Society
di Claudia Mazziotta 29 Aprile 2020

#IoColtivo: disobbedienza civile per la legalizzazione della cannabis

#IoColtivo è la più grande campagna di disobbedienza civile in Italia, che parte dalla storica sentenza di dicembre, secondo cui è concessa la coltivazione domestica di cannabis per uso personale. A livello legislativo, però, non è ancora cambiato nulla: la coltivazione di cannabis è ancora un reato sanzionato dall’articolo 73 e #IoColtivo chiede che le cose cambino una volta per tutte.

Il 20 aprile, giornata mondiale dedicata alla cannabis, è stata lanciata la più grande campagna di disobbedienza civile in Italia. L’invito è quello di cominciare tutti a coltivare cannabis, mettendo alla stessa ora un seme in un vaso e pubblicando sui social le foto del processo di germinazione della pianta sotto l’hashtag #IoColtivo. In questo modo, migliaia di italiani cominceranno a coltivare a casa propria, autodenunciandosi attraverso i social network, e chiedendo al Parlamento di depenalizzare finalmente la coltivazione di cannabis ad uso personale.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Andrea Maccagno (@macca_andre) in data:

Perché una campagna di disobbedienza civile? Perché la coltivazione di cannabis nel nostro ordinamento è un reato sanzionato dall’articolo 73 del DPR 309/90. Nonostante la storica sentenza del 19 dicembre 2019 delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione, che dichiarava che “non costituiscono reato le attività di coltivazione di minime dimensioni svolte in forma domestica destinate all’uso personale”, e nonostante gli aggiornamenti di qualche giorno fa, la situazione rimane ancora molto ambigua.

Se scorsa settimana, infatti, sono state pubblicate le motivazioni di quella storica sentenza di dicembre, e si è stabilito una volta per tutte che la produzione domestica per uso personale non è punibile penalmente, non basta la Corte di Cassazione, perché a livello legislativo non è cambiato ancora nulla: “la Cassazione ha solo dato una indicazione di principio e c’è solo un modo in cui si può arrivare alla coltivazione legale: la politica deve smetterla di sottrarsi alle proprie responsabilità e fare una legge che lo stabilisca”, si legge sul sito di Dolce vita, una delle realtà che supporta l’iniziativa #IoColtivo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ammino17 (@ammino17) in data:

Se credi anche tu che l’articolo 73 del Testo Unico sulle droghe debba essere cambiato, perché la coltivazione di cannabis nel proprio domicilio e in modica quantità non può essere considerato un reato penale, unisciti alla campagna di disobbedienza civile #IoColtivo. Una campagna che al momento ha raggiunto più di 500 partecipanti, tra cui anche personaggi come Riccardo Magi di Più Europa e Matteo Mantero del M5S, oltre a Marco Cappato e rapper come Ensi e Babaman.

A tutti i partecipanti viene garantita l’assistenza legale gratuita da un gruppo di avvocati esperti in materia: “stiamo vagliando le richieste di decine di avvocati che si offrono volontari per far parte del team legale e poi stiamo ricevendo migliaia di richieste di informazione”, sottolinea Antonella Soldo, che coordina la campagna.

Growing Sesame Street GIF - Find & Share on GIPHY

Raggiungere la libertà di coltivazione domestica di cannabis per uso personale è, certamente, un grande traguardo e il primo reale passo verso la legalizzazione, che, se dovesse avvenire, potrebbe portare più di 5 miliardi di euro nelle casse dello Stato, togliendo un buon 40/50% di incassi all’interno del mercato illegale delle mafie. (A proposito di mercato illegale, ne avevamo parlato qui: Legalizzando le droghe leggere avremmo più soldi per aiutare i cittadini in difficoltà?)

Per partecipare a questa campagna di disobbedienza civile sulla strada della legalizzazione, vai sul sito www.iocoltivo.eu e segui le indicazioni.

#IoColtivo è un’iniziativa promossa da Meglio Legale, Dolce Vita magazine, i Radicali italiani e l’Associazione Luca Coscioni e sta raccogliendo l’adesione di varie realtà, tra grow shop e associazioni pro cannabis ad uso medico-terapeutico, tra cui: The Weeders, Nonsoloskunk, Cannabis for future, A buon diritto onlus, Cannabis cura Sicilia, Soft Secrets, Volt, Cannabis Social Club, Gli amici di nonna canapa, Sativa antipro, Be Leaf.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >