Italia - Belgio
Society
di Simone Stefanini 13 Giugno 2016

Euro 2016, ecco 10 frasi da buttar lì per far finta di saperne di calcio

Tutte le banalità da imparare per diventare il re del baretto

FGHJSKL  Un enigma cui non riusciamo a trovare soluzione

 

La Nazionale ha debuttato agli Europei 2016 contro il Belgio, ed è andata bene. Anche per chi, nel pieno della giustizia, se ne frega.

Perché dall’esordio in poi le case e i bar diventeranno centri di raccolta e smistamento tifosi dell’ultim’ora, tutti pronti a dire la loro, ad insegnare il fuorigioco, a urlare formule e offese ai parenti dei giocatori.

Vorresti forse perderti questa opportunità di essere accettato in società? Pazzo. Non sia mai, e allora ecco un prontuario di 10 frasi da sparare all’occorrenza, per risultare interessante agli occhi dei tuoi compagni di bevute e sicuramente per far finta di saperne a pacchi.

Provaci e diventa l’idolo del bar. Se invece sei forever alone a guardarla da solo in casa, usane uno come status su Facebook, di sicuro qualche like lo raccatti. Siamo tutti con te, caro PaeseReale™.

 

1) “Eh, ma quest’anno al massimo arriviamo ai quarti”

 italiana.retenews24.it

Arrivati al bar, finiti gli inni, per farvi accettare, ascoltate un po’ i discorsi degli altri avventori. Se vedete che il clima è ostile, che nessuno crede nelle potenzialità di questa Nazionale, se non infiamma la pancia del Paese, allora sparate questa frase con la certezza di chi sa qualcosa che gli altri non sanno e poi tacete, per ascoltare le reazioni. Tempo due minuti, sarete il migliore amico di tutti.

 

2) “La difesa della Juve è sempre la più solida”

 tumblr

Dopo la prima parata di Buffon o il primo intervento scomposto e maschio di Chiellini tirate fuori questa perla. Gli juventini saranno troppo felici di avervi conosciuto mentre gli altri non potranno che annuire mestamente. Voi intanto avete portato a casa un altro successo.

 

3) “Va che il Belgio ha uno squadrone”

 relatably.com

Lo dicono tutti, è la frase che si sente pronunciare più spesso per questo europeo. Ditela anche voi, pur non sapendo minimamente di cosa state parlando, del resto, nessuno lo sa. Qualcuno si aggancerà recitando nomi dei giocatori, squadra di provenienza e ruolo. Voi annuite felici e andate di nuovo a vincere.

 

4) “Era meglio quando c’era la telecronaca di Civoli o di Pizzul”

Nei 90 minuti, non si vuole fare una critica ai nuovi commentatori, buttandola lì sul fatto che “Lambisce il palo alla destra di Toldo” detto da Bruno Pizzul era tutta un’altra cosa? Se riuscite anche a fare l’imitazione, qualcuno vi offrirà anche da bere. “Tutto-molto-bello”.

 

5) “La Germania zitta zitta arriva sempre in finale”

Questa giocatevela non durante una partita dell’Italia, meglio un’altra partita, o un commento anche mattutino al bar andrà benissimo, ma va detta senza caricarla, sottile, oppure in un momento in cui la partita è noiosa. Qualcuno sicuramente risponderà: “Ma se ci arriva anche l’Italia vinciamo noi.” e giù un altro brindisi, con tanto di 5 alto.

 

6) “Ma dai, cosa giocano, tanto Conte sta già pensando a settembre”

 nonciclopedia

Antonio Conte alla fine degli Europei lascerà la Nazionale e gli subentrerà Giampiero Ventura. Questa è la notizia alla quale vi potete attaccare nel caso i nostri giochino svogliati, senza nerbo. Un’altra che funziona sempre bene è “Guadagnano troppoooooo. Se avessero lo stipendio di un muratore correrebbero di più“.

 

7) “Dai oh, Thiago Motta col numero 10 non si può vedere”

 360giornaleluiss.it

Al primo errore di Thiago Motta, avrete il dovere morale di declamare ad alta voce questa frase: noi ci abbiamo anche scritto un pezzo più approfondito con il nostro Marco Villa. Fatevi sentire da tutti e poi scandite le keyword Baggio e Del Piero. Nessuno si sentirà di darvi torto.

 

8) “Balotelli avrà un carattere di merda ma da lì la buttava dentro”

 youtube

Mettiamo che la partita sia andata bene, che abbiamo fatto tanti tiri in porta ma mai goal, una sentenza del genere ci sta, memore dell’Europeo scorso, che peraltro conta le ultime partite decenti di Balotelli.

 

9) “Come si fa a costruire una Nazionale forte se in Italia giocano solo stranieri?”

 gazzetta.it

Una verità populista e reazionaria quanto volete, ma pur sempre una verità. Urlatela forte e il paese reale bestemmierà con voi. Solo, vedete di arginare i commenti razzisti che al bar sono sempre i benvenuti. Non c’è bisogno di fomentare l’odio.

 

10) “Ma ve lo ricordate il 2006? Del Piero, Grosso e via a Berlino. Che tempi quelli”

https://www.youtube.com/watch?v=g7_2qI-VQYM

Conoscete questo video a memoria, lo sappiamo. “Beppe andiamo a Berlino“, Fabio Grosso, CANNAVARO e tutto il resto. È il momento di riguardarlo, di fronte all’ennesima delusione targata Azzurri. I vostri compagni di bevute, ormai diventati amici fraterni, vi ringrazieranno.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >