Society
di Marco Villa 14 Ottobre 2016

Come reagiscono gli italiani quando vengono trattati da stranieri invasori? Molto male

La Svizzera ha votato contro la presenza di lavoratori italiani e in Lombardia non l’hanno presa bene

prima-i-nostri-referendum-svizzera

 

Quando pensi a confini che si infiammano, a steccati reali e metaforici, pensi a Gaza, pensi a Tijuana, magari anche ai confini ungheresi in odore di muro anti-migranti. In questa classifica, però, difficilmente vi verrebbe in mente di mettere ai primi posti di pericolosità il confine tra Italia e Svizzera, triangolo ideale che si estenda tra Como, Varese e Mendrisio. Un territorio in cui è pratica comune andare dall’altra parte per lavorare o fare acquisti. La rotta è ovvia: italiani che vanno in Svizzera a lavorare in cerca di stipendi più alti, svizzeri che vengono in Italia a fare acquisti in cerca di prezzi più bassi.

Un fenomeno che va avanti da decenni e che ancora oggi è imponente: secondo Il Fatto Quotidiano, sono circa 60mila gli italiani che ogni giorno vanno nel Canton Ticino a lavorare. Un numero non da poco, che ha spinto gli svizzeri ad adottare contromisure: una proposta di modifica costituzionale chiamata “Prima i nostri” è stata approvata a larga maggioranza da un referendum nel mese di settembre. Ovvero: gli svizzeri non vogliono i lavoratori italiani, o meglio vogliono che i lavoratori svizzeri siano privilegiati rispetto agli italiani.

 

a_03445b331ede40bc8dbedfbe1d871f1e Corriere del Ticino

 

Se queste parole vi fanno suonare qualche campanello, fate bene: si tratta della stessa litania portata avanti da anni dalla Lega, prima da Umberto Bossi, ora da Matteo Salvini, in riferimento ai “clandestini che vengono qui a rubarci il lavoro”. Tutto molto lineare, insomma, a patto di accettare pacificamente l’assunto che si è sempre meridionali di qualcuno e che quindi questo tipo di posizione ha poco senso. Più o meno lineare, però, visto che il Corriere del Ticino riporta la foto di un volantino che gli automobilisti con targa svizzera si sono ritrovati sulla macchina dopo aver fatto la spesa a un ipermercato di Como. Un volantino di minaccia che li invita a restare a casa propria e a non venire a fare la spesa in Italia, pena il rischio di vedersi gli pneumatici squarciati.

E qui il discorso si fa molto meno lineare, perché questi vendicatori della dogana fanno innanzitutto un ragionamento piuttosto contorto: “Visto che non volete dare i vostri soldi ai lavoratori italiani, non dateli nemmeno ai negozianti italiani da questa parte del confine”. E già siamo a un passo dal Nobel per l’Economia.

Il cerchio poi si chiude tornando a quanto già accennato in precedenza, ovvero alle parole d’ordine anti-stranieri di leghisti e soci: in base a cosa, infatti, si attacca la presenza di lavoro straniero in Italia e si difende con minacce la presenza di lavoro italiano in paesi stranieri? Misteri del populismo.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >