Anche Andy Warhol e Madonna vennero rifiutati: chi mandò queste lettere si sarà pentito amaramente

Andy Warhol, Madonna, gli U2 e molti altri: le lettere di rifiuto ricevute da persone diventate delle star

Society
di Marco Villa facebook 10 marzo 2014 16:29
Anche Andy Warhol e Madonna vennero rifiutati: chi mandò queste lettere si sarà pentito amaramente

C’è una qualità che possiedi o non possiedi, senza vie di mezzo. Si chiama lungimiranza e dovrebbe essere una dote posseduta in gran quantità da chi deve valutare il talento, pensando ovviamente in prospettiva: non importa che si tratti di cantanti, calciatori, attori o artisti. Il talent scout deve essere in grado di cogliere le capacità di una persona e proiettarle nel futuro, per vedere in che modo possano crescere e svilupparsi.

Il problema è quando non ci beccano: tutti commettono errori, ma se sei il responsabile del reclutamento di nuovi artisti di un’etichetta discografica e ti fai scappare sotto il naso una certa Madonna o un complessino chiamato U2… beh, è piuttosto grave. Oggi vi proponiamo una serie di lettere con cui dirigenti di scarsa lungimiranza hanno detto no a gente come Andy Warhol, Kurt Vonnegut e Tim Burton.

FONTE | distractify.com

11041

Gli U2 non erano adatti per l’etichetta inglese RSO

2561

Andy Warhol rifiutato dal MOMA (che in seguito accoglierà oltre cento opere dell’artista)

madonna rejection letter  oPt1

Una cosa tipo: “La ragazza ha del talento, ma non ci siamo ancora”. Dura fare il discografico e convivere con il fatto di aver detto NO a Madonna

5221

Anche Kurt Vonnegut si sentì dire: “deve applicarsi di più”

6221

A volte è importante tornare sui propri passi: qui sopra vedete una lettera inviata a Tim Burton per riferire al futuro regista che la Disney non riteneva valido a livello commerciale un suo libro per bambini. Qualche anno dopo, però, Burton venne assunto dalla stessa Disney nel comparto dei film di animazione. Bravi ragazzi, avete visto giusto.

7221

Gertrude Stein respinta senza nemmeno essere degnata di una lettura… e con una lettera veramente irritante.

8221

Non male dire di no (infierendo pure pesantemente) a Jim Lee, attualmente ai vertici della DC Comics e personaggio di primissimo piano nel mondo del fumetto.

9221

 

La chiusura tocca a Stieg Larsson, giornalista diventato celebre con i super-bestseller che hanno formato la trilogia di Millennium e qui rifiutato dalla scuola di giornalismo di Stoccolma.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)