Society
di Simone Stefanini 19 Marzo 2015

In Giappone sono tutti pazzi. Queste foto lo dimostrano

Che dire? Guardate le foto e poi ne riparliamo.

In Giappone sono tutti pazzi. Detto così sembra brutto, addirittura offensivo. Invece si tratta di una semplice constatazione della realtà. Le immagini qui sotto hanno un unico comune denominatore: i giapponesi non ci stanno con la testa.

Sappiamo già del travestitismo, delle loro passioni malsane, come quelle per le ragazze che leccano i pomelli delle porte, delle più svariate assurdità, dei loro giochi televisivi pericolosissimi. Ma guardare tutte insieme queste foto, ti fa perdere il contatto con la sanità mentale.

Non ci credete? Fatevi sotto:

FONTE | sadanduseless.com

 

Questo signore di una certa età pare del tutto a suo agio vestito da Sailor Moon tirolese (o da qualunque sia l’anime dal quale questa bella ragazza provenga). 

japan1

 

Lui ama talmente tanto la minigonna da fregarsene addirittura del resto del corpo della tipa. Notare lo sguardo, di quelli che valgono un’imputazione a caso nel settore del codice penale riferito ai crimini sessuali.

japan2

 

Mila, Shiro e l’enorme cannolo. Tutto ok.

japan4

 

Due diverse patologie: la prima vede l’uomo mosca mungere il latte della donna vacca con un Cicciobello.E loro sono quelli sani. L’altra ragazza infatti ama leccare la faccia del suo gatto, il quale è un filino in paranoia

japan5

 

Lui non aveva voglia di andare in palestra e allora ha deciso di scolpirsi il fisico a son di braciole. Infatti ora è sexy.

japan6

 

Fumare dalla bocca ormai è troppo mainstream. 

japan7

 

Da sentirsi male: la cameriera pollo, la ragazza cereale e la limona rospi. Mio dio quanto disagio.

japan8

 

Ottimo, la tipa coi capelli che fuoriescono dagli occhi. Avete presente che paura trovarsela davanti di notte?

japan9

 

Elvis fatto coi noodles e sinceramente l’altra non so neanche come guardarla, mi ha dato un mal di stomaco raro.

japan10

 

Io pagherei per sapere il motivo. Mica altro, il motivo.

japan11

 

Andy e Morgan dei Bluvertigo e una tipa che si vuole suicidare affogandosi senza dare fastidio al mare

 japan13

 

Questa è Sailor Moon, oppure Sara Tommasi. Devo controllare. 

japan14

 

Batman etero e un tipo con la testa piena di schifezze. Non nel cappello eh, proprio nella testa.

japan15

 

Il suo carburante è annusare le proprie mutande usate vestito come Borat. Sempre meglio della mamma che porta il figlio in giro in gabbia

japan17

 

Rockabilly esagerato, si è fatto il ciuffo coi peli delle spalle

japan18

 

Due marinarette talmente fighe da non sapere quale scegliere. Ah, già, a destra un bambino suicida guida un go kart in strada

japan19

 

Quando l’uomo sushi prese la maglia rosa

japan20

 

In Giappone, allo zoo si spara a Tigro

japan21

 

Che volete che vi dica? Questa non sarebbero in grado di spiegarla nemmeno Lynch e Cronenberg insieme. Ma nemmeno Dalì e Pacciani, se è per questo.

japan22

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
40,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >