propaganda, ma dei risultati di uno studio commissionato dal Commonwealth Youth Program, per classificare la qualità della vita dei giovani tra i 15 e i 29 anni in 183 stati del mondo. I dati presi in considerazione per questa classifica sono molti, si va dalla preparazione scolastica alla possibilità di occupazione futura, ma anche alla partecipazione alla vita politica, civile e culturale del proprio paese. Un fattore determinante è quanto il governo del proprio paese si occupi dei giovani con politiche ad hoc per lo sviluppo.  Riassumendo in poche parole: in quale di questi paesi un giovane ha più speranza di farcela? La risposta arriva dallo Youth Development Index.

 

germany youthdevelopmentindex - La Germania è il posto nel mondo in cui i giovani stanno meglio

 

In cima alla lista, con una media di 0.894 di punteggio svetta la Germania, seguita dalla Danimarca, e dall’Australia. Al quarto posto, pari merito per Svizzera e Gran Bretagna. Vista la maggioranza di nazioni europee, saremo portati a pensare che l’Italia possa trovarsi tra i primi 10. Mai speranza fu più vana. L’Italia, con una media di 0.726 si trova al 37° posto.

 

italia-commonwealth youthdevelopmentindex - Però siamo sopra Cipro

 

Ma la sorpresa è resa ancora più amara dal fatto che prima di noi ci sono paesi che nella nostra colpevole ingenuità non avremmo mai creduto. I giovani stanno meglio in Romania, in Israele, nello Sri Lanka, in Malesia, in Colombia e in Slovenia.

Rincuora forse che in questa classifica vada male anche agli Stati Uniti, al 23° posto contro il 14° dei cugini canadesi, ma in questi casi non vale certo la politica del mal comune che diventa mezzo gaudio. Oggi un giovane italiano, invece del sogno americano dovrebbe coltivare quello tedesco, oppure andare qualche mese in Australia a lavorare nelle farm con la possibilità di ricevere il visto di residenza che, in determinate condizioni, permette di restare fino a due anni. Non sarebbe male nemmeno volare alla volta dell’Asia e approdare  in Giappone, che si trova al 10° posto, in Corea del Sud (18°) o a Hong Kong (27°).

Per chi ama il freddo, Danimarca (2°), Svizzera (4°), Austria (7°), Svezia (13°), Norvegia (16°), Finlandia (25°) e Islanda (25° a pari merito) sono mete in cui un giovane può avere più possibilità che nel nostro paese.

Francia (19°) e Spagna (22°) sono delle piccole delusioni ma comunque una manna dal cielo in confronto all’Italia. Allora dove andare, per tentare di vivere una vita con meno affanni e preoccupazioni già da teenager? Paradossalmente potrebbe traslocare in Romania (35°), per provare l’ebrezza di essere il migrante in cerca di un paese migliore. Se si prendesse delle occhiatacce però non c’è da stupirsi, dopo tutto siamo stati i primi a farle quando è toccato a loro.

 

14807942_10210639313528522_1878588104_o

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >