Society
di Claudia Mazziotta 29 Aprile 2020

#IoColtivo: disobbedienza civile per la legalizzazione della cannabis

#IoColtivo è la più grande campagna di disobbedienza civile in Italia, che parte dalla storica sentenza di dicembre, secondo cui è concessa la coltivazione domestica di cannabis per uso personale. A livello legislativo, però, non è ancora cambiato nulla: la coltivazione di cannabis è ancora un reato sanzionato dall’articolo 73 e #IoColtivo chiede che le cose cambino una volta per tutte.

Il 20 aprile, giornata mondiale dedicata alla cannabis, è stata lanciata la più grande campagna di disobbedienza civile in Italia. L’invito è quello di cominciare tutti a coltivare cannabis, mettendo alla stessa ora un seme in un vaso e pubblicando sui social le foto del processo di germinazione della pianta sotto l’hashtag #IoColtivo. In questo modo, migliaia di italiani cominceranno a coltivare a casa propria, autodenunciandosi attraverso i social network, e chiedendo al Parlamento di depenalizzare finalmente la coltivazione di cannabis ad uso personale.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Andrea Maccagno (@macca_andre) in data:

Perché una campagna di disobbedienza civile? Perché la coltivazione di cannabis nel nostro ordinamento è un reato sanzionato dall’articolo 73 del DPR 309/90. Nonostante la storica sentenza del 19 dicembre 2019 delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione, che dichiarava che “non costituiscono reato le attività di coltivazione di minime dimensioni svolte in forma domestica destinate all’uso personale”, e nonostante gli aggiornamenti di qualche giorno fa, la situazione rimane ancora molto ambigua.

Se scorsa settimana, infatti, sono state pubblicate le motivazioni di quella storica sentenza di dicembre, e si è stabilito una volta per tutte che la produzione domestica per uso personale non è punibile penalmente, non basta la Corte di Cassazione, perché a livello legislativo non è cambiato ancora nulla: “la Cassazione ha solo dato una indicazione di principio e c’è solo un modo in cui si può arrivare alla coltivazione legale: la politica deve smetterla di sottrarsi alle proprie responsabilità e fare una legge che lo stabilisca”, si legge sul sito di Dolce vita, una delle realtà che supporta l’iniziativa #IoColtivo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ammino17 (@ammino17) in data:

Se credi anche tu che l’articolo 73 del Testo Unico sulle droghe debba essere cambiato, perché la coltivazione di cannabis nel proprio domicilio e in modica quantità non può essere considerato un reato penale, unisciti alla campagna di disobbedienza civile #IoColtivo. Una campagna che al momento ha raggiunto più di 500 partecipanti, tra cui anche personaggi come Riccardo Magi di Più Europa e Matteo Mantero del M5S, oltre a Marco Cappato e rapper come Ensi e Babaman.

A tutti i partecipanti viene garantita l’assistenza legale gratuita da un gruppo di avvocati esperti in materia: “stiamo vagliando le richieste di decine di avvocati che si offrono volontari per far parte del team legale e poi stiamo ricevendo migliaia di richieste di informazione”, sottolinea Antonella Soldo, che coordina la campagna.

Growing Sesame Street GIF - Find & Share on GIPHY

Raggiungere la libertà di coltivazione domestica di cannabis per uso personale è, certamente, un grande traguardo e il primo reale passo verso la legalizzazione, che, se dovesse avvenire, potrebbe portare più di 5 miliardi di euro nelle casse dello Stato, togliendo un buon 40/50% di incassi all’interno del mercato illegale delle mafie. (A proposito di mercato illegale, ne avevamo parlato qui: Legalizzando le droghe leggere avremmo più soldi per aiutare i cittadini in difficoltà?)

Per partecipare a questa campagna di disobbedienza civile sulla strada della legalizzazione, vai sul sito www.iocoltivo.eu e segui le indicazioni.

#IoColtivo è un’iniziativa promossa da Meglio Legale, Dolce Vita magazine, i Radicali italiani e l’Associazione Luca Coscioni e sta raccogliendo l’adesione di varie realtà, tra grow shop e associazioni pro cannabis ad uso medico-terapeutico, tra cui: The Weeders, Nonsoloskunk, Cannabis for future, A buon diritto onlus, Cannabis cura Sicilia, Soft Secrets, Volt, Cannabis Social Club, Gli amici di nonna canapa, Sativa antipro, Be Leaf.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >